Una ricetta di stagione: le Trofie con fave e pancetta

di Roberto 5

TEMPO: 30 minuti| COSTO: medio| DIFFICOLTA’: bassa

VEGETARIANA:NO | PICCANTE:NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI


L’argomento di oggi mi mette un po’ in confusione! Non che tratti di un argomento scabroso, ma per il semplice fatto che vale la pena soffermarsi a palare di entrambi i due ingredienti principali della ricetta che descriverò. Procediamo con ordine ed iniziamo dal nome: Trofie con fave e pancetta. Spero che adesso capiate da dove scaturiva la mia confusione. Come non soffermarsi sulle trofie, e come non parlare delle fave!

In primis parliamo della pasta. Le trofie, questo particolarissimo formato di pasta tipico della Cucina Ligure, dal nome ambiguo. La traduzione dal nome dialettale trofie vuol dire, infatti, gnocchi! Ma questa pasta con gli gnocchi ha ben poco da spartire, sia per la forma, stretta e allungata in contrapposizione a quella piena e tondeggiante degli gnocchi, sia per gli ingredienti, le trofie si fanno solo con la farina.

La tradizione ligure vorrebbe che le trofie si mangiassero condite con il pesto, ma a noi piace andare fuori dagli schemi e provare nuove combinazioni di sapori. Così arriviamo alle fave ortaggio tipico di questo periodo. In questi giorni, infatti, come vuole la tradizione della Capitale e di alcune località del Sud si iniziano a sgranocchiare le prime fave crude accompagnate al pecorino. Ma adesso basta parlare, e via in cucina a preparare le Trofie con fave e pancetta.

Trofie con fave e pancetta

Ingredienti per 4 persone:

300gr. di pasta formato trofie | 300gr. di fave fresche sgranate | 1 fetta di pancetta di circa 100gr. | 1 cipolla | 1 rametto di timo | olio extravergine d’oliva | sale q.b. e pepe in grani.

LA PREPARAZIONE:

  1. Come prima cosa scottate per pochi minuti le fave in un pentolino con dell’acqua bollente, poi scolatele e passatele sotto un getto d’acqua fresca, quindi privatele della pellicina. Sbucciate la cipolla, lavatela e tritatela. Tagliate la fatta di pancetta a dadini.

  2. Fate scaldare un filo d’olio in una padella e mettete a rosolare la cipolla e la pancetta. Prima che la cipolla prenda colore aggiungete anche le fave. Versate un mestolo d’acqua, mescolate tutto e lasciate cuocere per circa 10 minuti, finché l’acqua non si sarà asciugata e le fave saranno al dente. A fine cottura condite tutto con un pizzico di sale ed un po’ di pepe.

  3. Una volta pronto il condimento non dovrete far altro che porre sul fornello una pentola piena d’acqua e aspettare che inizi a bollire. Poi salare leggermente l’acqua e mettere a cuocere le trofie ed infine scolare la pasta bene al dente.

  4. Saltate a fuoco medio le trofie in padella con il condimento e prima di servirle in tavola, cospargetele con le foglie di tomo.

[photo courtesy of janerc]

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>