Brunch: ricette veloci

Brunch ricette veloci

Tra le numerose abitudini che abbiamo importato dall’America c’è anche quella di preparare il brunch del week end. A metà tra una colazione ed un pranzo è uno dei momenti più piacevoli che esista, specie per chi lavori tutta la settimana e sabato e domenica abbia il bisogno fisiologico di prendersela comoda. Se siete in cerca di ricette veloci per il brunch, che poi è proprio quello di cui si necessita, (perchè stressarsi la vita ai fornelli di domenica mattina quando tutto ciò che si vorrebbe è poltrire gustando qualcosa di super goloso?) siete nel posto giusto. Ecco qualche idea dolce e salata.

Pancake alla farina di grano saraceno

Pancake farina grano saraceno

Ecco i pancake alla farina di grano saraceno. Avevo questa confezione di farina di grano saraceno acquistata qualche tempo fa e per la verità anche aperta, dovevo quindi assolutamente trovare un’idea su come impiegare la restante parte ingegnandomi in qualche modo quando la scelta è caduta sui pancake.  Io li amo, e prendendo al volo l’arrivo del weekend li ho preparati per il brunch. Risultano abbastanza rustici, io li ho adorati servendoli inizialmente con della panna acida e cedendo alla fine anche a dei salumi vari.

Frittelle di patate: ricetta trentina

Frittelle patate ricetta trentina

Che cos’hanno di particolare queste frittelle di patate? Che sono preparate seguendo la ricetta trentina. Si presentano come delle schiacciatine fritte a base di patate affettate molto sottilmente, oserei dire grattugiate, in un impasto a base di cipolle, uova, farina e poco altro. Il risultato? Frittelle croccanti e dorate alle quali è impossibile resistere. Tra l’altro sono anche più veloci da cuocere per via della consistenza del composto. Ottime come secondo piatto veloce piacciono molto anche ai bambini e sono ideali da servire durante il brunch del fine settimana.

Un antipasto senza glutine, la brioche salata con provola affumicata.

La brioche salata sembra quasi una contraddizione. In realtà io trovo che sia un antipasto particolare e gustoso, perfetto da servire all’inizio di un pasto tagliata a fette, al posto dei soliti stuzzichini. Questa è la ricetta di una brioche salata, nota anche come “Babà rustico”, ottima servita a fette per un buffet, o per una cena diversa, oppure potete prepararla per uno spuntino speciale o il pranzo fuori di casa. Io la preparo spesso nei periodi più tiepidi dell’anno, tempo di picnic all’aperto, di gite fuori porta, di brunch in terrazza, di festicciole in giardino. E’ una soluzione facile e saporita, perchè contiene anche un cuore di formaggio e prosciutto e poi non è per niente difficile da realizzare. Il babà rustico è un classico della tradizione napoletana e come accade per tutte le preparazioni tradizionali, ognuno ha la propria ricetta. Si tratta di una brioche rustica, farcita con formaggio, prosciutto, oppure salame o mortadella. E’ un piatto che affonda le sue radici nella tradizione culinare campana ma è una ricetta ben nota in tutta l’Italia. Questa è più o meno la mia ricetta, rivisitata da un’amica che ha escogitato la variante senza glutine.

La preparazione della brioche salata è abbastanza semplice, ma serve un pochino di tempo di lievitazione per consentire alla pasta della brioche di diventare alta e soffice. Nella ricetta che leggerete, troverete un ripieno a base di provola affumicata e prosciutto. Però se volete fare qualche variazione e assecondare i vostri gusti, spazio alla fantasia! Potete farcire questa briosche salata con il prosciutto crudo oppure con lo speck e con il galbanino oppure il formaggio groviera.

I muffin all’arancia

Dopo questi giorni di festa tendenzialmente siamo stremati! Sia per quanto riguarda il cibo e l’idea di doversi comunque nutrire in qualche modo, considerando che tra un po’ arriva anche il Capodanno e si ricomincia! E poi stare seduti, un po’ di noia, i bambini che urlano… si, lo so, sto analizzando solo gli aspetti negativi del Natale, ma lo aspettiamo sempre con ansia per poi arrivare la sera del 26 dicembre completamente saturi e distrutti! Saturi anche di cibo, e distrutti e senza voglia di pensare al mangiare, ma se vi sono rimaste ancora un po’ di energia preparate questi muffin, anche due teglie raddoppiando gli ingredienti, saranno ottimi per un bruch, ottima soluzione se siete a casa dal lavoro e volete alzarvi tardi con la famiglia e mangiare poco. Buonissimi poi anche per colazione o per merenda, o per offrire qualcosa agli amici che passano per le feste e non ne possono più di panettoni e pandori!

