Il pranzo in spiaggia: prepariamo dei sandwiches

di Claudia 8

Mangiare in spiaggia. I ricordi fioccano come se fosse tornato l’inverno e una bella nevicata della memoria riempisse le strade del mio passato di bambina. Ci sono state davvero mille e mille giornate passate interamente sulla spiaggia, e ogni volta il pranzo era diverso. Panini farciti in molti modi, classici con insaccati e formaggio, ma anche con la frittata, con la carne, con le verdure cotte, e poi i pezzi di pizza, la frutta, l’anguria, il gelato. Non so se ancora adesso funziona così. Io non ho figli per ora e quindi questo aspetto mi manca, e in più il mio lavoro è talmente intermittente che a volte d’estate sono comunque impegnata, oppure, comunque sia, sono davvero molti anni che non passo più intere giornate al mare, avrò avuto 13 anni l’ultima volta, e quindi sono passati anche più di dieci anni. In più devo dire che adesso tutti gli stabilimenti sono in grado di offrire ricchi pranzi, mentre quando ero bambina al massimo si mangiava qualche panino o qualche trancio di pizza, e quindi era sempre meglio prepararsi un bel pranzetto e sistemarlo nella borsa frigo.

Tutti sappiamo come si fa un sandwich, e su questo non ci sono dubbi. Poi c’è chi ne crea alcuni artistici e decorativi, chi si preoccupa solo che il ripieno sia ricco, chi vuole sempre e comunque variare; qui potrete trovare qualche facile suggerimento e qualche piccola ricetta, per poi mescolare sapori e colori come meglio credete per preparare i vostri panini.

Innanzi tutto le salse. Il burro è il “condimento” ideale, se ne può usare pochissimo per garantire la morbidezza costante del sandwich e in più può essere abbinato a delle salse, maionese, salsa rosa, senape, e via discorrendo, ma anche restare da solo e riuscire a condire e ammorbidire senza intaccare troppo il sapore del nostro panino. Riducetelo sempre in crema prima di spalmarlo, così potrete stenderlo in modo più uniforme e con facilità sulla vostra fetta di pane. Tendenzialmente si usa il pan carrè, anche se le fette di pane vanno benissimo lo stesso e in fondo anche i panini, però qui si parla di sandwich, più maneggevoli, più piccoli, se ne possono portare in abbondanza e farcirli in molti modi per un pranzo (o un aperitivo) davvero ricco.

Una volta spalmate le fette, adagiato il ripieno, e chiuso il nostro sandwich (premendo un poco con la mano aperta in modo che le fette aderiscano), ecco che potete decidere se lasciare la crosta o se tagliarla via, rendendo così preciso anche l’eventuale ingrediente (prosciutto ad esempio), che fuoriesce dalle fette. Tutto dipende anche dall’ultilizzo che ne farete, se preparate dei tramezzini per un aperitivo sarà carino renderli perfetti, eliminare il bordo e tagliarli a rettangoli, triangoli o quadratini, se invece li portate al mare potete anche lasciarli più semplici, senza eliminare il bordo che è comunque buonissimo.

Sandwiches al prosciutto

Lavorate il burro (freschissimo) sino ad ottenere una crema, se vi piace mescolatevi un po’ di senape (1 cucchiaino per 100gr. di burro). Spalmatelo sulle fette di pane, adagiate delle fette sottili di prosciutto cotto affumicato e chiudete, premendo bene. Se preferite tritate il prosciutto prima di farcire.

Sandwiches alle uova

Stendete sulle fette di pane il burro ridotto in crema. Adagiate su una parte le fettine di uovo sodo, salatele e poi sistematevi sopra del crescione tagliato a striscioline sottili. Coprite con l’altra fetta imburrata.

Sandwiches al tonno

Mescolate il burro con delle pasta di acciughe, stendete il composto sulle fette di pane e poi adagiatevi il tonno sott’olio tritato e delle fette sottilissime di cipolle, formando uno strato uniforme. Coprite con la fetta imburrata.

Sandwiches al salmone

Pestate, in modo da ottenere una specie di pasta, 50gr. di salmone e mescolateli a 120gr. di burro ridotto in crema. Stendete questo burro sulle fette di pane, sistematevi delle fettine di cetriolo fresco (che avrete precedentemente messo sotto sale), coprite con l’altra fetta.

Se volete portare i vostri sandwiches al mare, e preferite prepararli il giorno prima vi basterà immergere in acqua molto fredda un tovagliolo o un telo (pulitissimo), strizzarlo bene e foderare una tortiera o una casseruola con i bordi alti, badando che il tovagliolo, o canovaccio, copra i bordi. Adagiate poi i vostri sandwiches, copriteli con il tovagliolo stesso, ponete su di essi un tagliere o qualcosa che abbia un peso simile e lasciateli così, al fresco, fino al momento di prenderli (magari anche per servirli in tavola) per sistemarli nella vostra borsa frigo per il pranzo al mare.

Commenti (8)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>