Merendine ripiene al cioccolato

Le merendine ripiene al cioccolato hanno costituito e continuano a costituire una soluzione perfetta per la pausa pomeridiana (e non solo) dei bambini. Si tratta di basi di pasta dolce soffice e lievitata che, una volta cotte in forno vanno tagliate in due e farcite con una eccezionale crema al cioccolato al latte e fondente da leccarsi i baffi. La ricetta proviene da Detto Fatto, è abbastanza lunga ma l’assaggio, state sicuri, vi ripagherà di ogni sforzo.

Merendine ripiene al cioccolato

Crema al cioccolato all’acqua

La crema al cioccolato all’acqua rappresenta un dolce leggero e decisamente meno calorico di molti altri dessert dello stesso genere. Ricetta di Evelina Franchi, proveniente direttamente dalla Prova del Cuoco, può essere considerata come una risorsa in quei giorni in cui si venga presi dalla fatidica voglia di dolce ma non si vogliano ingurgitare troppe calorie. Si tratta di un dolce semplice da realizzare che non può non suscitare la curiosità di chi non l’abbia ancora provato.

 

Crema al cioccolato all'acqua

Crema al cioccolato vegan: la ricetta

Crema-al-cioccolato-senza-uova

Per chi segue un’alimentazione vegana la crema pasticcera è una ricetta off-limit perchè è fatta con le uova e il latte. Quindi come fare per farcire una torta vegana? Il sistema esiste e opggi vi suggeriamo la ricetta della crema al cioccolato vegan, perfetta per farcire i dolci, per le tartellette oppure semplicemente da mangiare con il cucchiaino come dessert di fine pasto. Ovviamente non contiene uova nè latticini ed è abbastanza leggera perchè non contiene ingredienti grassi nè colesterolo. Se avete problemi di salute oppure siete a dieta, potrebbe essere una valida alternativa per un dolce light.

Panettone farcito, ricetta al cioccolato

panettone farcito

Il panettone è il dolce natalizio per eccellenza. Se poi si tratta di un panettone farcito, potrete dire di aver personalizzato un classico del Natale. A dire la verità, subito dopo le festività natalizie io lo compro più spesso. Lo trovo a prezzo scontato e posso sbizzarrirmi creando dolci sempre nuovi con un ripieno diverso ogni volta: crema pasticcera, crema al mascarpone, all’arancia o al cioccolato. Considerato che il panettone è già pronto e a fare il ripieno ci si mette un attimo, quello in cui dovrete impegnarvi di più è la parte più divertente: le decorazioni!

Pasticcini di pasta sfoglia alla frutta

Pasticcini pasta sfoglia frutta

Volete proporre ai vostri ospiti come dessert al termine del pasto degli sfiziosi dolcetti fatti in casa? Vi suggerisco uno dei miei ultimi esperimenti, servito proprio alla fine del pranzo di domenica scorsa, i pasticcini di pasta sfoglia alla frutta. Sono praticamente immediati da preparare anche perchè la pasta sfoglia utilizzata è quella già pronta, nessuno sbattimento in cucina per ore ed ore. I pasticcini sono poi farciti alternativamente con crema pasticcera ed al cioccolato e decorati con frutta a piacere, uva e fragole ad esempio.

Cornetti di pasta sfoglia al cioccolato

cornetti pasta sfoglia cioccolato

Sfornare cornetti caldi non è così difficile come potrebbe sembrare. Con la ricetta dei cornetti di pasta sfoglia al cioccolato anche voi sarete in grado di preparare dei profumati cornetti da servire a colazione, oppure come dolcetto di fine pasto perchè in fondo, l’importante è che ci sia il dolce! Con la pasta sfoglia che si acquista già pronta da cuocere preparare i cornetti diventa semplicissimo e a voi non resterà che preparare una crema al cioccolato per la farcitura. Non avete tempo nè voglia di stare ai fornelli? Farciteli con una dose abbondante di Nutella!