Tiramisù alle fragole… con il latte alle fragole!

Ecco una ricetta alternativa e molto molto veloce per la preparazione del tiramisù alle fragole. Credo proprio di aver già detto in più occasioni che non sono un’appassionata, né per quanto riguarda la preparazione né a livello di gusti e preferenze, dei dolci freddi e semifreddi, quelli che si mettono in frigo e non in forno, il cheesecake ad esempio è una delle mie più note preparazioni ma ci tengo ben a precisare che io mi riferisco a quello cotto, e non alle sue varianti che vanno dritte dritte in frigo! Detto ciò, il mio fidanzato adora il tiramisù e lo prepara molto bene, quindi mi è capitato di mangiarlo spesso a cene o pranzi con gli amici, ma nonostante questo, non ne sono una gran fan. Questa ricetta alternativa però la trovo simpatica, visto che andiamo ad intingere i savoiardi nel latte alle fragole, quindi il tempo che comunemente si perde a preparare i caffè, o in questo caso a mettere insieme un composto di fragole che sia succoso e dolce, bè, viene eliminato, perchè il latte alle fragole si compra al supermercato!

Il plumcake agli spinaci e tonno per un secondo goloso

Buondì, oggi vorrei variare sul tema secondi: niente fettine di carne, niente gratin, ma un plumcake, precisamente il plumcake agli spinaci e tonno. Si tratta di una preparazione molto golosa, io ho un debole per plumcake e torte salate e questo è assolutamente da riprovare. L’abbinamento tra tonno e spinaci è perfetto, il plumcake che viene fuori è molto gustoso.

La preparazione del plumcake prevede innanzittutto la cottura degli spinaci con la cipolla precedentemente soffritta. Una volta cotti dovranno essersi perfettamente raffreddati prima di essere aggiunti all’impasto. Mentre a parte dovranno essere mescolati la farina, le uova, il latte, l’olio (io a dir la verità ho ridotto la dose a 70 ml, anzichè 100) ed il resto degli ingredienti. Per ultimi gli spinaci ed il tonno sgocciolato e sbriciolato. L’impasto dovrà cuocere in forno per circa 40 minuti.

Torte dolci, prepariamone una ai pistacchi e formaggio

Vi propongo questa torta che in fondo è un po’ una via di mezzo tra il dolce e il salato, anche se a dire la verità la predominanza del dolce rispetto alla presenza dei pistacchi si fa sentire. L’ho preparata una sola volta e penso di aver scelto l’occasione giusta, anche proprio come momento conviviale. Una serata culturale, con un apericena, come si suol dire, che prevedeva dolce e salato, aperitivi e vini, e che durava fino a tarda sera, quindi il cibo era importante per i momenti di pausa. Ho portato una classica torta salata, con funghi e salumi, e poi ho deciso di preparare questa torta. Ha avuto piuttosto successo, anche se devo confessare che visto il sapore particolare ha lasciato un po’ di stucco chi non ama la via di mezzo tra i sapori decisi e quelli delicati e tra il dolce e il salato. Però a tutti gli altri è piaciuta molto!

La torta allo yogurt e mele di Cotto e Mangiato

Ancora una torta di mele? Si, ma si differenzia da quelle classiche per la presenza dello yogurt e delle nocciole tritate all’interno dell’impasto. Si tratta della torta allo yogurt e mele proveniente dalla fortunata rubrica di Italia 1, Cotto e Mangiato, seguitissima dagli/dalle appassionate di cucina e condotta dalla dolcissima Benedetta Parodi.

La torta allo yogurt e mele, come dicevo qualche riga sopra, contiene al suo interno lo yogurt, che contribuisce ad aumentare la morbidezza della torta,  e le nocciole tritate, che arricchiscono di gusto il suo sapore. La torta allo yogurt e mele si prepara procedendo normalmente come per la maggior parte delle torte: si montano le uova con lo zucchero, si aggiungono lo yogurt ed il burro liquefatto, le nocciole tritate ed infine la farina setacciata con il lievito. Si amalgama bene e poi si passa in forno per circa 30 minuti a 180C°.

