Ricetta per un primo piatto orientale: Riso Basmati Pilav

di Claudia 5

TEMPO: 50 minuti circa | COSTO: medio | DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: SI | PICCANTE: SI | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI


Questo piatto è molto interessante. Il riso basmati si presta alla perfezione come accompagnamento di solito, basta scaldarlo, in acqua o nel brodo, e poi può essere servito insieme a della carne o del pesce, come se fosse un cous-cous, oppure, visto che siamo in estate, a un misto di verdure fresche, ben condite, in modo che il loro leggero sughetto possa bagnare il riso. Inoltre il riso puo’ accompagnare anche un piatto di legumi. Abbiamo imparato anche noi a utilizzarlo come se fosse pane!

Anche questa variante di basmati ha le sue buone qualità, infatti una volta pronto risulterà molto speziato, un sapore che non appartiene alla nostra cultura, ma che oramai noi tutti conosciamo, sia perchè ci cimentiamo in cucina in preparazioni orientali, sia perchè un certo tipo di cucina, dal kebab, passando per i ristoranti cinesi e giapponesi, finendo poi con quelli indiani e thailandesi, stanno andando per la maggiore in questo ultimo periodo.

Questo risotto potrete gustarlo come primo piatto, o volendo anche come piatto unico, magari finendo il pasto con delle verdure, ma potrete anche utilizzarlo proprio come accompagnamento, un po’ più forte e e deciso, da sistemare al centro della tavola accanto a un piatto di spezzatino e a un pò di verdure, peperoni, melanzane, zucchine, carote, in modo da poter mescolare tutto insieme. Pasto unico, pasto orientale, nuovi sapori.

Riso Basmati Pilav

Ingredienti per 4 persone:

350gr. di riso basmati | 40gr. di uvetta passa | 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva | 1 cipolla |  1 spicchio d’aglio | 5 baccelli di cardamomo | 1 stecca di cannella| 1 pizzico di peperoncino rosso in polvere | 4 chiodi di garofano | mezzo cucchiaio di zafferano in polvere | 20gr. di mandorle sgusciate | sale q.b.

LA PREPARAZIONE:

  1. Versate il riso in una scodella, riempitela d’acqua e lavatelo con cura, sostituite l’acqua più volte fino a quando non ne uscirà limpida. Poi lasciatelo in ammollo per almeno 3 ore in acqua fredda.

  2. Lavate e lasciate l’uvetta in ammollo in un po’ d’acqua almeno per un quarto d’ora, quindi scolatela, asciugatela, fatela dorare in poco olio e poi mettetela da parte.

  3. In un’altra casseruola fate rosolare la cipolla e l’aglio sbucciati e tritati nell’olio rimanente, aggiungete poi i semi di cardamomo, la stecca di cannella spezzettata, il peperoncino e i chiodi di garofano e lasciate sul fuoco per un paio di minuti, mescolando.

  4. Scolate il riso e aggiungetelo nella padella con le spezie, unite poi anche lo zafferano sciolto in poca acqua, mescolate e dopo un paio di minuti aggiungete una quantità di acqua pari al doppio del volume del riso, portate a ebollizione, salate e coprite con un coperchio. Lasciate cuocere a fuoco moderato, fino a quando l’acqua non si sarà completamente assorbita, dovrebbero bastare una ventina di minuti.

  5. Togliete dal fuoco e aggiungete l’uvetta e le mandorle sgusciate, dopo una bella mescolata il riso sarà pronto per essere servito.

Potete sistemare il riso in un piatto da portata o in una ciotola di vetro prima di servirlo in tavola. Se fate così potete conservare un po’ di uvetta e un po’ di mandorle e spargerle sulla cima del piatto in modo da creare una decorazione sul riso prima di portarlo in tavola.

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>