4 idee per fare le fragole ricoperte di cioccolato FOTO

Le fragole ricoperte di cioccolato rappresentano nell’immaginario collettivo dei dolcetti golosi ed invitanti. Si preparano con soli due ingredienti ed una volta portate in tavola non fanno altro che convogliare su di loro l’attenzione di tutti i commensali. Io le trovo la soluzione più semplice ed immediata per il dessert di fine pasto. Sono a prova di principiante e risultano adatte sia ai bambini che agli adulti. Ecco a questo proposito 4 idee per ricoprire le fragole di cioccolato in maniera sempre diversa, con annesse foto.

Dolci con avanzi di frutta secca, i fudge

Dolci avanzi frutta secca fudge

Vi sarà certamente rimasta in casa una discreta quantità di frutta secca mista, avanzata dalle feste, e nel caso in cui ciò non sia avvenuto vale proprio la pena acquistarla per l’occasione. Quale? La preparazione dei fudge alla frutta secca ovvero dei simil cioccolatini scioglievoli ed estremamente golosi a base di cioccolato e latte condensato. Si tratta di dolcetti perfetti da servire con il caffè o anche dopo cena per un piacevole momento di relax casalingo. I fudge non richiedono particolare abilità nè sforzo in cucina, ma dovrete aspettare che riposino in frigo un paio di ore prima di tagliarli e gustarli.

Frutta secca, proprietà e valori nutrizionali

Frutta secca proprietà  valori nutrizionali

Mangiare ogni giorno una piccola quantità di frutta secca risulta utile per la nostra salute. Prima di passare alle proprietà ed ai valori nutrizionali è opportuno fare una distinzione tra frutta secca glucidica, ricca di zuccheri e povera di grassi, la prima che tratteremo, e quella lipidica contenente al contrario una maggiore concentrazione di grassi rispetto agli zuccheri. Facendo un paragone con la frutta fresca, quella secca glucidica è ricca di fibre e sali minerali ma di contro contiene un’alta percentuale di zuccheri, ecco perchè è bene andarci piano, specie se si è a dieta. Ancora questo tipo di frutta secca è particolarmente consigliato da consumare a colazione, per trarne la giusta dose di energia necessaria per affrontare la giornata.

Cosa mangiare dopo aver fatto palestra

Cosa mangiare dopo palestra

Qualche giorno fa abbiamo visto cosa mangiare prima di andare in palestra oggi invece andiamo a scoprire cosa consumare dopo l’allenamento. Quello dell’alimentazione dopo la palestra è un argomento piuttosto complesso specie se pensiamo che spesso ci si allena la sera e di conseguenza ci si ritrova a cenare poco prima di andare a letto. D’altra parte la palestra è per molti un motivo di svago, un’ottima occasione per poter scaricare i nervi dopo una dura giornata e dati i turni di lavoro non hanno la possibilità di scegliere un altro orario. Ecco qualche piccolo suggerimento utile su cosa mangiare dopo aver fatto palestra ed allenamento in genere.

Fruit cake, ricetta originale

Fruit cake torta Natale britannica

Anche se Natale è passato da un pezzo sono sicura che in casa avrete qualcosa che ve lo ricorda ancora, come ad esempio qualche panettone ancora da aprire o qualche confezione di frutta secca. Io ne ho diverse a dire la verità, di diversi tipi, e cercando sul web una ricetta di un dolce che ne contenesse una dose spropositata, così da farne fuori la maggior quantità possibile, mi sono imbattuta nella fruit cake, ovvero una torta di frutta (secca e candita) britannica. Una torta che definire ipercalorica sarebbe riduttivo. E’ un concentrato di uvetta, noci, ribes, mirtilli, fichi, albicocche e prugne secche, ed infine tanta frutta candita, che solitamente viene preparata durante le festività natalizie, ma che io non ho potuto esimermi dal farlo ora.

Torrone al cioccolato e nocciole

Torrone cioccolato nocciole

Dite la verità, avete anche voi una quantità industriale di frutta secca da smaltire? No perchè io avrei in cucina quasi un kg di nocciole. Eh già, comprate in abbondanza in vista delle feste mi sono pure state regalate, ecco il perchè di questa invasione. Ma non mi do certo per vinta. Ed ho già trovato la soluzione adatta per utilizzarle nella preparazione di un dolce che adoro (lo so, l’avrò ripetuto decine di volte nell’ultimo periodo): il torrone al cioccolato e nocciole.

Avanzi di frutta secca: come utilizzarli

Avanzi frutta secca come utilizzarliCome ben si sa la frutta secca è una grande protagonista delle festività natalizie: mandorle, nocciole, noci, pistacchi, ma anche datteri, uvetta, fichi secchi, non mancano mai sulle nostre tavole. E’ anche vero però che non tutta viene consumata, per ovviare all’inconveniente ecco una serie di ricette con gli avanzi di frutta secca che vi aiuteranno a smaltirla tutta con gusto e con preparazioni sfiziose. Eccole, suddivise per portata.

Pranzo di Natale 2012, niente avanzi quest’anno

Pranzo Natale 2012 niente avanzi

Natale è appena trascorso, la maggior parte degli italiani, 9 su 10, come consuetudine l’ha passato in famiglia davanti ad una tavola imbandita di ogni ben di Dio. E’ tradizione preparare pranzi luculliani che richiedono tempo e fatica, ma anche un budget non indifferente. Da un’indagine condotta dalla Coldiretti in collaborazione con la Swg è emerso che quest’anno gli italiani hanno speso ben 2,5 miliardi per organizzare il pranzo del 25 dicembre. Il 10 % in più rispetto allo scorso anno. Un dato che potrebbe ben farci sperare.

