Sformati con wurstel, patate e cipolline

Oggi prepariamo gli sformatini con wurstel, patate arricchiti dalla presenza delle cipolline, un piatto indicato per ogni periodo dell’anno: anche se a prima vista possono sembrare un piatto poco estivo, possono essere consumati tiepidi come secondo piatto accompagnati magari a una bella birra fredda.

tortini, patate, patate alla savoiarda, parmigiana , patate raganate , patate, baci di dama, duchesse, , insalata svedese, spaghetti fritti di patatepizza santa chiara, roselline di patate, patate, contorno

Diventa anche una ricetta perfetta per i bambini nel momento in cui decidiate di eliminare le cipolline e rendere più leggero il vostro piatto. 

Cipolline in agrodolce da conservare in vasetto

Le cipolline in agrodolce da conservare in vasetto sono una delle mie conserve preferite. L’estate è il periodo ideale per fare le conserve con le verdure di stagione o con i pomodori,  e perfino per le confetture di frutta di stagione da gustare ad inverno inoltrato. I sapori e i profumi dell’estate si possono intrappolare dentro i vasetti per poterli assaporare in ogni momento dell’anno. Noi vi suggeriamo una semplice conserva di cipolline in agrodolce che è anche facile da preparare, e voi potete prendere ispirazione per altre ricette.

cipolline glassate

Orecchiette con radicchio e speck con cipolline

Orecchiette con radicchio speck cipolline

In cerca di un‘idea sfiziosa per il pranzo mi sono lasciata andare alla preparazione di queste orecchiette con radicchio e speck che ho voluto arricchire con delle cipolline. Un piatto particolarmente colorato risultato una pietanza davvero gustosa. Sull’abbinamneto tra radicchio e speck nessun dubbio, quello che mi ha stupito è stato l’insieme nel suo complesso. Le cipolline, che io avevo in agrodolce a disposizione in casa, hanno regalato quel tocco in più particolarmente apprezzato.

Omelette di carciofi, un secondo veloce

omelette carciofi secondo veloce

L’omelette è un po’ un tabù, più buona della frittata forse, perchè più morbida e anche più bella da proporre, ma un po’ più difficile da preparare, visto che per la frittata serve solo la giusta accortezza nel rigirarla al momento giusto, mentre l’omelette va accartocciata, badando bene a non fare pasticci e a portarla alla giusta cottura mantenendola comunque morbida. Io vi dò qualche dritta per una giusta preparazione e non fatevi scappare allora la bontà di queste omelette di carciofi!

Spezzatino alle olive, un piatto autunnale con il Bimby

spezzatino olive piatto autunnale bimby

Io non ci capisco più niente. La scorsa settimana sembrava che fosse decisamente arrivato l’autunno ma in questi giorni è ritornato il sole e vi confesso che due giorni fa, a Catania siamo ritornati tutti al mare. Amo questa terra che sa sempre sorprendermi e allo stesso tempo sconvolgere i miei piani. Lo spezzatino alle olive Bimby è una ricetta che avevo programmato di trattare per questo periodo, convinta che sarebbe stata perfetta per accompagnare le prime giornate autunnali un po’ freddine.

Evidentemente mi sbagliavo, ma non fa niente. Fatene tesoro e cucinatela per quando ci sarà bisogno di mangiare piatti caldi. L’inverno prima o poi arriverà. Questo spezzatino alle olive è particolarmente saporito anche se leggerete che gli ingredienti non sono molti. Quello che riesce a dargli un sapore deciso è il soffritto di carote e cipolle ma soprattutto la presenza delle olive verdi, che si abbinano benissimo con la carne da spezzatino.

Contorni da Cotto e Mangiato, la giardiniera

contorni cotto e mangiato giardiniera

Devo essere sincera, quando ho visto questa ricetta di Cotto e Mangiato ho storto un po’ il naso, visto che per la Giardiniera è una preparazione che è praticamente quasi uguale a quella in ricetta, ma che viene conservata nei barattoli e si consuma dopo qualche mese di attesa.

