Patatine novelle con aglio e peperoncino

Leggere e gustose, tutte da assaporare: le patate novelle non rappresentano una qualità alternativa o particolare di patate, ma rappresentano le classiche patate raccolte prima del tempo. È proprio per questo motivo che sono più piccole della patate tradizionali, che possono essere mangiate anche con la buccia e che sono particolarmente tenere.

, spaghetti fritti di patatepizza santa chiara, roselline di patate, patate, contorno

Oggi proponiamo la ricetta delle patate novelle con aglio e peperoncino cotte al forno. Le patate novelle moltissimo anche ai bambini e possono essere preparate come secondo veramente gustoso e leggero.

Patate novelle, due ricette al forno

Le patate novelle sono piccole, dolci e molto gustose, ma se pensate che si tratti di un tipo di patate particolari, vi state sbagliando. Le patate novelle sono patate come tutte le altre, non sono di una particolare varietà, ma patate normali che vengono raccolte in anticipo rispetto ai tempi necessari della maturazione.

Oggi proponiamo due ricette diverse di patate al forno, le patatine novelle con la pancetta, la patatine con le cipolle al forno. 

Le patate con maionese di piselli, un contorno originale

Patate maionese piselli contorno originale

Chissà perchè in questo periodo mi è presa la fissa di preparare patate. Durante le ultime settimane ho provato diverse ricette, ma tra queste quella che mi ha colpito di più, sicuramente per l’originalità, ma anche per il sapore ed anche, perchè no, per l’aspetto (anche l’occhio vuole la sua parte soprattutto in cucina) sono state lepatate con maionese di piselli.

Già, proprio una maionese di piselli, che, non fatevi spaventare dal nome, è semplicissima da preparare, anche perchè si parte da una normalissima maionese preparata in casa, con molta attenzione, sapete che l’olio va aggiunto inizialmente a gocce e poi, quando il composto inizia a montarsi, a filo, ma sempre con delicatezza per non fare “impazzire” la maionese. Una volta pronta la maionese questa va frullata insieme ai piselli, appena scottati, all’aglio, alla menta, all’erba cipollina e alla panna acida.

Ricette leggere, l’insalata con pane fritto e patate

Ricette leggere insalata pane fritto

Va bene, so cosa state pensando e potrei anche darvi ragione: definire leggera un’insalata con del pane fritto? Però vi assicuro che questa insalata ha solo 115 calori per porzione, almeno così dice la rivista sulla quale ho trovato la ricetta. Definire light la ricetta di un’insalata è molto facile, ma rendere un’insalata light gustosa ed invitante è quasi un’impresa. L‘insalata con pane fritto invece lo è, e per davvero. Rucola, peperone rosso, cipolla di Tropea, capperi, patate novelle, un’emulsione di aceto, olio e sale ed infine dei cubetti di pane fritto. Direi che più accattivante di così…

La preparazione dell‘insalata con pane fritto è molto semplice da preparare, l’unico ingrediente che dovrà essere cotto sono le patate novelle, ma queste non avranno bisogno di essere neanche sbucciate. L‘insalata va servita con una semplice fettina di carne arrosto, o di petto di pollo sulla piastra, ed anche chi è a dieta può gustare un ottimo pranzo completo e per niente noioso.

Ricette estive primi piatti pesce, penne con polpo e patate

ricette estive primi piatti pesce penne polpo patate

Ecco un primo piatto perfetto da preparare in una bella cena estiva tra amici: le penne con polpo e patate! Devo dire che in estate mi viene sempre la nostalgia di quei momenti vissuti in compagnia, quando si ha la possibilità di cucinare tutti insieme e di assaporare non solo le pietanze buonissime, ma anche il momento della preparazione, quando c’è chi si alterna ai fornelli, chi taglia il pane, chi affetta il cocomero e chi prepara le bruschette, mentre si stappa il vino e si spilucca qualcosa.

Tutto questo di solito si verifica quando siamo giovani e abbiamo magari tutti il tempo di vederci almeno un paio d’ore prima della cena e quindi di metterci a cucinare tutti insieme, e anche se io sono ancora sotto i trenta purtroppo questi momenti sono sempre più rari, perché il vero presupposto per questa cene in compagnia è che qualcuno abbia una bella casa, con giardino o terrazzo, in cui tutti gli amici possano riunirsi! Nella mia esperienza tutto questo c’è stato per lungo tempo, poi sono stata io per una volta ad avere la possibilità di organizzare questi momenti, in una bellissima location con grande cucina e grande giardino, e poi? Gli impegni, le possibilità, il tempo, e mi ritrovo adesso a pensare con grande malinconia alle padellate di cous cous, alla carne alla brace, al riso pilaf e all’esperto di pasta fredda, che ogni volta di deliziava con una ricetta diversa.