Pasta ai formaggi e frutta secca

pasta formaggi frutta secca

Sono un’appassionata di formaggi e se non fosse perchè un po’ di attenzioni alla linea sono necessarie, ne mangerei in continuazione. Ecco perchè nel mio frigo non mancano mai due o tre pezzi di formaggio, da mangiare con una fetta di pane a merenda oppure da utilizzare per cucinare, specialmente se ne restano solo pochi pezzi. La pasta ai formaggi e frutta secca io la considero un piatto della cucina degli avanzi, perchè la faccio sempre quando in frigo restano dei pezzi di formaggio che non saprei come utilizzare altrimenti. E la mia pasta non è mai la stessa, perchè in genere i formaggi possono facilmente essere sostituiti a seconda delle esigenze e di quello che ho in dispensa. Voi provate questa versione, è squisita!

Le cartelle per la Tombola di Ginger & Tomato da scaricare gratis!

Cartelle tombola Ginger Tomato scaricare

Nonostante con il passare degli anni l’attesa per il Natale diventi sempre meno impaziente, c’è una cosa a cui non riesco proprio a rinunciare: una partita a tombola, in famiglia o con gli amici non importa, l’importante è trascorrere qualche ora in compagnia aspettando con trepidazione l’uscita dei numeri giusti. Ogni anno è immancabile l’appuntamento con questo amato gioco da tavola che viene da sempre associato al Natale. Quest’anno Ginger ha pensato di farvi un “regalo”, le cartelle per la tombola personalizzate!

Gli Spinaci Gratinati un contorno sfizioso tutto invernale

Dopo tutte le mangiate di carne e pesce che ci hanno accompagnato in queste feste, devo dire che sono decisamente alla ricerca di piatti di verdure sostanziosi e gustosi per sfamarmi, ho come il desiderio di disintossicarmi delle gran quantità di arrosti che ho mangiato. Ed allora ho ripescato questa vecchia ricetta a base di verdure e formaggi che mi piace enormemente e che secondo me é perfetta da gustare in una fredda sera d’inverno: gli spinaci gratinati. Si tratta di un contorno molto ricco e nutriente, grazie soprattutto alla presenza della besciamella e dell‘asiago ma davvero entusiasmante come sapore e gusto. Un contorno golosissimo che piacerà davvero a tutti anche ai bambini e che va gustato rigorosamente bollente. Devo dire però che considerando il periodo post-feste e la ricchezza degli ingredienti che lo compongono gli spinaci gratinati possono essere considerati una via di mezzo tra un secondo piatto ed un contorno.

Cupcake all’albicocca e crema di burro allo zenzero

Ecco una ricetta che potrete realizzare di questi tempi utilizzando le albicocche essiccate oppure che potrete mettere da parte e tirare fuori quando arriverà la bella stagione e le albicocche belle, fresche e sode saranno pronte ad aspettarvi sui banchi dei mercati! In generale comunque i cupcake vanno sempre bene per ogni occasione, cene e feste, compleanni e occasioni speciali, ma sono perfetti anche per la colazione, il brunch e la merenda, insomma, chi più ne ha più ne metta e soprattutto date libero sfogo alla fantasia quando parliamo di questi dolcetti, must americano che ormai ha preso piede anche in Italia!

Per la finitura finale andate a dare un’occhiata dopo la ricetta, si parla di creme e decorazioni!

Dolci per le feste: barrette alle carote e frutta secca

Se posso permettermi vorrei dedicare questa ricetta in particolare alle famiglie del sud, napoletane per lo più (quando si avvicinano le feste le mie origini pulsano dentro, anche se adoro la vita piemontese), perché nei miei ricordi di bambina, ma anche di ragazza, e nei ricordi legati ad una profonda amicizia con una famiglia con un padre medico, la quantità di doni culinari che iniziavano ad arrivare in questo periodo tra quelle mura era imbarazzante. Era usanza, ma secondo me lo è ancora adesso, e non solo a Napoli e non solo al sud, quella di regalare panettoni e pandori, o struffoli e dolci tipici fatti in casa, al medico di famiglia, e anche composizioni con frutta secca e varie. Il risultato è che in questo modo le famiglie che hanno un dottore in casa si ritrovano con centinaia di “presenti” da assaggiare, che a volte sono pessimi, a volte gustosi, ma sicuramente sempre troppi! Questa ricetta è una buona soluzione per smaltire la frutta secca, che proprio a Napoli tende ad accumularsi fino a straripare tra Natale Capodanno, e allora seguite il consiglio e preparate queste barrette, che vi aiuteranno a smaltire un po’ di accumuli in eccesso!

Dolci biscotti per le feste: le gocce di roccia

Pasticcini particolari queste gocce di roccia, il cui nome rende perfettamente l’idea di quello che poi ci aspettiamo quando i dolcetti sono pronti e li tiriamo fuori dal forno: delle rocce in miniatura, una forma irregolare arricchita dal ripieno di uva sultanina e ciliegie candite, che rende il tutto ancora più gustoso.

Inutile dirvi che visto l’avvicinarsi delle feste, e quindi l’aumentare della frutta secca tra le mura domestiche, nessuno vi impedisce di provare a farcire questi deliziosi dolcetti con le albicocche o le prugne secche, oppure con i fichi, sempre secchi e inoltre, perché non utilizzare anche noci, nocciole o mandorle a completare il tutto? Ecco quindi che una ricetta semplice come questa si presta a moltissimi arricchimenti e proprio le feste che si avvicinano possono essere un validissimo spunto creativo.