Le mele, protagoniste dei dolci di carnevale: gli sgonfiotti e le frittelle

di Ishtar Commenta

Le mele a mio avviso costituiscono uno degli ingredienti più versatili che ci siano. Non solo sono l’ ingrediente fondamentale di tantissimi dolci, classici e non, ma anche di diversi secondi a base di carne, si sposano benissimo con il maiale, e fanno la loro comparsa pure nei primi piatti, tipo i risotti. Ma in questa sede, e considerando che siamo agli sgoccioli, carnevale è ormai quasi arrivato, poniamo l’attenzione su due tipi di dolci tipici di Carnevale, che, come vuole la tradizione sono fritti. Gli sgonfiotti di mele e cannella e le frittelle di mele.

Sgonfiotti di mele e cannella

500 gr farina 00
35 gr lievito di birra
¼ litro latte
60 gr burro
60 gr zucchero
sale
scorza di limone,
2 uova
400 gr mele
70 gr uva sultanina
zucchero e cannella

Setacciare la farina e formare la fontana. Mescolare il lievito con il latte e un cucchiaino di zucchero, versarlo nella fontana e spolverare di farina. Lievitare 15 minuti. Aggiungere il burro fuso raffreddato, lo zucchero, un pizzico di sale, la scorza di limone e le uova al lievito e lavorare tutto. Far lievitare, poi lavorare di nuovo e rilievitare. Dividere la pasta in due parti uguali e stenderle in due rettangoli. Mettete su ogni rettangolo le mele a pezzetti e l’uvetta e arrotolatelo su sé stesso. Ritagliare dai rotoli delle fette di circa 1,5-2 cm di spessore e far lievitare un po’. Friggere in olio bollente e servire spolverizzate di zucchero e cannella.

Frittelle di mele

400 gr di farina
250 gr di latte
100 di uvetta
3 mele ranette
2 uova
1 bustina di lievito
1 arancia
1 limone grattugiato
sale e rum q.b.
Grattugiare le mele. Bagnare le uvette nel rum. Unire alle due uova lo zucchero, il latte le mele le uvette la buccia grattugiata del limone e dell’arancia, infine la farina con il lievito. Formare con due cucchiai del palline e friggerle nell’olio di arachide profondo. Spolverizzare con zucchero a velo.

Photo courtesy of: alino1955