Frittate ripiene, uno sfizioso antipasto Bimby

frittate ripiene antipasto sfizioso bimby

C’è qualcosa che mi attira nelle frittate. Anche se si tratta di uno dei piatti più facili e veloci da preparare, a me piacciono tantissimo e le cucino nei modi più diversi. Eppure nonostante questo mi è capitato spesso di rinunciare a preparare una frittata per i miei ospiti, perchè secondo me si tratta di una ricetta troppo banale e salvatempo per essere degna della presentazione in tavola. Dimenticate tutto questo nel caso della ricetta di oggi: le frittatine ripiene Bimby.

Tortine di Uova con copertura di Funghi e Grana, uno sfizio da leccarsi i baffi


Queste Tortine di uova con Funghi e Grana sono perfette per inaugurare una cena tra amici ma vanno benissimo anche da servire come secondo piatto magari seguito da un’insalata e da un bel plateau di formaggi. Si tratta insomma di una ricetta che potete aggiustarvi un pochino come volete. Io di solito la servo come porzione singola perché la trovo anche molto bella, ma se preferite, o semplicemente non avete gli stampini, allora potete anche preparare un unico stampo grande e poi ricavarne delle fette. In sostanza si tratta di tante piccole frittate cotte al forno e decorate con funghi champignon trifolati e profumati al timo e scaglie di grana stagionato. Un insieme di sapori davvero vincenti ed anche economici, che di questi tempi non guasta di certo!

Uova in Cocotte, un secondo semplice e sfizioso


Continuiamo con la settimana che vede le uova protagoniste delle nostre ricette. Infatti questo alimento davvero eccezionale é spesso bistrattato nella cucina delle famiglie. E veramente non se ne capisce il motivo: si tratta di un cibo con un elevato apporto proteico, molto nutriente e poco costoso. Ed allora perché si utilizza così poco? forse perché non si sa come utilizzarlo, a parte la pasta fatta in casa e le torte. Ed allora eccovi anche oggi una ricetta che prevede l’utilizzo delle uova per un secondo piatto gustoso, piacevole e conviviale: le uova in cocotte. Sono anche molto scenografiche da servire ad una cena o ad un pranzo perché saranno monoporzionate, infatti ognuno avrà la sua cocotte in cui poter comodamente pucciare il proprio pezzo di pane. Una sola raccomandazione: le uova acquistatele o fresche, se ne avete la possibilità oppure biologiche, ma non da galline allevate in batteria.

La Carbonara con Zucchine e Prosciutto


Direi di inaugurare questa settimana con qualche ricetta preparata con le uova e perché non cominciare con una bella Pasta alla Carbonara con zucchine e prosciutto? so perfettamente che non si tratta della Carbonara classica bensì di una rivisitazione o anche di una semplice variazione sul tema. Infatti la salsa di base é quella preparata con le uova, il parmigiano ed il pepe mentre il “condimento” prevede il prosciutto cotto affumicato al posto della pancetta e delle zucchine. Insomma un bel piatto unico da proporre ad un pranzo o ad una cena tra amici magari seguito semplicemente da un’insalata con mele noci e pecorino e da una buona fetta di torta. Secondo me un buon menù da gustare in compagnia, semplice, veloce ed estremamente conviviale oltre che buono. Provare per credere! per il tipo di pasta poi io prediligo la pasta liscia ma voi come sempre dovete seguire i vostri gusti.

Frittata di Patate e Funghi


Avete gente a a pranzo di domenica e non avete avuto il tempo di preparare niente? allora questa ricetta fa per voi. Se volete fare un pranzo rustico o anche casual chic, allora la frittata di patate e funghi é il piatto giusto. Si tratta di una ricetta pratica, veloce ed estremamente gustosa. Dovete avere solo dei funghi, meglio freschi, delle patate e delle uova, e voilà il pranzo é pronto. Se poi avete del pane per preparare delle bruschette e qualche avanzo di formaggio da mettere al centro della tavola tanto per stuzzicare allora ecco che avete realizzato in pochissimo tempo un pranzo veloce stile pic-nic sul tavolo per i vostri amici. L’unica cosa da farvi portare sarà una buona bottiglia di vino rosso non troppo corposo! Un’ultima raccomandazione: se trovate ancora delle patate novelle lasciategli la buccia, questo donerà un tocco ancor più rustico al piatto.

