La Frollata all’uva, un dolce autunnale

frollata uva dolce autunnale

Oggi ci dedichiamo alla preparazione di una deliziosa e semplice torta alla frutta arricchita di una gustosissima farcitura di crema. Il tutto da realizzare in maniera molto semplice, sfruttando le rapide opportunità messe a nostra disposizione dalle industrie alimentari e facilmente reperibili nei banconi frigo dei supermercati. Per preparare la Frollata all’uva, occorrono, infatti, due fogli di pasta frolla … certo, sarebbe meglio prepararli da noi, ma oggi non ho proprio tempo ed ho voglia di un buon dolce caldo. Quindi per la Frollata all’uva attrezzatevi, scendete al supermercato e oltre alla pasta sfoglia acquistate dell’uva e se non le avete in frigo delle uova … il resto degli ingredienti dovreste trovarlo in dispensa.

Ricette dolci, millefoglie alla frutta

Oggi abbiamo scelto una ricetta davvero ottima. Prepareremo insieme la millefoglie alla frutta. Questo dolce è uno dei miei preferiti. Abbiamo scelto di utilizzare come frutta i lamponi, i kiwi e le pesche ma potrete utilizzare quello che preferite. La bellezza di questo dolce sta proprio nel fatto che può essere farcito con qualsiasi tipo di ingrediente e risultare comunque sempre buonissimo. Noi faremo della crema semplice a base di uova e latte ma se volete divertirvi anche altre volte provate a realizzare altre gustose varianti. Che ne dite di una millefoglie alle pere e cioccolato? Oppure di una più semplice alla fragole? Potrete davvero dar sfogo alla vostra fantasia e fare una bellissima figura con i vostri ospiti.

Le torte per Halloween

La forza di Halloween arriva anche dritta dritta dai dolcetti. Ci siamo appassionati a questa festa che non ci appartiene, se non in un modo completamente diverso, e l’abbiamo fatta nostra, dando il via a uno dei soliti boom consumistici verso i quali il nostro paese non può mai fare a meno di farsi tirare dentro! A questo proposito se parliamo di dolci non possiamo certo sottovalutare l’evento, e se avete in mente una cenetta o una festicciola a tema il 31 ottobre si avvicina e quindi dovete iniziare a destreggiarvi con le decorazioni! Proprio come in passato, quando si tratta di decorazioni, vi consiglio sempre di fare qualche prova prima, ci vuole un attimo a rovinare la torta più buona del mondo con una glassa che casca e un pupazzetto che si scompone… ve lo dice una che in queste cose è una totale imbranata e quindi, se con un po’ di tentativi ci riesco io potete farlo proprio tutti!

La torta all’arancia con il gelato al cioccolato


Una mia cara amica sostiene sempre questa regola d’oro: se hai molte persone a cena allora prepara solo alcune cose ed altre prendile già fatte. So che vi può sembrare strano ma io trovo che sia davvero una regola eccellente, si tratta in fondo di semplice buon senso e vedrete che vi aiuterà a godervi maggiormente la serata e a non stancarvi in modo esagerato. Ed allora proprio seguendo questa regola ho pensato a questo dolce che io trovo davvero fotonico in tutti i sensi: é buonissimo, é versatile e se prepara rapidamente. L’unico suggerimento é che dovete avere o una planetaria o delle ottime fruste elettriche da pasticcere. Per quanto riguarda poi il gelato al cioccolato acquistatelo dal vostro gelataio di fiducia e mi raccomando che sia fondente, perché in questo modo metterà ancora più in risalto l’aroma di arancia della torta.

La Torta alle Pere per una dolce colazione


Le prime pere della stagione sono davvero deliziose. Non troppo mature ma dolci al punto giusto, perfette per preparare una buonissima torta da colazione da gustare con le persone che amate. Tra l’altro in autunno trovate ancora delle pere non troppo grandi dalle quali potete ricavare delle fettine sottili e lunghe che renderanno ill vostro dolce anche bello e vedersi oltre che buono a mangiarsi. Io vi consiglio di far marinare le pere con un pochino di zenzero in polvere, del miele e del succo di limone per almeno 30 minuti prima di metterle nella torta, ma se non vi piace lo zenzero allora cambiate tranquillamente spezia. Oppure in alternativa mettetene giusto una punta di cucchiaino, in questo modo vi abituerete gradatamente al sapore pungente e aromatico tipico di questa spezia. Infine poi spolverizzate il tutto con abbondante zucchero vanigliato e gustatela a colazione con una buona tazza di tè.

Torta al grano saraceno


Io non sono una grande amante dei dolci ma faccio un’eccezione per la pasticceria Alto-Atesina ed in particolare per questa torta di grano saraceno. La ricetta l’ho presa da un libricino locale acquistato a Bressanone in una delle mie numerose incursioni. Vi confesso che adoro quei posti e Brixen é in assoluto uno dei miei luoghi preferiti. Comunque a parte i miei gusti personali vi invito davvero a provare questa torta. Il suo sapore é molto particolare perché sarà dato non solo dalla farina di grano saraceno ma anche dalla frutta secca, le mandorle in particolare e dal forte contrasto con la marmellata di mirtilli rossi. Spesso questa marmellata non si trova facilmente quindi vi lascio un’indicazione: se abitate in un posto con l’Interspar-Despar loro ce l’hanno, oppure mi dicono che l’abbiano anche alla Lidl. Se proprio non la trovate allora riversate sulla marmellata di lamponi, ma con i semi mi raccomando!