Come fare cornetti al cioccolato fai da te

cme fare cornetti cioccolato fai da te

Stamattina utilizzerò la ricetta dei cornetti al cioccolato fai da te per cacciare via lo stress! Non c’è niente di meglio di un dolce per rimettersi in pace con il mondo, specialmente quando le giornate sono frenetiche e non c’è mai un momento per il relax. Per preparare i cornetti al cioccolato sono necessarie alcune ore non tanto per l’impasto, quanto per la lievitazione, fondamententale per ottenere una pasta soffice e leggera. Per il ripieno potete scegliere una crema al cioccolato (che è l’opzione che preferisco) oppure per il cioccolato fondente fuso, che però poi si indurisce un po’, e dà al cornetto l’aspetto di una brioche macchiata di cioccolato. Scegliete voi quello che preferite.

Crema fredda al cioccolato fondente

crema fredda cioccolato fondente

Chi ha detto che la cioccolata in tazza di beve solo quando fuori è freddo? Io non so rinunciare a un dessert in coppa neanche quando l’afa è terribile e così ho voluto provare una versione fredda della cioccolata in tazza: la crema fredda al cioccolato fondente. Dolcissima, vellutata e facilissima da preparare, questa crema fredda al cioccolato è il dessert perfetto se avete poco tempo e non volete rinunciare a un dolce per concludere il pasto. Del resto il cioccolato è l’alimento delle coccole per eccellenza, piace a tutti, risolleva l’umore e mette allegria. Pensate a questa crema fredda servita con un ciuffo di panna montata e riccioli di cioccolato per decorazione…io ho già fatto un gran bel sorriso!

La torta di compleanno con gli smarties per bambini

torta compleanno smarties bambini

Cosa c’è di più allegro di un compleanno per bambini? Oltre la felicità negli occhi del festeggiato/a, c’è anche la possibilità di sfornare dolci di tutti i tipi che contribuiscono sicuramente ad aumentare l’euforia. Ovviamente quello più importante è la torta di compleanno, che nel caso dei più piccoli deve essere rigorosamente colorata. Se vogliamo portare in tavola una torta di compleanno che non sia decorata con la pasta di zucchero, molti sono gli accorgimenti per renderla altrettanto scenografica e renderla così perfetta per un bambino.

Zuppa inglese, un dolce napoletano per il Natale

zuppa inglese dolce napoletano natale

La ricetta della zuppa inglese comprende un numero abbastanza elevato di varianti, basti pensare al fatto che in alcuni casi si utilizzano i savoiardi e in altri il Pan di Spagna, così come la crema pasticciera in alcune versioni la fa da protagonista mentre nel nostro caso viene alternata ad una crema al cioccolato. Inoltre, l’alkermes in quasi tutte le ricette della zuppa inglese dona il suo colore rosso al dolce, nel nostro caso l’unico liquore è il marsala. Io vi propongo questa preparazione, tipica del Natale in molte regioni italiane, e tratta dal mio famoso e antico libro di ricette napoletane, quindi più autentica di così non si può!

Ricette dolci, crema al cioccolato bianco

Guardando questa foto viene proprio voglia di mangiare chili di cioccolato. La ricetta che abbiamo scelto oggi per voi si basa proprio su questo ingrediente. Infatti proveremo a cucinare una crema al cioccolato bianco. Qualcosa di davvero raffinato per i palati più sofisticati ma soprattutto qualcosa di ottimo per i golosoni. In fondo a tutti piace la cioccolata! Quella bianca poi a me personalmente piace ancora di più e allora perchè utilizzare sempre il fondente? Oggi cambiamo un pò.

Ricette per dolci decorazioni: le creme di burro

Abbiamo parlato tante volte del fondente di zucchero, sappiamo perfettamente che i metodi per decorare velocemente i nostri dolci sono semplicemente quelli di acquistare delle glasse o delle preparazioni pronte e semi-pronte per decorazioni, e a volte basta davvero solo un po’ di panna montata completata da fragole, nocciole e confettini e chi più ne più ne metta, ed ecco un dolce non solo buonissimo ma anche bellissimo!

Se vogliamo però crescere in cucina dobbiamo per forza imparare a rendere speciali le nostre torte, decorandole con creme e glasse preparate con le nostre mani esperte da provette pasticciere. Ecco due ricette allora per due creme di burro davvero deliziose e perfette per torte, muffin, cupcake e quant’altro!

