Le ricette di Cotto e Mangiato: insalata di alici marinate e arance

di Claudia 0



Il pesce azzurro è un toccasana per almeno due motivi, non da poco. Innanzi tutto perché a differenza di molte altre qualità di pesce è piuttosto economico, quindi il suo acquisto giova al palato tanto quanto al portafoglio e poi perché, viste le dimensioni limitate dei pesci, non contengono tracce di mercurio oppure ne contengono in quantità minima, rispetto ai pesci di taglia più grossa.

Indipendentemente da questi motivi, economici e di salute, quindi comunque molto importanti, trovo che questa ricetta sia fantastica, come ci tiene a sottolineare la stessa Benedetta Parodi, sia per la combinazione degli ingredienti che per il sapore delizioso che le alici marinate offrono a chi le mangia. Potete se volete rendere questo piatto come una vera e propria insalata, invece di adagiare gli ingredienti sul piatto da portata, soprattutto se vi va di aggiungere anche un po’ di lattuga: mettete tutto in una ciotola e servite l’insalata di arance e alici come se fosse una vera e propria insalata, di quelle da gran chef però! 

Insalata di alici marinate e arance


Ingredienti

alici fresche diliscate | succo di limone | cipollotti | arance | finocchio | olive di Gaeta | olio extravergine | sale e pepe

Preparazione

   Distribuire le alici su un grande piatto dai bordi alti, senza sovrapporle una all'altra e cospargerle completamente di succo di limone. Sigillare il piatto con la pellicola da cucina e porlo in frigo, per almeno 1 ora.

   Nel frattempo tagliare il cipollotto ad anelli ed immergerlo in acqua e ghiaccio, per addolcirne il sapore.

   Scolare le alici (che si saranno cotte durante la marinatura) e sistemarle su un piatto da portata. Completare il piatto distribuendo sopra di esse le arance tagliate a tocchetti, il finocchio tagliato sottile, il cipollotto e le olive di Gaeta. Condire con olio, sale e pepe.

L’arancia deve essere sbucciata a vivo per la riuscita (perfetta) della ricetta: gli spicchi non dovranno essere privati solo delle parti bianche, ma andranno pelati eliminando completamente la pellicina e tagliando a pezzetti solo la polpa. Mi raccomando, fate anche attenzione a maneggiare la polpa, in modo che non si disfi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>