Le Uova in Cocotte, per una gustosa cena “low cost”

Le Uova sono un alimento completo, gustoso e spesso bistrattato nei nostri menù quotidiani. Inoltre hanno davvero un costo contenuto, per cui vi consiglio caldamente di proporle spesso ai vostri ospiti magari preparandole in modo insolito e goloso. Le uova in cocotte son un classico della cucina d’oltralpe, si trovano spesso sia nella cucina francese che in quella svizzera, magari accompagnate da morbidi formaggi e spruzzate di pepe. Porgete ad ogni commensale la sua cocottina calda, con il coperchio ancora abbassato e consigliategli di gustare questo piatto in modo informale facendo affondare il pane incautamente nel rosso delle uova. Vi assicuro che nella sua semplicità é una ricetta davvero straordinaria. A seconda della stagione poi potete arricchirla con della verdura di stagione piuttosto che con del grana o del prosciutto cotto. Un solo consiglio: visto che si tratta di un piatto che va servito e mangiato caldo aspettate che la temperatura esterna scenda di qualche grado!

Un dessert fresco e leggero: la Macedonia con Crema al Mascarpone

Ok é vero se mettete la crema al mascarpone la macedonia smette di essere leggera ma diventa buonissima! e poi basta metterne poca di crema! comunque vi assicuro che la macedonia così viene davvero gustosa e poi sarà sufficiente servire la crema a parte: in questo modo chi vorrà la potrà aggiungere da solo alla propria ciotola di frutta. Potrete poi lavorare la vostra crema al mascarpone con lo zucchero a velo e condire la macedonia con appena un velo di miele liquido. In questo modo infatti la frutta diventerà ben lucida. Si tratta di un dolce veloce e davvero molto comodo. Potrete prepararvi la vostra crema in anticipo – la il pomeriggio per la sera – ed impiattarvi la vostra frutta nelle ciotole sempre in anticipo. L’unica cosa che dovrete fare alla fine é il taglio della frutta stessa. Infatti se utilizzate dei frutti rossi allora quelli li lascerete interi e potrete metterli anche prima, ma se volete aggiungere delle albicocche o dei fichi o delle pesche allora dovrete farlo alla fine altrimenti si anneriranno.

L’insalata di uova per Pasqua e Pasquetta

Quale miglior ingrediente, se non le uova, per simboleggiare la Pasqua? Pensando al menù di questa festa di solito si pensa alle portate principali, sontuosi primi, ricchi secondi, dolci da sballo. Ma il contorno? O meglio, l’insalata? Ecco, un’insalata di uova è proprio quello a cui ho pensato. Ho pensato di unire uova sode, zucchine,  radicchio e una manciata di erbe aromatiche a completare il piatto. Niente di più sfizioso. Si ottiene un’insalata di uova dai colori variopinti e dai sapori bilanciati. La ricetta originale non prevedeva nè lattuga nè pomodori, ma per me una vera insalata non è tale senza questi due ingredienti e li ho aggiunti di mia iniziativa. A noi è piaciuta tantissimo, anzi l’ho riproposta diverse volte e credo che la ripreparerò anche, come dicevo sopra, il giorno di Pasqua. Se ben conservata potreste portarvela dietro in un’eventuale gita fuori porta di Pasquetta.

