Carciofi e patate a sfincione: un piatto D.O.C. della tradizione Palermitana

di Roberta Chiarello 1

patate e carciofi a sfincione 

Avete mai sentito parlare di “Sfincione”?

Bé, lo Sfincione è una “pizza”, anche se vi assicuro, qui chiamarla pizza è un’eresia, tipica Palermitana.

Non esiste posto al mondo dove potrete trovare lo Sfincione se non a Palermo!

Ciò che rende particolare lo sfincione è, sia la pasta, soffice ed abbastanza spessa e spugnosa, sia il condimento fatto con acciughe, cipolla, caciocavallo, pomodoro ed in fine pan grattato e origano.

Questo tipo di condimento però è utilizzato, sempre dai palermitani, per condire teglie di patate….da qui, “le Patate a Sfincione” oppure teglie di patate e carciofi da qui…la nostra ricetta!!

 Se volete quindi portare in tavola, data la stagione dei carciofi, un po’ della mia bella Palermo, seguite passo passo la mia ricetta e vi assicuro che:

 “nuddu arresterà riuno….” (nessuno resterà digiuno)

 

Una precisazione va fatta però, in questa ricetta va aggiunto l’origano, e anche in gran quantità, ma io essendo intollerante, non ho potuto metterlo.

L’origano va aggiunto sia alla salsa di pomodoro, sia sopra la teglia insieme al caciocavallo e al pan grattato.

Se vorrete assaporare a pieno questa specialità tutta Palermitana, non posso che consigliarvi di bere un vino, siciliano ovviamente, quale il Cerasuolo di Vittoria delle cantine Planeta. Un rosso ciliegia (da cui il nome; le ciliegie in siciliano vengono chiamate “cerase”) dal carattere molto forte e deciso, per via del suo grado alcolico; è un vino dal sapore asciutto, caldo, armonico, rotondo, pieno , in una sola parola avvolgente….attenti però a non esagerare!