La crema pasticciera e le sue varianti

di Claudia 20

crema-pasticciera

TEMPO: 20 minuti circa | COSTO: basso | DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: SI | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI


La crema pasticciera potrebbe essere definita come la farcitura per eccellenza. Ma anche come elemento finale e decorativo ha tutti i suoi bei vantaggi. E infine non dimentichiamo che una bella coppa di crema pasticciera fatta in casa, accompagnata da frollini, savoiardi o qualsiasi altro biscotto, risulta sempre e comunque un ottimo dolce improvvisato e davvero buonissimo.

La crema pasticciera è considerata principalmente come uno degli elementi fondamentali dell’alta cucina, o semplicemente come una componente dei dessert che spesso mangiamo andando a cena fuori. Io per prima mi sono sempre limitata ad utilizzare marmellate e nutella come farcitura per le crostate o per i dolci base, fino a che un bel giorno ho deciso di sfornare tante crostate, per regalarne alcune agli amici, e allora ho provato a fare una crema pasticciera fatta in casa, per variare un po’ la farcitura e le decorazioni delle mie crostate. Il risultato è stato davvero ottimo!

Prima di iniziare con la ricetta è fondamentale aggiungere che gli ingredienti per prepararla devono essere freschissimi e di ottima qualità, visto che questa crema è molto delicata. Una volta pronta, se non la utilizzate tutta, potete conservarla in frigorifero per 3-4 giorni, mettendola in una ciotola e coprendola con la pellicola trasparente. Potete utilizzarla per farcire dolci soffici e crostate, per i bignè, come base per le torte alla frutta, come base o accompagnamento per le coppe di frutta o di gelato e anche per farcire brioche so per rimpire delle frittelle da friggere.

Crema pasticciera

Ingredienti:

5 tuorli d’uovo | 1 cucchiaino di farina | 150gr. di zucchero | ½  litro di latte | 25gr. di burro | ½ stecca di vaniglia |


LA PREPARAZIONE:

  1. Mettete il latte in un pentolino, fatelo scaldare e diventare ben caldo, senza farlo mai bollire. Aggiungete la stecca di vaniglia e lasciatela in infusione mentre mantenete il latte alla stessa temperatura, bollente, sul fuoco.

  2. In una casseruola sistemate lo zucchero e aggiungete i 5 tuorli d’uovo, sbattete bene e quando il composto sarà omogeno aggiungete la farina setacciata e mescolate di nuovo, fino ad amalgamare di nuovo tutti gli ingredienti.

  3. Aggiungete al composto preparato il latte bollente, dopo aver tolto la stecca di vaniglia, poi ponete sul fuoco e cuocete il tutto a fiamma moderata per una decina di minuti, mescolando di continuo.

  4. Una volta tolta dal fuoco la crema aggiungete il burro e continuate a mescolare fino a che la crema non si sarà raffreddata, evitando che si formi una leggera pellicola in superficie.

Ci sono anche altre varianti per preparare la crema pasticciera e darle sapori e gusti diversi.

Crema pasticciera al cioccolato

Per preparare questa crema potete fare in due modi differenti. O aggiungere al latte due cucchiai di cacao in polvere amaro, o aggiungere, insieme alla farina, un etto di cioccolato fondente ridotto in scaglie. Procedete poi con il resto della ricetta.

Crema pasticciera al caffè

Per preparare questa crema unite al latte un dl. di caffè amaro.

Crema pasticciera al rhum

Aggiungere, durante la cottura, o una fialetta per le preparazioni dolci di rhum, per non rendere la crema troppo forte ma solo aromatizzata al rhum, o altrimenti aggiungete poco rhum, secondo i vostri gusti, 4 cucchiai dovrebbero bastare per avere il giusto sapore e non rendere la crema troppo alcolica. Potete aromatizzare la crema anche con altri liquori chiaramente, aggiungendo sempre 4 cucchiai di brandy o di kirsh, ad esempio.

Crema pasticciera al limone o all’arancia

Aggiungere al latte la scorza di mezzo limone o di mezza arancia, potete poi decidere voi se eliminarle prima di versare il latte nel composto o se lasciarle.

Crema pasticciera alle mandorle

Mescolate 60gr. di madorle tritate e 3 gocce di estratto di mandorle quando sistemate la crema sul fuoco.