Primi piatti di pesce: risotto giallo con scampi e melanzane croccanti

di Claudia 5

TEMPO: 40 minuti | COSTO: medio | DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: NO | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI


Nell’ultimo periodo ho parlato spesso di riso e risotti, non so se è stato un caso, trovarmi proprio tra le mani un ricettario specifico, o se in fondo è una cosa naturale visto che notoriamente sono una fan dei primi piatti e quindi mi ritrovo più spesso a cucinare pasta o riso. In verità ho anche una mia storia personale particolare con il riso.

Mia mamma non cucina i risotti. Lei sa solo bollire il riso, anche se ha sempre affermato, da quando io lo ricordi, che le preparazioni con il riso sono in assoluto i suoi piatti preferiti, ma lei non cucina risotti. Lessa il riso, lo utilizza per valanghe di insalata di riso, lo amalgama al minestrone, a volte lo amalgama ai legumi, ma sempre dopo averlo scolato e lasciato asciugare per un po’ nella colapasta. Col tempo ho scoperto che non si può parlare di “risotto” in questi casi, e soprattutto io trovavo tantissima difficoltà ad emulare questa cosa, non riuscivo a lessare il riso al punto giusto, anche se adesso finalmente ho preso un po’ la mano.

A casa del mio fidanzato si preparano solo risotti. Al massimo quando si fa l’insalata allora si scola dalla pentola il riso lessato, ma nemmeno sempre. Di conseguenza lui, molto bravo in cucina, quando mi preparava i risotti, all’inizio della nostra storia, soffriggeva, cuoceva nella pentola, mantecava. Ottimo. Alla fine gli ho rubato il mestiere, sono diventata bravissima nel prepararli e anche nell’inventare ricette dalle molteplici combinazioni di ingredienti.

Ancora adesso mia mamma storce un po’ il naso quando le preparo un risotto, comunque quel tipo di consistenza le piace solo al ristorante. E io non ho solo imparato a cucinare qualcosa in cui sono molto portata, ho imparato che si attinge sempre da tutti, in cucina e nella vita, che sia riso o che sia risotto.

Risotto giallo con scampi e melanzane croccanti

Ingredienti per 4 persone:

350gr. di riso Carnaroli | 8 scampi medio-grandi | 1 melanzana piccola | 11scalogno |  1 noce di burro | 1 bustina di zafferano | mezzo bicchiere di vino bianco | olio di semi per friggere | brodo vegetale | sale e pepe | prezzemolo

LA PREPARAZIONE:

  1. Tritate lo scalogno finemente e stufatelo in una casseruola con il burro, prima che prenda colore aggiungete il riso, fatelo tostare bene, aggiungendo il vino quando il riso si secca e tende ad attaccarsi alle pareti della casseruola.

  2. Tagliate le code degli scampi in due parti per estrarre la polpa e poi tagliatela a cubetti. Tagliate la melanzana a spicchi e poi riducete anche questa a dadini (eliminando la parte centrale se troppo ricca di semi). Scaldate l’olio di semi e poi friggete la melanzana, fino a che si sia ben dorata, lasciatela poi asciugare su carta assorbente.

  3. Bagnate il riso con il brodo bollente, aggiungete lo zafferano, mescolate e dopo 5 minuti di cottura aggiungete anche gli scampi e le melanzane.

  4. Lasciate terminare la cottura fino a che il brodo si sarà asciugato, salate e pepate. Spolverizzate con un po’ di prezzemolo, mantecate con del burro freddo e il vostro risotto è pronto per essere portato in tavola.

Per dare più sapore e gusto al risotto potete sostituire il brodo vegetale con del brodo ottenuto facendo cuocere gli scarti degli scampi. Rosolate 15ogr. di misto di carote, cipolla e sedano in poco olio, quindi aggiungete gli scarti degli scampi schiacciandoli con un mestolo. Coprite di acqua e a metà cottura aggiungete prezzemolo e un piccolo pomodoro maturo, fate poi asciugare il brodo per metà e sarà pronto per completare la ricetta del risotto.

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>