Mia nonna tutte le estati preparava la giardiniera e le melanzane sott’olio, come da antica tradizione non solo napoletana ma di tutto il sud, ovvero il non buttare mai via niente e quindi convertire in prodotti sott’olio o sotto aceto le verdure in eccesso, che nei tempi passati arrivavano dai campi durante i raccolti, mentre quando le preparava mia nonna era principalmente per il diletto di poterle poi gustare, come un tempo, in inverno. La Giardiniera di mia nonna era davvero speciale, io la adoravo, e anche se era un po’ piccante e io ero piccola ne mangiavo tantissima, quasi da dovermi togliere il barattolo da sotto al nasino altrimenti lo finivo tutto!

Ricette secondi piatti da Cotto e Mangiato, il merluzzo con cipolline

ricette secondi piatti cotto e mangiato merluzzo cipolline

Bisogna sempre inventarsi qualche modo per cucinare il pesce surgelato! Sappiamo che il pesce fa bene e che va mangiato, almeno una volta alla settimana, ma spesso non abbiamo il tempo o la voglia di andare in pescheria a prendere il pesce fresco, o del pesce “particolare” e ci troviamo a combattere con naselli, merluzzi e platesse, surgelati e che proprio non possiamo cucinare sempre lessi, o al forno (io aggiungo tante spezie, ma dopo un po’ il sapore è sempre lo stesso!).

Un’ottima soluzione, che mia mamma adottava spesso e che da quando non vivo più con lei ho adottato spesso anche io, è quella di cuocere il pesce, ancora surgelato, nel sugo di pomodoro, aggiungendo spezie a piacere per rendere il tutto più saporito. Da Cotto e Mangiato ci arriva una dritta in più: completare il tutto con delle cipolline, che io oltretutto adoro, e che rendono una cena che potrebbe essere fin troppo semplice e banale, un’ottimo pasto, sano, delizioso e saporito!

 

Ricette dietetiche, bistecca di maiale con salsa all’arancia e cipolline

Ingiustamente la carne di maiale è considerata tra tutte una delle meno sane. Ma se consumata con moderazione la carne di maiale è perfetta per completare una dieta equilibrata. Nonostante sia una delle carni con maggior contenuto di grassi bisogna sempre considerare che non tutti i tagli sono uguali e ricordarsi di eliminare le parti di grasso prima di consumarla.

Oggi vorrei proporvi la ricetta della bistecca di maiale con salsa all’arancia e cipolline. Una ricetta che prevede un modo  originale di servire la solita bistecca di maiale. Innanzitutto va cotta la carne in una padella antiaderente avendo l’accortezza di utilizzare poco olio (un cucchiaio) e di rigirarla da entrambi i lati. Una volta cotta la carne va irrorarata con del succo di limone.

Secondi piatti veloci: pasticcio di uova con asparagi e cipolline

Situazione: torniamo a casa la sera, stanche e senza voglia di cucinare. Il frigo non è vuoto, ma non abbiamo scongelato né carne né pesce, non abbiamo voglia né di affettati né di formaggi e le verdure da saltare in padella o non ci sono o proprio non ci va di pulire e lavare melanzane, peperoni, zucchine…. Una soluzione c’è! Le uova!

Questa ricetta si presta a molte altre sfaccettature, anche perché potete sostituire gli asparagi con gli spinaci, con i funghi o con i fagiolini ad esempio, ovvero quelle verdure che possiamo comprare anche surgelate e che sono molto pratici e veloci da cucinare, fosse solo perché mentre l’acqua bolle e poi una volta messe a lessare ci permettono di cambiarci, parlare al telefono, apparecchiare e molte altre cose, buttando solo un’occhio alla cottura! Ma tornando alle uova, l’unica piccola perdita di tempo sarà quella di sbucciare le cipolle, e poi mentre vi metterete più comode e sistemerete la cucina per la cena i procedimenti della ricetta vi permetteranno di controllare la cena e non affaticarvi più del necessario!

Coq Au Vin, ovvero il Pollo cotto nel Vino rosso direttamente dalla Francia

Il Coq au vin ovvero il pollo cotto nel vino rosso é uno dei piatti principali della cucina tradizionale francese, ed ultimamente é tornato di moda anche in Italia grazie al film “Julie&Julia” dove una blogger decide di eseguire tutte le ricette contenute nel libro di cucina di Julia Child. Tra le varie ricette naturalmente non può mancare il coq au vin, che vi assicuro é una vera delizia. La ricetta che però vi scrivo oggi non é quella di Julia Child, giusto per non incorrere in fraintendimenti, bensì é quella che preparava la mia prozia che si vantava di averla imparata durante i suoi anni a Parigi. Ora io mi permetto di girarvela perché trovo che davvero il coq au vin sia un piatto di straordinaria bontà e credo anche che questa ricetta sia molto ma molto buona. Tra l’altro il pollo lo mangiano davvero tutti, a parte i vegetariani naturalmente.

