Cous cous di farro con uvetta, zafferano e ceci di Marco Bianchi

Cous cous farro uvetta zafferano ceci Marco Bianchi

Conoscerete già Marco Bianchi, per chi non avesse avuto ancora la fortuna di sentirne parlare, perchè di pura fortuna si tratta e capirete tra qualche riga perchè, si tratta dello chef scienziato, come ama definirsi, vegano e amante e sostenitore di un’alimentazione sana ma gustosa. Sua la ricetta di questo delizioso cous cous di farro con uvetta, zafferano e ceci. Piatto unico, irresistibile, che unisce sapori dolci e salati in una preparazione salutare e genuina.

La ricetta della classica pasta al forno

Ieri, come tutte le domeniche avrei voluto preparare qualcosa di sfizioso per pranzo. La domenica, si sa, la maggior parte di noi non lavora ed ha molto più tempo a disposizione da dedicare alla cucina. Ho pensato a lungo su cosa portare in tavola, in realtà avrei voluto cucinare un piatto particolare, mai provato prima, ma alla fine la scelta è ricaduta sulla pasta al forno.

Un classico della cucina italiana, quel piatto che è praticamente impossibile che non piaccia o che non venga bene. La pasta al forno è un primo piatto ricco, a volte può essere addirittura servito come piatto unico data la presenza non solo della carne ma anche di molti altri ingredienti come la besciamella, le uova ( se le utilizzate), etc, etc.

La pasta al forno che vi propongo oggi è quella tradizionale con besciamella, ragù di carne, uova, parmigiano e mozzarella: questi gli ingredienti presenti. Il formato di pasta che ho utilizzato sono i torciglioni ma andranno bene anche le penne o gli anelletti siciliani.

E’ Estate con in Peperoni ripieni di Riso


Quante ricette con il riso ultimamente! eh si perché l’estate richiama proprio l’utilizzo di questa alimento magari coniugato con una buona e fresca verdura. Ho trovato questa ricetta su “Sale e Pepe” e mi é subito piaciuta. Ci sono i peperoni, che adoro, e poi il riso impreziosito dall’origano e dal basilico: un tripudio di profumi. Ho provato a farla una sera a cena con gli amici ed é stata un successone. La realizzazione é davvero molto semplice, inoltre ha la gran comodità che potete prepararla in anticipo. Vi serviranno solo dei bei peperoni carnosi e dolci. Vi consiglio caldamente di utilizzare quelli rossi oppure quelli gialli ma non quelli verdi che hanno sempre una polpa troppo esile. Per il tipo di riso invece assolutamente il parboiled che vi terrà la cottura alla perfezione, niente arborio o carnaroli mi raccomando!

Zuccotto di carciofi, per coccolare le mamme in dolce attesa!

I carciofi sono gli ortaggi più ricchi di fibra solubile, che si rivela preziosa in gravidanza per più motivi: forma un gel nel canale digerente, così da rallentare l’assorbimento dei carboidrati e dei grassi, aiutando a contenere il peso corporeo; fornisce nutrimento ai microbi “buoni” che popolano l’intestino (la “microflora intestinale”) e che sono essenziali per la sua funzionalità, rallentata nell’attesa.

Ecco perché, domenica eravamo a pranzo dalla mia sorellina, che è in dolce attesa di un’altra piccola principessina che avrà il nome di “Giulia”, ed ho deciso di farle una sorpresa, cucinandole una pietanza buona sia per lei, che per la mia futura nipotina.

Mio marito mi aveva comperato dei favolosi carciofi freschissimi e quindi, via con la preparazione….

Vi premetto che il procedimento è, ad onor del vero, un pochino laborioso, ma il risultato amici miei, è superbo!

E’ una pietanza delicatissima, cremosa, dolcemente vellutata, dal sapore tutt’altro che aggressivo, e poi, cosa molto importante, è digeribilissima, cosa che per una donna incinta è una condizione essenziale.…ecco a voi la ricetta spiegata passo, passo con tanto di foto gallery!

Gnocchi di patate con pesto di rucola: raffinata semplicità

Restare ancorati alla tradizione, dando un tocco assolutamente personale: ecco il segreto dei piatti che vi proponiamo su Ginger & Tomato.

Piatti semplici e leggerei,  gustosi e originali.

Questi gnocchetti sono estremamente facili da realizzare, anche per chi, come me, non è molto pratica della pasta fatta in casa a mano.

Io non ci credevo, avevo paura di fare un pasticcio, o che si incollassero, ma invece fare gli gnocchi in casa è la cosa più facile del mondo! E ci vuole un attimo. Questo condimento poi è come se li “impreziosisse”. È delicato al palato e con un leggero retrogusto amarognolo, cosa che si sposa perfettamente con la dolcezza degli gnocchi di patate.

