Schuttelbrot, Brezen, Paar, Zelten: in Alto Adige per riscoprire il pane e lo speck

di Phabya 0

In Alto Adige si svolgeranno due eventi imperdibili nel prossimo fine settimana: Il Mercato del Pane (dal 3 al 5 ottobre) e la Festa dello Speck (4 e 5 ottobre) due appuntamenti pregni di tradizione, sapori e cultura del piacere, alla riscoperta dei prodotti sani e certificati di questa magnifica terra.

Questi due eventi oltre ad avere lo scopo di rendere nota la cultura culinaria dell’Alto Adige in una cornice folkloristica, mirano anche alla presentazione dei prodotti suoi cardine (appunto lo speck, il pane strudel) come alimenti prodotti sotto il marchio di “Qualità Sudtirol”, che garantisce l’assenza di conservanti e additivi.

Per tre giorni, a Bressanone si potrà avere l’opportunità di ascoltare i gruppi folkloristici del posto che si esibiranno durante la manifestazione, assistere alla messa di ringraziamento dei panificatori e scoprire i diversi tipi di pane che vengono prodotti in queste terre.

  • Pandolce | dolce tradizionale della Pasqua, viene sfornato in tante forme diverse.
  • Pane di frutta | la scelta della frutta secca all’interno dipende dall’estro del panettiere… potete trovare uvetta, fichi, pere, prugne o nocciole!
  • Paarl | originario della Val Venosta viene usato per completare le zuppe (di verdure, ma anche di latte!)
  • Schuttelbrot | pane di farina di segale, dal sapore speziato e dalla forma schiacciata, formato solo da crosta, quindi croccantissimo.
  • Brezen| preparato durante i giorni di Quaresima, ha una forma particolarmente artistica (ricorda i pretzel) e viene aromatizzato con il cumino.
  • Zelten| il più particolare dei pani dolci, preparato in occasione del Natale, ricchissimo di frutta secca, i suoi ingredienti vengono conservati gelosamente!

Oltre alla degustazione di questi pani si potrà assistere alla preparazione dello Strudel di Mele, il vero gioiello dell’Altro Adige, che secondo la tradizione può avvenire con pasta foglia, pasta frolla o la sottilissima pasta matta, tirata a mano.

La festa dello speck si terrà invece in Val di Funes (un vero gioiello: piccola verdeggiante e accogliente) organizzata dall’EOS Camero di Commercio di Bolzano, il Consorzio di Speck Alto Adige IGP e l’Associazione Turistica Val di Funes.

La manifestazione ospiterà oltre ad una degustazione di questo delizioso prosciutto affumicato, una serie di eventi a carattere folkloristico con danze, mercatini e tanta musica, allo scopo di far rivivere le tradizioni contadine di questa zona.

In occasione della festa dello speck il Consorzio Speck Alto Adige presenterà inoltre una vera prelibatezza. I visitatori della festa potranno assaggiare uno speck, che grazie alla stagionatura particolarmente lunga (8 mesi), acquista quell’aroma particolare che lo rende davvero unico.

Come ogni anno inoltre ci sarà una spettacolare “sorpresa” che verrà svelata solo alla fine della manifestazione: negli anni precedenti infatti gli spettatori sono rimasti colpiti ad esempio, dal piatto più lungo delle Dolomiti, dal “piccolo” cielo di Speck, oppure dalla Corona di Speck di misure notevoli.