L’insalata di zucchine di Cotto e Mangiato

di Claudia 0



Questa insalata di zucchine di Cotto e Mangiato è decisamente molto estiva e, anche se il tempo continua a trarci in inganno da un giorno all’altro, la bella stagione è ormai alle porte e potrete trovare sui banchi dei mercati le zucchine che vi serviranno per preparare questa ricetta: quelle piccole e morbide, chiare, caratteristiche proprio del periodo del periodo più estivo.

Potete utilizzare questa insalata in molti modi, come contorno per un pasto che prevede solo un contorno, leggero, magari di pesce, oppure anche come antipasto, risulterà ottima per aprire lo stomaco anche ai palati più esigenti, che si meraviglieranno dell’abbinamento raffinato e dell’unione finale del pancarrè, che restando bello croccante donerà al vostro piatto un tocco veramente particolare.

Il sapore dell’ insalata di zucchine di Cotto e Mangiato è molto particolare, le zucchine crude e i cipollotti, potrebbero non piacere affatto ai più piccini, utilizzate però proprio la scusa del pancarrè tostato, per far provare magari a quelli più grandicelli un piatto nuovo, che li avvicinerà a nuovi sapori, sapori da piccoli adulti in crescita.

 

Insalata di zucchine


Ingredienti

3 zucchine chiare e tenerissime | 2 cipollotti | 3 fette pancarrè | olio extravergine di oliva | 150 gr. feta | 1 manciata pinoli | limone | sale e pepe

Preparazione

   Tagliare i cipollotti ad anelli sottili e lasciarli immersi in acqua e ghiaccio per un po' per smorzare il sapore intenso. In una padella leggermente unta d'olio extravergine tostare il pancarrè, tagliato a dadini.

   Con il pelapatate tagliare le zucchine in lunghi petali sottili, quindi unirle, in un ciotola, ai cipollotti scolati e asciugati, alla feta tagliata a dadini e ai pinoli.

   Condire con olio extravergine, sale, pepe e succo di limone, unire solo all'ultimo momento i dadini tostati in modo che non perdano croccantezza assorbendo il sughetto dell'insalata.

Se non doveste trovare i cipollotti adatti per questa ricetta, magari li trovate troppo grossi, o non vi convincono semplicemente, potete optare per un ingredienti sostituto, dal sapore diverso ma in grado di sostituire quello caratteristico del cipollotto: le cipolle rosse di Tropea, che oltretutto non dovrete nemmeno immergere in acqua e ghiaccio, perchè il loro sapore caratteristico non è forte come quello del cipollotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>