Ho realizzato questa ricettina, non molto tempo fa, per una cena improvvisatissima con degli amici, per i quali volevo fare qualcosa di diverso e soprattutto di non troppo pesante e vi posso garantire che sono stati graditissimi.

Se volete aggiungere quel tocco in più, fatelo spolverandoci sopra un po’ di peperoncino.

Primo piatto e piatto unico: pasticcio di code di gamberi

Ed ecco una specie di lasagna, nuova e originale, che potrete preparare per un pranzo in famiglia o per un’occasione speciale. Gli ingredienti sono tutti ben noti, e anche abbastanza utilizzati in tanti piatti, che siano primi o secondi, mentre in questo caso si mescolano per dar vita a questo pasticcio, che si presenta principalmente come piatto unico, vista la sua ricchezza, e che però può anche essere un primo piatto, seguito magari solo da un leggero piatto di pesce, perchè di più non si potrebbe!

Vi consiglio di sperimentarlo, è una ricetta davvero particolare e saporita, che vi permetterà di preparare qualcosa di diverso, di sicuro successo, e di cui in molti vi chiederanno la ricetta, proprio per stupire in futuro i loro commensali. E’ meno pasticciato di una lasagna di mare e dal sapore nettamente distinto da un pasticcio con la carne, è un piatto dal gusto nuovo, fresco e consistente, provare per credere!

Frittella, ricetta tipica siciliana, non un dolce di Carnevale!

Finalmente l’ho trovata…. era da un po’ che cercavo la ricetta di questa pietanza…ma non ricordandone il nome era un po’ complicato!

Qualche giorno fa mio marito mi ha portato un fascio di carciofi e, nemmeno a farlo apposta, quel pomeriggio venne a trovarmi una mia zia, la quale, vedendo quei bei carciofi, mi disse:

..a zzia, picchì un ti fai a frittedda?

(nipote mia, perché non fai la frittella?)

Siii, ecco come si chiamava quella pietanza! Frittella! Come avevo fatto a non pensarci!

Mi sembrava di sentirne già il profumo…carciofifavepisellifinocchietto selvatico di montagna…!

Certo, soprattutto in periodo di Carnevale, vi chiederete cosa c’entra la “frittella” con gli ingredienti che vi ho citato sopra…ebbene, non dovete farvi ingannare dal nome, la “frittella siciliana” è un piatto che non ha nulla, ma proprio nulla a che vedere con le frittelle di Carnevale, nè tantomeno con il fritto!

La frittella siciliana (non le frittelle) è una pietanza a base di carciofi, fave e piselli su una base di soffritto di cipolla della quale abbiamo già parlato su Ginger qualche tempo fa ma, in base ai vari paesi di provenienza, questa pietanza, viene “profumata” in maniera diversa, c’è chi utilizza mettevi il finocchietto selvatico di montagna o chi l’agrodolce, ma comunque,gli ingredienti di base sono sempre gli stessi.

Io, la ho sempre mangiata con il finocchietto, quindi eccovi il procedimento per realizzare una delle ricette più antiche, e forse meno conosciute, della tradizione gastronomica siciliana , in versione La Frittella siciliana, va mangiata fredda, ma nessuno vi vieta di mangiarla fumante come corroborante nelle fredde serate invernali.

Ma vi do un’altra idea di come utilizzare la Frittella siciliana:

Fatela saltare in padella con pochissimo olio caldo, unitevi delle orecchiette fresche scolate al dente e servite il tutto con una spolverata di pecorino o di ricotta salata, nella foto   potrete ammirare il risultato di questo delizioso primo.

Buono come primo e piatto unico: linguine con pollo e asparagi

pasta pollo

Un primo piatto tante volte diventa un piatto unico. La maggior parte degli italiani, divisi tra quelli che pranzano fuori e tra chi invece mangia a casa, consumano un primo piatto, un piatto di pasta, a pranzo, per poi aggiungere un secondo e un contorno la sera per cena. Questo tipo di alimentazione può di certo andare bene, soprattutto se magari il pranzo viene anche integrato con delle verdure, e se la frutta fa parte della nostra giornata come spuntino o a colazione. Ma cosa fa di un primo piatto un vero piatto unico?

Un piatto unico è un piatto completo, e non si deve ricorrere necessariamente a preparazioni abbondanti o pesanti per averne uno. Queste linguine (che a vostro gusto possono anche diventare spaghetti o tagliatelle) condite con un sugo composto da pollo (carne), asparagi (verdura) e gorgonzola (formaggio), diventano un piatto ricco e sostanzioso, un vero piatto unico! Il mix è più che riuscito, goloso e cremosissimo!

Salsiccia in umido

salsiccia in umido

Molti credono, sbagliando, che la salsiccia sia da consumarsi, quasi esclusivamente, cotta alla brace!