La torta all’arancia con il gelato al cioccolato


Una mia cara amica sostiene sempre questa regola d’oro: se hai molte persone a cena allora prepara solo alcune cose ed altre prendile già fatte. So che vi può sembrare strano ma io trovo che sia davvero una regola eccellente, si tratta in fondo di semplice buon senso e vedrete che vi aiuterà a godervi maggiormente la serata e a non stancarvi in modo esagerato. Ed allora proprio seguendo questa regola ho pensato a questo dolce che io trovo davvero fotonico in tutti i sensi: é buonissimo, é versatile e se prepara rapidamente. L’unico suggerimento é che dovete avere o una planetaria o delle ottime fruste elettriche da pasticcere. Per quanto riguarda poi il gelato al cioccolato acquistatelo dal vostro gelataio di fiducia e mi raccomando che sia fondente, perché in questo modo metterà ancora più in risalto l’aroma di arancia della torta.

I muffins salati con cipolle e pancetta

Avete voglia di sapori rustici e non avete molto tempo a disposizione per soddisfare questa voglia? Forse ho la soluzione che fa per voi: i muffins alle cipolle e pancetta. I muffins alle cipolle e pancetta sono infatti abbastanza veloci da preparare, solo la cottura della cipolla vi richiederà qualche minuto in più, ma nel complesso la ricetta di questi muffins resta comunque veloce.

La fontina può essere sostituita, anzi, in realtà, la ricetta originale lo prevedeva espressamente, dal cheddar, un tipico formaggio di origine inglese a pasta dura. Io, non avendo avuto la fortuna di trovarlo, pare che non sia semplice, l’ho sostituito con un altro tipo di formaggio. Se foste più fortunati di me vi consiglio di utilizzare quello. Quando andrete a versare l’impasto dei  muffins alle cipolle  e pancetta dentro gli stampini, ricordatevi di riempirli per 2/3 altrimenti l’impasto fuoriuscendo li renderà esteticamente non perfetti e addio tanto amata forma a cupoletta.

Il Cake alle Zucchine, perfetto per un brunch autunnale


Adoro i cake li trovo davvero perfetti da gustare ad un bel brunch tra amici. Il Cake alle Zucchine e Bacon é poi tra i miei preferiti in assoluto. Mi piace molto l’accostamento del dolce delle verdure con l’affumicato del bacon, poi per dare un tocco in più aggiungo anche della farina di grano saraceno ed un pizzico di paprika. Volendo potete anche organizzare un intero Brunch a base di Cake dolci e salati, accompagnati da tè e caffè. Per le farciture potete sbizzarrirvi come preferite, dalle verdure, alle spezie, al salmone ai salumi. E per quanto riguarda quelli dolci potete divertirvi con la frutta, ad esempio con i fichi, e terminare con la cioccolata bianca. Anzi nella versione dolce potete anche provare con zucca, mandorle e scorza d’arancia. Insomma come avrete capito date sfogo alla fantasia!

La schiacciatina di zucchine per una leggera pausa pranzo

Io ho la fortuna di avere una pausa pranzo piuttosto lunga, ed abitando a 5 minuti dall’ufficio posso tranquilllamente pranzare a casa, ma so che sono in molti quelli a doversi arrangiare a lavoro, spesso consumando cibi da fast food e panini. Ora, nonostante mi renda conto che ciò non sia una scelta ma più che altro una costrizione, mangiare ogni giorno questo tipo di preparazioni potrebbe, a lungo andare, nuocere alla nostra salute ed anche, ahimè, alla nostra linea.

Ecco perchè dopo aver preparato questa schiacciatina di zucchine ho pensato che potesse costituire una valida alternativa per la pausa pranzo in ufficio. E’ leggera, facilissima da preparare e con pochi e semplici ingredienti, ossia zucchine, acqua,  farina e olio otterremo un piatto davvero eccezionale. Il bello della schiacciatina di zucchine consiste nella sua praticità: si trasporta facilmente, si presta a diverse varianti, potete arricchirla con gli ingredienti che preferite e, se avete la fortuna di essere dotati di un microonde in ufficio potete gustarla come appena preparata.