Le cipolline glassate all’arancia, un contorno sfizioso

Se siete alla ricerca di un contorno sfizioso queste cipolline glassate all’arancia sono quello che fa per voi. Le cipolline glassate all’arancia costituiscono l’accompagnamento ideale di secondi di carne, contribuiscono a mitigare il sapore deciso di molti piatti e regalano una dolcezza infinita. Ovviamente per apprezzare queste cipolline dovete essere amanti dei sapori agrodolci. Se anche voi come me non riuscite a concepire un pranzo che non veda l’accompagnamento del secondo con un contorno di ortaggi o verdure dovete assolutamente provarle.

Per San Valentino, caramellate le cipolline!

Solitamente ad essere caramellate sono sempre le cose dolci, tipo la frutta vedi per esempio le mele caramellate al forno o i dolcetti fritti, ma vi posso garantire, che le cipolline caramellate sono un piatto semplicissimo da fare ma molto d’effetto. Io onestamente le ho fatte, tra le altre cose, come uno degli antipasti della notte di Natale e sono sparite per prime! Hanno quel sapore dolciastro davvero molto particolare e poi hanno un aspetto estremamente invitante perché a cottura ultimata, il caramello gli dona lucidità.

I miei ospiti le hanno gradite davvero parecchio, l’unica cosa alla quale dovrete prestare attenzione è alla quantità delle cipolline, perché, se dovrete farle come contorno, ne dovrete calcolare al meno 300 grammi (pulite) a testa.

Riso freddo all’indiana

riso indiano

TEMPO: 1 ora| COSTO: alto| DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: NO | PICCANTE: NO | GLUTINE: NO | BAMBINI: SI


Questo piatto è estremamente sostanzioso. E’ ricco di ingredienti, pollo, prosciutto, funghi, cipolline, uvetta, ed è anche speziato, come sempre accade quando si prepara un piatto della cucina indiana. In più però c’è una variante.

Questa ricetta mi è stata passata da una mia cara amica, che ha provato a fare un’esperimento molto semplice, quest’estate, ma che potrete riproporre ancora adesso in autunno. Il riso, una volta lessato, si stende sul piatto da portata, e lo si lascia raffreddare completamente, infatti dovrà essere cotto assolutamente al dente, e con il riso Basmati è molto semplice. Quando il riso si sarà raffreddato adagiate sopra di esso la preparazione di pollo e funghi, caldissima.

Il risultato è un piacevole contrasto, dettato non solo dal caldo e freddo, ma ampliato dalla leggera consistenza del riso e dalla sua delizatezza, che va a sposarsi con il gusto forte del condimento composto da molteplici ingredienti. Provare per credere!

Secondi di pesce: spiedini di code di scampi

spiedino-scampi

TEMPO: 40 minuti | COSTO: medio | DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: NO | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI:SI


Abbiamo già parlato in precedenza del mescolare la carne e il pesce. Ecco, questi spiedini, sono per chi non ha problemi, o magari proprio ama, accostare il mare alla terra, altrimenti non prendeteli in considerazione, visto che per prepararli avvolgerete le code di scampi in sottilissime fette di prosciutto crudo!

Io li trovo molto simpatici, sono originali e il sapore che si genera grigliando insieme il prosciutto e gli scampi è molto particolare, secondo me proprio da provare. Un altro tema già trattato, già prima che giungesse l’estate, sono proprio le grigliate, ottimo modo per passare le serate tra amici. Credo che questi spiedini siano una buona proposta, potrete far marinare gli scampi e avvolgerli nel prosciutto con calma, a casa, se la grigliata non è proprio da voi, e poi farli cuocere sul fuoco una volta iniziata la cena, in modo da poterli gustare ben caldi proprio come deve essere quando si prepararano tante portate alla griglia che vengono portate ad intermittenza in tavola, tra le chiacchiere, le risate, i bicchieri di vino e l’aria di festa.