Ricetta con gli avanzi del panettone: prepariamo un budino

di liulai 6

 TEMPO: 1 ora e 15 minuti | COSTO: basso | DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: SI | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI

Ad ogni Natale si ripresenta il solito problema (se di problema possiamo parlare): che cosa fare del panettone avanzato? Certamente molti di voi mi potrebbero suggerire di mangiarlo, tuttavia oltre a trovarlo un po’ scontato come consiglio il panettone, una volta aperto, perde la sua fragranza e si indurisce un pochino. Così di solito, qualche giorno dopo le feste di natale, preparo il budino di panettone ed in men che non si dica tutto il panettone che era avanzato dai giorni precedenti termina. Volete sapere come si prepara?  Eccovi accontentati!


Budino di panettone

Ingredienti per 4 persone:

 200gr di panettone leggermente secco | 200gr di zucchero | 4 uova | 1lt di latte intero | 4 cucchiai di rum | 1 pezzetto di cannella | la scorza di 1/2 limone | 20gr di burro

LA PREPARAZIONE:

  1. Ungete con il burro uno stampo per budini senza foro centrale, quindi tagliate il panettone a fette, spruzzatele con il rum e foderatevi lo stampo.

  2. Versate in una piccola casseruola il latte con la scorza di limone e la cannella e portatelo a ebollizione; nel frattempo sbattete in una terrina le uova con lo zucchero. Lasciate intiepidire il latte, filtratelo, versatelo nella terrina con le uova sbattute, mescolando con un cucchiaio di legno perché non si formino grumi, e travasate il composto nello stampo.

  3. Fate scaldare dell’acqua in un recipiente più largo ma più basso dello stampo di circa 4 centimetri, poi immergetevi lo stampo stesso, passate in forno preriscaldato a 190 °C e fate cuocere il dolce a bagnomaria per un’ora circa, badando che l’acqua del recipiente sia sempre caldissima, senza però arrivare a bollitura. Servite il budino di panettone sia tiepido, sia freddo, a vostro gusto.

Commenti (6)

  1. Questa ricetta dev’essere buonissima!! Credo che il limone, unito al latte, dia una nota spiccatissima e io adoro la presenza dell’aroma del limone nei dolci. Li rende particolarissimi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>