La Cucina Veloce Estiva: la tarte alle pesche

di Redazione 0

tarte alle pesche

TEMPO: 10 minuti +  25 di cottura | COSTO: basso | DIFFICOLTA’: bassa | VEGETARIANA: si | PICCANTE: no | GLUTINE: si | BAMBINI: si

Per preparare questo rapidissimo e golosissimo dolce servono appena 10 minuti. Eh già, servono davvero appena pochi minuti per preparare questo delizioso, fresco e semplicissimo dessert. In questa ricetta infatti riuscire a combinare insieme dolcezza e minuti contati é davvero un gioco da ragazzi. Sarà che sono cresciuta in una famiglia in cui hanno sempre lavorato tutti e molto, per cui mia madre era sempre alla ricerca del connubio bontà-velocità. E questo dolce rispecchia a pieno questa richiesta: é semplice, veloce, sano e buono! Io personalmente preferisco sempre sbucciare la frutta quando preparo i dolci, ma se volete arricchire il vostro piatto di colore allora potete tranquillamente lasciare la buccia alle vostre pesche. L’unica accortezza sarà quella di lavare e asciugare bene la frutta prima di tagliarla.

Tarte alle Pesche

Ingredienti per 6 persone

1 rotolo di pasta sfoglia pronta | 800gr. di pesche nettarine | 2 cucchiai di zucchero semolato | zucchero a velo per decorare | 2 cucchiai di marmellata di pesche

LA PREPARAZIONE

  1. accendere il forno e portarlo alla temperatura di 200 gradi

  2. srotolare la pasta sfoglia ed adagiarla su una teglia con la sua carta da forno

  3. lavare e asciugare bene le pesche, e tagliarle a spicchi

  4. lasciarle insaporire con lo zucchero per 5 minuti

  5. spennellare la superficie della sfoglia con la marmellata e versarvi sopra le pesche

  6. far cuocere la tarte a 200 gradi per 25 minuti circa

Se volete potete servire questo dolce ancora tiepido accompagnato da una salsa freschissima ottenuta lavorando 3 cucchiai di mascarpone con 1 cucchiaino di miele di acacia. Se poi volete una crema più leggera allora sostituite il mascarpone con dello yogurt greco. Un’ultima raccomandazione: se sbucciate la frutta potete utilizzare qualunque varietà di pesca, ma se volete mantenere la buccia allora dovrete necessariamente ricorrere alle nettarine.

foto of courtesy di fredonino qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>