Frigorifero dopo le vacanze, occhio alla conservazione degli alimenti

Se siete appena tornati dalle vacanze e state per aprire il frigorifero è bene essere particolarmente accorti. 

Il rientro dalle vacanze può riservare qualche pericolo per quando concerne la conservazione dei cibi e questo perché il grande caldo potrebbe aver messo a rischio la conservazione degli alimenti anche in frigorifero. 

conservazione cibi, coldiretti, Come pulire il frigo eliminando i cattivi odori

È questa l’allerta lasciata dalla Coldiretti che, in occasione del controesodo ha invitato gli italiani a una sorta di “manuale di sopravvivenza a tavola” con l’obiettivo di effettuare le opportune verifiche per essere certi che i cibi conservati in frigorifero siano stati adeguatamente conservati. 

Come pulire il frigo eliminando i cattivi odori

Trattandosi del luogo adibito alla conservazione dei nostri alimenti, quelli che portiamo ogni giorno in tavola, il frigorifero dovrebbe essere, non solo per questione di igiene, ma anche di salute, sempre perfettamente pulito. Eppure capita che, aprendolo, possa sprigionare un cattivo odore, che inevitabilmente va a contaminare i cibi presenti al suo interno. Eliminarli in maniera naturale è molto semplice: armatevi di pazienza e ricorrete ai consigli che trovate di seguito, per un risultato valido ed allo stesso tempo economico.

Come pulire il frigo eliminando i cattivi odori

Come eliminare i cattivi odori in cucina con rimedi naturali

La cucina è, per forza di cose, una delle stanze in una casa in cui si verifica la maggiore concentrazione di odori, piacevoli o meno che siano. Ora, se di fronte al profumo di una torta appena sfornata non ci facciamo poi così tanti problemi, il discorso cambia dopo avere fritto delle polpette o cotto dei broccoli in padella. Ma lo stesso principio vale per la puzza proveniente dal frigorifero e dal freezer. Eliminare i cattivi odori in cucina non è poi così difficile, anche con i rimedi naturali, quelli che non necessitano chissà quali spese o prodotti specifici, vediamo come.

cucina

Come conservare al meglio i cibi nei giorni molto caldi

come conservare cibi giorni caldo

I giorni di caldo intenso causati dal passaggio dell’anticiclone Scipione l’africano ci hanno costretto a cambiare un po’ le nostre abitudini alimentari. Pranzi leggeri e a base di alimenti facilmente digeribili, e tanta frutta e verdura da conservare in frigo. Ma quando la temperatura si innalza, come si possono conservare al meglio i cibi per evitare che si rovinino, vadano a male, o che addirittura il caldo faccia proliferare i batteri? Carolina Biotti, leader del team dei tecnologi alimentari “Food preservation” di Whirlpool, spiega come gestire al meglio i cibi nei giorni segnati dall’arrivo del grande caldo. Innanzitutto è essenziale sapere che ogni alimento ha una sua adeguata temperatura di refrigerazione e va conservato in una zona particolare del frigo. I frutti invernali come i kiwi e le mele e i vegetali a foglie, si possono conservare a 2°C; i latticini, le uova e i cibi confezionati a 4°C e i frutti tropicali a 7-8°.

Improvvisando in cucina, sformatino di melanzane

sformato melanzane

Gli esperimenti culinari sono sempre una manna dal cielo, quando riescono bene chiaramente, però devo dire la verità, capita spesso a me, e di frequente anche a molte persone che conosco, di non sbagliare mai il tiro quando si mette un po’ di creatività in cucina, pescando tra gli alimenti della dispensa e del frigo.