Cake alla marmellata con il “Quatre-Quarts”

cake marmellata3

Ed eccoci all’ultimo post sui Cake, almeno per questo periodo. La base di questo é piuttosto diversa da quella dell’altra volta. Infatti prevede l’utilizzo della ricetta francese del “quattro-quarti”, ovvero del pari peso dei quattro ingredienti fondamentali di ogni torta: uova, farina, burro, zucchero. Come già ho avuto modo di sottolineare la pasticceria francese é davvero straordinaria, ha poche regole ferree per ottenere risultati eccellenti.  Nel noto libro “Cake dolci e salati” della Chovancova, l’autrice suggerisce anche una versione “alleggerita” del quatre-quarts ma sinceramente se volete fare un dolce fatelo esattamente come va fatto. Magari ne mangiate di meno se siete a dieta, ma almeno godetevelo per benino. Ad ogni modo la ricetta base del quattro-quarti é comunque una gran cosa perché secondo me si presta molto bene ad essere farcito. In questo caso io ho utilizzato della marmellata a strati, ma potete tranquillamente sostituirla con delle pere, piuttosto che con le mele oppure quando sarà stagione con i fichi.

Le torte decorate e la crema ganache

gingerbread house
Sono sicura che anche voi, come me, siete alla ricerca di idee visive, e non, per decorare le vostre torte. Ecco allora che sono andata alla ricerca (non in maniera disinteressata in realtà, perchè servivano anche a me) di immagini di torte da cui prendere spunto, soprattutto in vista delle prossime feste. Sapete com’è vorrei fare una bella figura portando in tavola un dolce spettacolare da far restare a bocca aperta tutti, grandi e bambini. E devo dire che cercando in rete ci sono una miriade di decorazioni dalle quali prendere spunto. E per di più sono assolutamente fattibili in casa, certo, ci vuole un pò di manualità, e dopo qualche prova disastrosa, ci sono riuscita anch’io.

Una galleria di immagini per le torte più belle del web!

Torte (7)

Quando ci troviamo davanti a delle torte così belle, decorate, a piani, non possiamo far altro che restare a bocca aperta e chiederci se le nostre mani saranno mai in grado di preparare qualcosa del genere. Certo, alcune/i di voi probabilmente hanno molta dimestichezza con le glasse e con il fondente di zucchero, con le decorazioni in generale e con la Sac à Poche, però se guardate queste immagini vi rendete conto che vengono fuori proprio dalla mano di un artista, una persona nata per decorare dolci e per lasciare sbalorditi i bambini, i ragazzi e anche gli adulti che si troveranno di fronte questi capolavori di vera e propria arte culinaria.

Io credo che l’inventiva c’entri poco, alla fine se si ama qualcuno, che sia un figlio, un compagno, un genitore o un amico ci vengono fuori mille possibilità per decorare un dolce, così come per un giorno speciale non ci facciamo problemi a preparare loro il piatto preferito o a portarli a cena nel ristorante prediletto o anche a comprargli quel regalo che proprio desideravano. Ma per dar forma a certe torte ci vuole abilità esperienza, e anche tanta tanta pazienza!

Nodi, cuoricini, chitarre, motorini, camper, uomini e donne in piedi o distesi, e poi meravigliose le torte per le bambine e le ragazzine, tenere e colorate, delicate. Se ci pensate poco importa cosa si nasconde dentro questi capolavori, ci sarà del Pan di Spagna, un ripieno di crema, cioccolato, fragola o nocciole, pensate all’effetto che può dare affondare un coltello in tutto quello zucchero e poi lentamente arrivare al morbido impasto: una delizia per gli occhi e per il palato!

Torte nuziali, avete già scelto la vostra?

wedding cake

 

L’organizzazione di un matrimonio, si sa, è un’impresa ardua. Tante, troppe cose di cui occuparsi, desideri da cercare di esaudire, daltronde ci si sposa una volta sola (o no?), dettagli da far combaciare, parenti da accontentare, bomboniere da scegliere senza cadere nel banale e, cosa non da poco, senza  cadere sul lastrico ( a proposito, ma non costano un pò troppo?) chiesa da addobbare, ristorante e menù da scegliere, location che faccia sognare,  addio al nubilato e più chi ne ha più ne metta. Solo a scrivere questo elenco striminzito mi gira la testa. Ma una delle cose che più si ricorda alla fine, proprio come conoramento del pranzo, è la torta di nozze. Anche perchè il famoso taglio della torta costituisce uno dei momenti salienti e più attesi di ogni pranzo di nozze che si rispetti ed è giusto che rispecchi i gusti degli sposi. Chi non aspetta con trepidante e curiosa attesa di vedere arrivare a fine pranzo, in tutta la sua maestosità, la torta nuziale? Io sono tra quelle che corrono a mettersi in prima fila per vedere il rituale del taglio.