Patate novelle ripiene di caviale e salmone, una ricetta di Cotto e Mangiato

patate ripiene caviale salmone ricetta cotto e mangiato

 

Ho trovato questa ricetta sul libro di Cotto e Mangiato, l’ultimo libro, quello che ha come capitolo finale un “Romanticamente in due” pieno di ricette stuzzicanti e perfette per una cena a lume di candela, anche per un primo appuntamento. Queste patate novelle ripiene in particolar modo possono addirittura essere un piatto unico, vista la consistenza in grado di saziare e vista la possibilità di essere servite in modo molto scenico. Quindi, se avete in programma una sera romantica, con il fidanzato o con marito, o se avete invitato a casa una nuova conoscenza che vi piace molto e volete preparare qualcosa di speciale, tenete presente questa ricetta!

Se avete la possibilità immaginate questo incontro culinario non seduti a tavola, ma magari accomodati su dei cuscini intorno a un tavolino basso, spostate i divani e sistemate le candele per rendere tutto adatto alla serata. Tenete in freddo lo champagne, lo spumante brut o dolce, il brachetto o quello che preferite, un vino dolce comunque si presta alla perfezione. Sistemate le patate su un’alzata, e non mettete posate sul tavolino, queste patate vanno mangiate rigorosamente con le mani, ottima occasione romantica per imboccarsi a vicenda.

Scampi crudi e cruditè

Le cruditè, che siano di mare o di verdure, sono generalmente un antipasto, e anche il battuto di carne o la tartare in fondo nei ristoranti vengono molto spesso proposti e serviti come prima portata, quindi proprio come antipasto. In verità questa ricetta si presta benissimo per aprire un pranzo o una cena così come potrebbe tranquillamente essere anche un secondo piatto leggero, di accompagnamento, se avete deciso di preparare un pasto a base di mare e magari vi siete divertite a “esagerare” con il primo, o ad aprire con una zuppa di cozze, quindi per terminare, prima del dolce, spiluccare questi scampi crudi insieme alle cruditè di verdure potrebbe essere un’ottima idea.

Vi propongo una combinazione di verdure lesse e crude, come ho visto fare ad esempio quando si mangia la bagnacauda in Piemonte, e se volete proprio esagerare, magari prevedendo gli scampi crudi come antipasto, in questo caso abbondante, aggiungete alle cruditè dei cetrioli e dei pomodorini e preparate anche delle uova sode, da condire con le varie salse che porterete in tavola.

Pesce e verdure al profumo di vino

Buonissimo e coloratissimo secondo piatto o piatto unico della lista delle ricette pesce, caratterizzato da una cottura leggera ma molto saporita, che conferisce al piatto aromi e profumi del tutto particolari: Pesce e verdure al profumo di vino. La cottura degli alimenti con i vino non è una pratica nuova in cucina, carni e pesce che sguazzano ubriachi in una pentola piana di vino è un procedimento comune in molte ricette. Basti pensare al pesce al vino o allo stracotto al Taurasi.

Nel Pesce e verdure al profumo di vino, il sapore del vino diventa lieve e delicato, lascia un breve sentore nella carne del pesce e si impadronisce dei tessuti delle verdure senza sopraffarne le delicate caratteristiche del gusto. Una cottura lenta e delicata, Pesce e verdure al profumo di vino si colorano insieme ed unite si insaporiscono creando un piatto molto allettante!

Ricciola al forno con patate novelle

La ricciola per me è stata una scoperta. Non amo molto il pesce con la lisca e di solito preferisco di gran lunga frutti di mare e crostacei.

Capirete quindi che qualsiasi altra forma di pesce non rientra nelle mie abitudini culinarie. L’unica eccezione che faccio è per pesce spada e tonno. Scoprire che la ricciola è un pesce d’alto mare che gli assomiglia molto è stata un’illuminazione. Anzi, aggiungo che, se acquistata fresca, ma davvero fresca, può risultare più buona e tenera dello stesso tonno.

Questa ricetta è per apprezzare la bontà della ricciola, è semplice e si fa al forno accompagnata dalle dolci patate novelle. Ideale come piatto unico, saporito per una serata tra amici, magari all’aperto, sotto un cielo stellato d’agosto.