Dopo essermi concessa anche una bella vacanza durante i giorni di Capodanno sono tornata in Italia, a casa, davvero gonfia e con lo stomaco devastato! A Natale con parenti che non frequentavo da una vita e che ci hanno fatto provare tutti i piatti tipici e poi in Spagna per una settimana a mangiare sempre in giro ogni cosa buona possibile (dalla paella alle tapas), ed eccomi a casa che mi prendo una due giorni depurativa: a pranzo frutta e a cena verdura, prima di iniziare una breve dieta, giusto per rimettermi in forma! Ieri una melanzana mi scrutava dal frigo, e non sapevo proprio cosa fare per renderla buona e saporita e anche un po’ sostanziosa, visto che dopo due giorni di depurazione la fame era cresciuta ed era anche il caso di riprendere un regime alimentare “normale”. Guardo on line, ricette varie, fritture, parmigiana, tortini ricchi, farciture… ma io volevo una cosa leggera e dietetica! Metto insieme le ricette e la fantasia. sformatino di melanzane, grigliando le melanzane come spesso si fa, sia per fare degli involtini che degli sformati, e poi pomodorini e mozzarella, pochissimo olio, una spolverata di basilico… una cena ottima!

Non è un piatto nè difficile nè speciale, non c’è grande creatività e forse troverete molte altre ricette simili, però vi assicuro che è stato buonissimo e l’ho preparato davvero in un attimo! Buon appetito allora!

Improvvisiamo, tra la dispensa e il frigo, ricette d’estate

pasta avanziPer oggi proviamo con una novità. Tre ricette da provare, ideate con quelle cose che spesso ci ritroviamo in casa, avanzi di verdure, scatolame, pasta o riso aperti e da finire, e talmente tanto semplici e veloci che potrete davvero improvvisarle in tutte le occasioni che desiderate, un pranzo a due, una cena in famiglia, amici da invitare per un pasto così su due piedi. Magari si resta a casa a mangiare e non ce lo aspettavamo, a volte stiamo così bene con degli amici che proprio non ci va che vadano via per cena, arrivano gli amici dei figli o dei nipoti, e non sappiamo bene se riusciremo, con quello che c’è in casa, tra la dispensa e il frigo, a dar vita a un piccolo pranzo o a una festosa cena, senza perdere troppo tempo e senza dover correre al supermercato o all’alimentari perchè manca qualcosa e crediamo di non poterne fare a meno!

Le ricette sono senza dosi, tanto saprete benissimo regolarvi da sole, gestendo quantità e condimenti secondo le esigenze, da un pranzetto a due a una mini cena con 6-8 persone. Buon appetito!

Cucina & Design: le Frigopoésie

frigopoésie-romance

Ci eravamo abituati a tappezzare il frigorifero di fogli e fogliettini,  vestirlo di magneti di scarsa sobrietà, agghindarlo con post-it o addirittura scrivere direttamente sul frigo con pennarelli da lavagna. Roba vecchia, dimenticate, passate avanti. Il caso del momento sono le Frigopoésie:  da ora possiamo dare largo respiro al poeta che si cela dentro di noi.

Avvistate in Spagna, Francia, europa del nord.. oramai un vero e proprio fenomeno. Si presentano con un packagin accattivante, che riachiama una comune confezione da cd musicale, ma all’interno contiene 510 magneti con stampate sillabe e parole da attaccare sul frigo o su qualsiasi superficie metallica. Sempre nella confezione, un glossario con l’elenco completo di tutti i magneti. Benvenuti nel magico mondo dell parole, ora siete liberi di scrivere tutto quello che volete sul vostro frigo.

Tutte insieme danno una possilità infinita di composizioni. Estemporanee composizioni poetiche, romantiche o anche senza senso. Facilissimo sentirsi un poeta o un scrittore lasciando massime e motti attaccati qua e la per la casa, non solo per andare a svegliare la creatività, ma anche per illuminare la cucina, giocando con le parole.

Cambiare ogni mattina, a seconda dell’umore, per lasciare un messaggio divertente o romantico, cospargere di parole la casa o avere sempre l’ultima parola.

Panna cotta al cioccolato e rum

La panna cotta è uno dei dolci italiani più conosciuti anche all’estero, ha origine piemontese e la sua preparazione è estremamente semplice e veloce; questo dolce al cucchiaio può essere presentato in varie versioni e per quanto riguarda questa al cioccolato e rum, se dovesse essere sevita anche a dei bambini sarà sufficiente eliminare dalla ricetta il rum.
Il tempo di preparazione previsto è di 15 minuti oltre le 2 ore di riposo in frigorifero e le dosi degli ingredienti per 4 persone sono: