I bignè, come prepararli

di Claudia 0



Bignè è la trascrizione fonetica del termine francese beignet, che a sua volta deriva da beigne, ovvero rigonfiamento, bozza. Il bignè infatti è il classico pasticcino, che tutti conosciamo benissimo e che abbiamo mangiato tante volte, che si presenta tondeggiante, con il suo caratteristico aspetto rigonfio. Tutti noi li conosciamo principalmente come dolci, ma i bignè, farciti con un ripieno salato (uova, carne, pesce, verdure) possono essere un ottimo antipasto.

L’utilizzo dei bignè, come dicevamo, è comunque molto più comune in pasticceria, infatti vengono riempiti con cioccolato, crema pasticciera, panna, creme alla frutta e fanno spesso parte anche di decorazioni di dolci più complessi, o li compongono addirittura, infatti tutti conosciamo i profiteroles.

Sicuramente non sono un alimento dietetico, ma oltre che fritti, davvero buonissimi e in più la ricetta tradizionale li vuole così, i bignè possono anche essere cotti al forno. La temperatura ideale è di 200 °C e i tempi di cottura variano da 10 a 15 minuti, a seconda della dimensione dei pasticcini. Bisogna ricordare anche in questo caso, esattamente come accade anche durante la frittura dei bignè, che essi tendono a gonfiarsi fino a triplicare il loro volume. Quindi, se messi in forno, vanni distanziati bene l’uno dall’altro e se fritti, ne vanno gettati in padella pochi alla volta.

Bignè


Ingredienti

125 gr. farina | 4 uova | 80 gr. burro | 2 dl acqua | 2 dl olio di semi | 2 cucchiaio zucchero a velo | 1 pizzico sale

Preparazione

  Far scaldare l'acqua in un tegame, con il burro a pezzetti e 1 pizzico di sale. Appena l'acqua raggiunge il bollore spegnere il fuoco e aggiungere la farina. Mescolare energicamente per evitare che si formino grumi e riaccendere il fuoco.

  Lavorare il composto fino a quando la pasta, staccandosi dai bordi del tegame, formerà una palla. A questo punto spegnere il fuoco, aggiungere le uova, uno alla volta, e mescolare sempre energicamente: la pasta dovrà risultare soffice e consistente.

  Scaladare l'olio in una padella e farvi cadere dei pezzi di pasta, cercando di dar loro una forma tondeggiante. I bignè gonfieranno con il calore, per farli dorare in modo uniforme basterà agitare la padella e si gireranno da sè.

  Scolare i bignè sulla carta assorbente e farcirli come più vi piace (crema, cioccolato, creme alla frutta) e spolverizzarli con lo zucchero a velo.

I bignè sono i classici dolci che mangiamo per la maggior parte delle volte fuori casa, o quando gli ospiti (o noi stessi) portano a casa dei dolcini per ringraziarci dell’ospitalità! Detto questo può essere molto simpatico e potrà anche stupire familiari e commensali il fatto di prepararli in casa, visto che la ricetta è piuttosto semplice e richiede solo un po’ di attenzione nel mescolare bene gli ingredienti. Decidete voi come servirli, o con la crema bella calda all’interno, oppure se volete glassarli aspettate chiaramente che la glassa si asciughi prima di portarli in tavola… o servirli come merenda ai bambini!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>