Paccheri con ripieno di melanzane, ricotta e……

di Mammazan 3

I Paccheri o Schiaffoni sono una delle tante pregiate paste che la Voiello ci regala.

Bella, robusta e accattivante la confezione, ottimo come al solito il prodotto.



A dire il vero non avevo ancora deciso come preparare questo primo piatto ma poi, fatta una rapida ricognizione in frigo, ho deciso di utilizzare tutto o quasi quello che avevo e precisamente una melanzana, una confezione di ricotta in vaschetta, un fondo di salame e poco altro.

Praticamente degli avanzi ma che, ben assemblati, mi hanno permesso di preparare questo sostanzioso e robusto primo piatto.

Tempo di preparazione: circa 1h tra preparazione e cottura in forno.

Costo: medio-basso

Difficoltà:media

Ingredienti:

  • 300gr di paccheri (4 a persona dovrebbero bastare)Per la farcitura:
  • 1 melanzana circa 250 gr.
  • 1 confezione di ricotta da 250 gr. (ovviamente quella sfusa è ottima)
  • 150gr. di provola affumicata
  • 50 di salame tipo Milano
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 3 ricotta dura di pecora grattugiataPer il sugo
  • 3 cucchiai di olio extravergine
  • Qualche fettina di lardo
  • 1/2 cipollina
  • Un barattolo di pelati da 400gr.
  • 3 cucchiai di olio più poco altro per ungere la pirofila
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione:

Questa volta non ho fatto riposare la melanzana cosparsa di sale per una mezz’ora ma l’ho
sbucciata, tagliata a dadini piccoli e fatta saltare in padella con poco olio extravergine e 2 spicchi piccoli di aglio finemente tritati.

Avrei dovuto unire anche un ciuffetto di prezzemolo anch’esso tritato ma non lo avevo.

Se lo si ha a disposizione va comunque aggiunto.

Mentre si cuoce la melanzana, che va salata e cosparsa di pepe grattugiato al momento, per guadagnare tempo si porta a bollore dell’acqua salata e addizionata di 2/3 cucchiai di olio per cuocere i paccheri.

Sulla confezione era indicato un tempo di cottura di 14 minuti, ma tenendo conto del successivo passaggio in forno li ho fatti cuocere 10′ esatti e, una volta scolati, li ho distesi su un canovaccio di cucina e li ho coperti affinché non si asciugassero.

Si prepara anche un sugo molto semplice con olio, una mezza cipolla tritata, qualche fettina di lardo tagliata a striscioline (il gusto ci guadagna) e un barattolo di pelati a pezzetti o frullati se si preferisce.

In una terrina ho quindi mescolato con cura la melanzana ormai ben cotta ma non rosolata, la ricotta, la provola affumicata a pezzetti, le fettine di salame ridotte a dadolini, un po’ di parmigiano grattugiato e delle ricotta sarda anch’essa grattugiata.

Se si possiede una sac a poche la si può usare per farcire i paccheri ma anche con un cucchiaino l’impresa non sarà troppo lunga.

Si unge quindi una pirofila da forno e si versa un mestolo di sugo coprendo il fondo e si dispongono i paccheri farciti in un solo strato.
Altro sugo, abbondante parmigiano e ricotta dura grattugiata , un ricciolino di burro qua e là e via in forno preriscaldato e ventilato.


Temperatura a 175° per circa mezz’ora.

Io, a dire il vero, li ho preparati al mattino tenendoli un po’ indietro di cottura, quindi 10′ in meno, e al momento li ho ripassati in forno caldo per altri 10’/15′.

E come al solito: BUON APPETITO!!!!

Commenti (3)

  1. Grande!!!! C’è solo un errore: La quantità! Io credo di essere in grado di mangiarmi la tiella intera… 😉

  2. ricetta da conservare e fare il prima possibile buona giornata

  3. E’ veramente un ottimo piatto. L’unica cosa da variare è la quantità perchè io da solo mi mangio tutta la porzione. Mer un meridional DOC consiglierei almeno un 150 gr di paccheri a testa e da lì regolarsi con la quantità di ripieno.
    Questo non è un contorno (a mio avviso) e ci vogliono quantità superiori!
    YUM YUM!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>