Qualche tempo fa invece, mia suocera, mi ha insegnato a cucinare un’ottima salsiccia in umido, cotta in tegame!

Devo confessarvi, che in principio, anche io facevo parte di quella schiera di persone che mangiavano solo salsiccia cotta alla brace, ma, vi posso garantire che mi sono ricreduta.

Cotta in questa maniera, la salsiccia, rimane molto tenera, ed il suo sapore si unisce alle verdure rendendole piccanti al punto giusto e molto, ma molto, saporite.

Piatti unici estivi: polpettone al tonno, con patate e acciughe

polpettone-di-tonno

TEMPO: 1 ora e 30 minuti | COSTO: medio | DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: NO | PICCANTE: SI | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI


Questa ricetta appartiene a tutta una serie di sottocategorie che ho già trattato e che si sposano perfettamente con la stagione estiva, quindi, procediamo con ordine e analizziamole tutte, in base al nostro polpettone chiaramente!

Ottimo per una cena tra amici, pratico, perchè si può preparare anche con un giorno di anticipo, andrà conservato in frigo e sarà davvero ottimo anche bello freddo, affettato e adagiato su un piatto da portata. Potrete prepararlo sia se la cena sarà a casa vostra sia se siete degli invitati, vi presenterete a casa dei vostri amici con questo piatto davvero sfizioso, che sarà servito come antipasto o come secondo, e anzi, a dirla tutta, è davvero perfetto per una cena in piedi, come stuzzichino o come parte integrante di un pasto che si consumerà tra le chiacchiere e qualche sano bicchiere di vino.

Ma aggiungiamo ancora qualcosa. Preparatelo, gustatelo, anche in casa con la vostra famiglia, e il giorno dopo sistematelo nella vostra capiente borsa frigo e portatelo al mare! Sarà un pranzo buonissimo, leggero ma sostanzioso, e come detto più volte sarà un’alternativa ai panini o sandwiches che gusterete più frequentemente sulla spiaggia.

Insomma, comodo, pratico, semplice da portare in giro, se un ulteriore aggettivo non fosse anche buonissimo potrebbe quasi essere un accessorio da infilare nella borsa di paglia prima di andare al mare!

Calzoni di verdura, il gusto da scoprire

Siete a caccia di un’idea per un piatto “informale” da preparare come piatto unico per una cena con una coppia di amici? Volete qualche consiglio per preparare qualcosa da poter servire in una festa, che vada bene per tutti, compresi i vegetariani? O più semplicemente avete voglia di preparare qualcosa di diverso per stupire la vostra famiglia?

Bene, forse, ho quello che fa per voi! Ogni tanto mi piace preparare in casa pizze e calzoni, ma non sempre ho il tempo e soprattutto la voglia di fare la pasta. In questo caso, non rinuncio all’idea, ma scendo al panificio sotto casa ed acquisto dell’impasto per pane già bello e pronto!

Qualche sera fa, è stata proprio una di queste occasioni e con la mia ragazza, ci siamo sforzati di trovare delle nuove combinazioni per condire i calzoni, alla fine abbiamo trovato una ricetta che ci è sembrata interessante e l’abbiamo messa in pratica! I Calzoni di verdura.

La Pitta piccante al pomodoro, la sorella calabrese della pizza

La pitta è una specie di pizza o di schiacciata, in base alle regioni in cui è fatta, che può esser condita in differenti modi. A prima vista sembrerebbe una pizza, ma pitta e pizza non sono fatte della stessa pasta!

Nell’impasto della pitta si utilizza dello strutto, che rende la pasta più sostanziosa, da un punto di vista nutrizionale, e meno asciutta rispetto alla pasta della pizza, la pasta della pitta risulta più grassa e più gustosa, certamente non si può considerare un piatto light!

La proposta di oggi è una Pitta piccante al pomodoro, una ricetta che sembrerebbe appartenere alla cucina calabrese, ma non sarei pronto a mettere la mano sul fuoco per affermarne l’origine! Poco importa la provenienza, l’importante e che la ricetta sia di nostro gradimento!

Riso e carote: colore e freschezza in tavola

 

Insalate di riso e piatti affini sono i piatti più ricercati della stagione estiva, freschi leggeri e molto gustosi, e prepararli è veramente semplice!

 

Ma per chi è stanco della tradizionale insalata di riso e vorrebbe sperimentare qualche piatto altrettanto facile da cucinare e comodo da portare in ufficio, perché si mangia freddo, o da conservare, in modo tale da non doversi mettere più volte ai fornelli, può provare: Riso e carote.

 

Un piatto tutto vegetale, così da accontentare anche gli amici vegetariani, molto colorato e, se pur molto semplice, ricco di gusto e sapore. Fatene in abbondanza e conservatelo in frigorifero, così da avere, per qualche giorno, qualcosa di pronto da dover solo mettere nel piatto e portare in tavola!