Torta Di Compleanno a Farfalla

torta farfalla

TEMPO: 15 minuti + la cottura + la decorazione | COSTO: medio | DIFFICOLTA’: medio-alta | VEGETARIANA: si | PICCANTE: no | GLUTINE: si | BAMBINI: si

Non so voi ma io é praticamente dai primi di settembre che non faccio altro che andare a feste di compleanno e sinceramente non ne posso più di trovarmi sempre torte di con la faccia di Hello Kitty piuttosto che delle Winx: allora mi chiedo possibile che abbiamo così poca fantasia per i nostri figli? oppure possibile che le realtà più belle che riescano a immaginare siano quelle? Allora ho pensato di proporre un ritorno alla natura e quindi a prati fioriti, e a farfalle che volano. Già perché le farfalle hanno le ali proprio come le fatine tanto amate dalle bambine, e quindi mi é venuta in mente una torta a forma di Farfalla. La ricetta base é piuttosto semplice, le decorazioni invece sono un pochino più complicate, ma su questo tema potete davvero sbizzarrirvi, eccovi allora la ricetta di questa torta di compleanno.

Il fondente di zucchero, idee per le decorazioni

nautical cupcakes

 

TEMPO: 20 minuti| COSTO: basso| DIFFICOLTA’: medio-bassa

VEGETARIANA:SI | PICCANTE:NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI


Non so voi, ma spesso quando mi ritrovo a dover preparare un dolce per qualche ricorrenza particolare, magari per fare un regalo o semplicemente per doverlo consumare in casa, trovo qualche difficoltà sulla decorazione. Non sempre la fantasia viene in mio soccorso ed allora la presentazione lascia un po’ a desiderare, riducendosi ad una spolverata di zucchero a velo o, se sono in vena, ad una glassa di cioccolato, o palline colorate di zucchero. Certo è che con il fondente di zucchero il problema non si pone perchè da quella pasta bianca e candida, con la giusta manualità, vengono fuori delle decorazioni meravigliose.

Ecco perché spesso vado in cerca di ispirazione sul web. A volte passo interi pomeriggi ad ammirare i dolci decorati e le torte in mmf (marsh mallow fondant) o in fondente di zucchero appunto, che sembrano delle vere e proprie sculture. Alcune persone ne hanno fatto una vera e propria professione, creando cake su commissione per eventi particolari tipo lauree, battesimi, comunioni e addirittura matrimoni. Rimango sempre estasiata di fronte a queste creazioni per la cura riservata ai dettagli, ai minimi particolari. A volte sembrano quasi finte tanto sono perfette. Vi lascio una serie di foto di dolci ricette che ho trovato molto interessanti sperando che vi siano di ispirazione e la ricetta della pasta di zucchero che vi servirà qualora vi voleste cimentare nelle decorazioni.

Halloween party: i dolcetti

2997147154_bb39fb107c_o

Halloween. La festa di Ognissanti. Come tutti sappiamo si celebra il 31 ottobre, negli Stati Uniti e in Canada, ed è caratterizzata dalla decorazione delle zucche, “dolcetto o scehrzetto”, maschere terrificanti, festeggiamenti vari. Quello che non tutti sanno è che la festa affonda le sue origini in Europa. L’anno veniva diviso in due parti in base alla transumanza del bestiame, questo periodo andava proprio tra ottobre e novembre, gli animali venivano chiusi al caldo per permettere loro di superare l’inverno. Questo era il periodo di Halloween.

La festa si diffuse in Europa con i Celti. Questa popolazione festeggiava la fine della bella stagione facendola coincidere con il loro capodanno, proprio alla fine di ottobre. La concezione del tempo celtica, indicava che in questo periodo, che si trovava fuori dalla normale condizione spazio-temporale, il velo che separa i vivi dai morti si assottigliava, e quindi i vivi potevano accedere al regno dei morti.

La Cucina Veloce Estiva: la tarte alle pesche

tarte alle pesche

TEMPO: 10 minuti +  25 di cottura | COSTO: basso | DIFFICOLTA’: bassa | VEGETARIANA: si | PICCANTE: no | GLUTINE: si | BAMBINI: si

Per preparare questo rapidissimo e golosissimo dolce servono appena 10 minuti. Eh già, servono davvero appena pochi minuti per preparare questo delizioso, fresco e semplicissimo dessert. In questa ricetta infatti riuscire a combinare insieme dolcezza e minuti contati é davvero un gioco da ragazzi. Sarà che sono cresciuta in una famiglia in cui hanno sempre lavorato tutti e molto, per cui mia madre era sempre alla ricerca del connubio bontà-velocità. E questo dolce rispecchia a pieno questa richiesta: é semplice, veloce, sano e buono! Io personalmente preferisco sempre sbucciare la frutta quando preparo i dolci, ma se volete arricchire il vostro piatto di colore allora potete tranquillamente lasciare la buccia alle vostre pesche. L’unica accortezza sarà quella di lavare e asciugare bene la frutta prima di tagliarla.