La Torta di Crema al Limone per Poirot

torta di crema

TEMPO: 20 minuti + la cottura | COSTO: medio | DIFFICOLTA’: medio-alta | VEGETARIANA: si | PICCANTE: no | GLUTINE: si | BAMBINI: si

La torta di pasta Frolla alla crema é una ghiottoneria che Poirot si concede in “Due mesi Dopo”. L’infallibile detective é chiamato ad indagare su un omicidio da una lettera che riceve ben due mesi dopo la morte del mittente. Si tratta di un romanzo della Christie piuttosto particolare: la cerchia dei sospettati infatti é molto ristretta e questo semplifica il compito del lettore nell’individuazione del colpevole. Non si tratta affatto di una storia “scontata” ma semplicemente di una scelta dell’autrice che in questo romanzo, più che in altri, ha preferito concentrarsi su descrizioni di luoghi e piatti. La torta di pasta frolla alla crema é una ricetta piuttosto semplice ma che deve essere eseguita “ad arte” per trovare piena espressione…“in quel momento varcammo la soglia di una locanda The Gorge e con un energico stt Poirot mi impose il silenzio, a quanto pareva eravamo gli unici avventori. Un cameriere anzianotto ci servì dell’ottimo montone brasato  ed una torta di pasta frolla alla crema davvero eccellente..a questo punto Poirot cavò di tasca il permesso di visita delle varie proprietà della zona”

La frittata trentina

Una bella ricetta per preparare una gustosa frittata con cui farcire i panini che i più voraci si preparano come spuntino per il mare, o semplicemente da assaporare per pranzo o per cena accompagnata da un’insalatina.

Se volete, per chi come me non è in vacanza, potete portarla a lavoro e scartarla per la pausa pranzo, è pratica e comoda, non necessita di esser riscaldata e vi assicurerete un pasto sostanzioso e nutriente.

Si chiama Frittata trentina, il nome un po’ generico, indica appunto le frittate all’uso trentino che oltre alle uova, per il composto di base, prevedono anche l’uso di latte e farina. Questo tipo di frittate, sono spesso arricchite d’erbe, di formaggi o funghi. Assaporate quella che vi proponiamo noi oggi!

Torte salate: perfette anche d’estate

Fa caldissimo. Non si respira, ma nonostante di giorno sembra quasi possibile evitare di mangiare, la sera la fame si fa sentire.

Quello che può aiutare, senza appesantire troppo sono delle torte salate. Perfette da gustare anche fredde, sono ideali per un aperitivo, una serata tra amici o anche come piatto unico per una cena veloce.

Ho vissuto per un periodo a Torino, e lì ho scoperto l’arte di cucinare queste deliziose torte salate. Il grande vantaggio è che aldilà delle ricette base per prepararle potete spaziare con la vostra fantasia condendole come meglio credete, con gli ingredienti che preferite.

I piemontesi nelle loro torte salate, che amano chiamare quiche per la stretta vicinanza alla Francia, mettono sempre come ingredienti base il burro, i formaggi e il pepe. Per la pasta di base invece utilizzano indistintamente la sfoglia o la briseè, quest’ultima però se comprata già fatta ha quasi sempre una forte componente zuccherina che la rende perfetta per dolci e crostate.

Una cosa che mi ha sempre colpito molto del periodo torinese è la stupefacente abilità di questa città di essere così elegante, ma anche così fortemente legata alle tradizioni. Due sono i luoghi dove si respira ancora la vecchia Torino, quella più popolare: le balere e le bocciofile. Nelle prime si svolgono serate danzanti a base di liscio, le seconde invece sono dei vecchi club delle bocce, dove oltre a praticare questo sport si poteva, pagando delle quote annuali di associazione, mangiare discretamente a prezzi politici delle ottime pietanze della tradizione culinaria piemontese. Oggi queste bocciofile la sera sono aperte a tutti e offrono ancora a prezzi modici succulenti piatti tradizionali.

La ricetta della torta salata che sto per spiegare mi è stata data proprio dalla proprietaria di una di queste bocciofile, che mi ha raccomandato di dire sempre che non è una quiche ma una torta salata alla piemontese.