Crema di burro alla vaniglia

Ingredienti per circa 500-600 gr. di crema di burro alla vaniglia: burro a temperatura ambiente gr. 200; zucchero a velo gr. 800; panna da montare gr. 120; 2 cucchiaini di estratto di vaniglia.

Mescolate il burro con 400 gr. di zucchero a velo, utilizzando uno sbattitore o il robot da cucina, per 30 secondi. Aggiungete la panna montata e l’estratto di vaniglia, quindi mescolate per 4 minuti a velocità media, fino a quando otterrete un composto omogeneo e cremoso. Unite un po’ alla volta il resto dello zucchero a velo, sbattendo dopo ogni aggiunta. Una volta finito lo zucchero continuate a sbattere fino a quando la glassa raggiungerà la giusta consistenza, quella che permetterà che venga stesa facilmente.  La crema di burro alla vaniglia può essere utilizzata immediatamente, oppure conservata fino a 3 giorni in una scatola chiusa ermeticamente, a temperatura ambiente. Questa crema può essere colorata con del colorante alimentare, che aggiungere come ultimo ingrediente, nella quantità che vi permetterà di ottenere il colore desiderato.

Gli eclairs al cioccolato, per stupire la vostra metà

Buona domenica a tutti e soprattutto buon San Valentino! Per chi non li conoscesse ancora spiego subito che cosa sono : gli eclairs sono dei pasticcini dalla forma allungata (ma ovviamente ognuno li prepara secondo i propri gusti) fatti di pasta choux, la pasta base dei bignè per intenderci. Dopo aver cotto la pasta, si divide in due ogni singolo pasticcino e si farcisce con una crema a piacere (solitamente le classiche pasticcera, al cioccolato o al caffè) e si completa il tutto ricoprendo l’eclair con un glassa che si abbini al ripieno. Personalmente mi sono innamorata di questi dolcetti scoprendoli per la prima volta guardando il film “Semplicemente irresistibile”, quì facevano la loro comparsa gli eclairs al caramello, pura goduria. Io come primo tentativo ho scelto di preparare quelli classici al cioccolato. Quindi ho provato questa crema al cioccolato e la glassa lucida sempre al cioccolato per ricoprirli. Piccola curiosità: sapete che il termine eclair significa lampo? Probabilmente questi dolcetti appartenenti alla pasticceria francese devono il loro nome al fatto che vengano fatti fuori in un batter d’occhio. Se non avete ancora scelto cosa donare oggi alla vostra metà, vi consiglio assolutamente gli eclairs, sono di facilissima esecuzione nonostante l’aspetto. Provare per credere!

I bignè, come prepararli

bignè

Bignè è la trascrizione fonetica del termine francese beignet, che a sua volta deriva da beigne, ovvero rigonfiamento, bozza. Il bignè infatti è il classico pasticcino, che tutti conosciamo benissimo e che abbiamo mangiato tante volte, che si presenta tondeggiante, con il suo caratteristico aspetto rigonfio. Tutti noi li conosciamo principalmente come dolci, ma i bignè, farciti con un ripieno salato (uova, carne, pesce, verdure) possono essere un ottimo antipasto.

L’utilizzo dei bignè, come dicevamo, è comunque molto più comune in pasticceria, infatti vengono riempiti con cioccolato, crema pasticciera, panna, creme alla frutta e fanno spesso parte anche di decorazioni di dolci più complessi, o li compongono addirittura, infatti tutti conosciamo i profiteroles.

Sicuramente non sono un alimento dietetico, ma oltre che fritti, davvero buonissimi e in più la ricetta tradizionale li vuole così, i bignè possono anche essere cotti al forno. La temperatura ideale è di 200 °C e i tempi di cottura variano da 10 a 15 minuti, a seconda della dimensione dei pasticcini. Bisogna ricordare anche in questo caso, esattamente come accade anche durante la frittura dei bignè, che essi tendono a gonfiarsi fino a triplicare il loro volume. Quindi, se messi in forno, vanni distanziati bene l’uno dall’altro e se fritti, ne vanno gettati in padella pochi alla volta.