Patate all’insalata

Se zucchine e melanzane sono pronte, possiamo procedere con la cena a base di contorni. Lo ripeto, mi diverte prepararla perchè se fate anche del buon pane tostato ci si può dilettare nella preparazione di sfiziose bruschette.

E’ chiaro che tutte le verdure che stiamo preparando sono disponibili spesso durante tutto l’anno, ma il mio consiglio resta sempre di mangiare frutta e verdure di stagione, almeno sai cosa mangi.

Adesso vorrei passare alle patate che in questo periodo sono buone e dolci perchè sono nuove, anzi novelle. Spesso quando si parla di patate novelle si pensa a quelle piccole che si mangiano con tutta la buccia. La novella in generale è la patata dotata di una buccia sottile molto chiara, non adatta a preparazioni tipo purè. E’ molto buona mangiata all’insalata o al forno.

Qui vi darò una variante all’insalata. Ottima per questa calda stagione estiva.

Quattro mosse per una cena veloce e gustosa / III parte (insalata di mele e pinoli)

Se siete arrivati a leggere la terza parte di questa ricetta vuol dire che quello che state mangiando non è niente male e che magari vi va di andare avanti per sapere come procedere.

Il modo più fresco per continuare adesso è con una bella insalata di mele e pinoli, un piatto fresco e semplice da preparare, che risulterà molto piacevole dopo la finta parmigiana di melanzane.

L’insalata di cui adesso vi darò la ricetta merita una parentesi. Da piccola ho frequentato per molti anni d’estate un posto dove c’erano molti pini, e di conseguenza si trovavano in giro tante pigne colme di pinoli. Ho sempre avuto la passione con altri amici di fare a gara a chi ne raccoglieva di più, poi ci mettevano seduti per terra e con dei sassi li spaccavamo e ne mangiavamo a volontà.

Da grande poi, queste insane abbuffate infantili, mi hanno provocato una specie di rifiuto verso i pinoli, e posso assicurarvi che da allora qualsiasi pietanza li contenesse non riuscivo a mangiarla. Poi, un anno fa vengo invitata ad un pranzo e a metà pasto la padrona di casa serve un’insalata, io me ne metto un po’ nel piatto senza badare tanto agli ingredienti, ma al primo boccone sento uno strano gusto agrodolce, non fastidioso, e scambiando le mele per delle patate ne mangio un altro paio di bocconi. Immaginate la mia sorpresa quando chiedendo come fosse fatta mi sento rispondere che non solo quelle che avevo scambiato per patate erano mele, ma che l’altro ingrediente fondamentale erano i pinoli. Mi è venuto da ridere e ho pensato che spesso da adulti continuiamo a comportarci come dei bambini insistendo nel non farci piacere qualcosa che poi invece troviamo deliziosa.

Rimasi molto stupita, ed è per quello stupore che vi ho raccontato questa storia, perchè la bontà di questo piatto mi ha riconciliato con i pinoli, un alimento così semplice che può rendere particolare qualsiasi preparazione culinaria.

Ecco come si prepara l’insalata di mele e pinoli

Patate, quale varietà usare per le vostre ricette

Patate, quale varietà usare per le vostre ricette

Le patate, sempre presenti in ogni dispensa, sono probabilmente uno degli alimenti più versatili, da utilizzare in diversi tipi di ricetta e per diverse portate. Ma le patate non sono tutte uguali, ne esistono diverse varietà ed ognuna ha le proprie caratteristiche; imparare a conoscerle vuol dire anche saper scegliere la patata giusta per ottenere il risultato migliore.

Le più comuni sono quelle gialle: la loro polpa non è farinosa e sono perfette per essere usate da fredde nelle insalate, ma anche al forno o fritte. Quelle con la polpa bianca invece si sfanno molto più facilmente: da usare quindi in tutte quelle ricette in cui le patate devono essere schiacciate, passate o frullate, come gli gnocchi, gli sformati o le frittelle. Poi ci sono le novelle, riconoscibilissime per le loro dimensioni ridotte; la loro polpa è particolarmente dolce e vanno cotte con la buccia ed intere. Perfette per essere cotte arrosto.

Visto che stiamo andando incontro alla bella stagione la ricetta che vi proponiamo per cucinare le vostre patate è un’insalata di patate: quali saranno quindi le patate da utilizzare? Quelle a polpa gialla ovviamente!