Fiori di zucca ripieni

TEMPO: 1 ora | COSTO: medio | DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: SI | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI

Sono sempre stata abituata a degustare i fiori di zucca ripieni con la mozzarella, il prosciutto cotto ed un pezzetto di alice! Ottime direte voi, e io concordo pienamente, tuttavia nel caso vogliate fare dei fiori di zucca ripieni un po’ diversi dal solito vi consiglio di seguire la ricetta che sto per darvi! A base di verdure, un impasto reso morbido dalle patate, questi fiori di zucca ripieni faranno un successone!


Fiori di zucca ripieni

Ingredienti per 4 persone:

100 gr di zucchine|100 gr di fagiolini verdi|150 gr dì patate farinose|sale|pepe|1 ciuffetto di basilico |1 cucchiaio di origano fresco|2 spicchi d’aglio|50 gr di Parmigiano|1 uovo|5 cucchiai di olio di oliva |24 fiori di zucca

Fagiolini al pomodoro, buoni … per tutti

TEMPO: 1 ora e mezza| COSTO: basso| DIFFICOLTA’: bassa

VEGETARIANA:SI | PICCANTE:NO | GLUTINE: NO | BAMBINI: SI


Parliamo di un bel contorno, che accompagna ricette di pesce o ricette di carne senza compromettere il sapore delle pietanze. Contorno vegetariano, leggero ed economico, i cui ingredienti si trovano ancora con facilità in questo periodo, molto duttile, infatti se vorrete potrete usarlo anche come condimento per un buon piatto di pasta.

Si tratta dei Fagiolini al pomodoro, una ricetta molto semplice da preparare, che ben si coniuga alle diverse esigenze dei diversi membri della famiglia. È ottimo per chi sta seguendo una diete, si adatta a chi ha scelto di essere vegetariano ed è pratico da poter portare a lavoro per chi non ha mai tempo di pranzare in casa. I Fagiolini al pomodoro accontentano tutti.

Fagiolini verdi in salsa di pomodoro alle noci

Siamo sempre alla ricerca di variazioni per cucinare le verdure, accompagnate magari da salsine saporite e stuzzicanti. Nella fattispecie i fagiolini, quelli teneri e privi di filamenti laterali, sono i migliori da accompagnare a questa gustosa salsa di pomodoro alle noci. Anche se non è una ricetta propriamente estiva, viste le temperature ancora torride per me siamo ancora in piena estate, potete sempre conservarla e riproporla appena le temperature calano un pochino.
Fagiolini verdi in salsa di pomodoro alle noci (ingredienti per 6/8 persone)

1kg di fagiolini verdi freschi
425gr di pomodori pelati in scatola
1 cucchiaio di olio d’oliva extravergine
2 spicchi d’aglio, schiacciati
2 cucchiaini di cumino in polvere
2 cucchiaini di coriandolo in polvere
1/4 di cucchiaino di pepe di Cayenna
90gr di noci tritate, tostate
1/2 tazza di foglie di coriandolo fresche
1 cucchiaino di zucchero
1 piccolo peperone rosso (150 gr)
1 piccolo peperone giallo (150 gr)

Fagiolini ai capperi e basilico, tutte le sfumature del verde in un’insalata

Un contorno ideale per accompagnare piatti di pesce o di carne bianca, profumato e dalle diverse sfumature di verde, sarà proprio una gioia per tutti i sensi, dalla vista all’olfatto fino a giungere al palato. Forse un contorno che ben rappresenta l’idea del wellness cucina: rilassante, dai colori tranquilli e dai profumi distensivi, leggero e saporito.

Questo tipo di contorno è un’insalata molto semplice con un solo ingrediente principale,i fagiolini, talmente semplice che a prima vista potrebbe sembrare banale! Ma mai fermarsi alle apparenze il bello della vita è assaporare le cose, addentarle e sentire i sapori che si diffondono gradualmente nella nostra bocca.

Non scordatevi che i gusti più buoni sono quelli più semplici! La preparazione di questo piatto è estremamente facile, e non vi sono particolari condimenti che tendono a “camuffare” i sapori degli ingredienti, per questo è molto importante avere della materia prima di ottima qualità che garantisca un sapore genuino ed un gusto intenso. Procuratevi tutto l’occorrente per fare i Fagiolini ai capperi e basilico.

Cucinare con i congelati Findus: idee e suggerimenti


Se il vostro problema è il tempo oggi si trovano in vendita prodotti surgelati che permettono di scatenare tutta la vostra creatività ai fornelli, in pochi minuti e senza troppa fatica: il pesce, per esempio, è di ottima qualità, già pulito e pronto da cucinare, senza neppure doverlo scongelare prima. Un esempio? i Gamberi Sgusciati That’s Amore Findus: gamberi di qualità, già sgusciati e pronti per essere cucinati. Se volete provarli di seguito vi suggeriamo una ricetta davvero interessante e soprattutto estiva!
Insalata di asparagi, fagiolini e gamberi (ingredienti per 4 persone)
  • 1 confezione di Gamberi Sgusciati That’s Amore Findus
  • 300gr di fagiolini
  • 600gr di asparagi
  • il succo di un limone
  • olio
  • sale
  • pepe

Filetti di tonno alla giardiniera, cucinare il tonno con semplicità

Questa è la stagione del tonno, in questo periodo, infatti, è consentita la pesca di questo splendido tipo di pesce, che il più delle volte fa una bruttissima fine, passando dagli sconfinati abissi marini alle piccolissime scatolette di latta prodotte in modo spropositato dalle multinazionali.

Non vorrei esser frainteso, non sono contrario al tonno sottolio, ma se conoscete il sapore del tonno sottolio prodotto artigianalmente, con vero tonno, frutto della tradizione e della sapienza che si acquisisce soltanto con il passaggio dei segreti del mestiere da padre in figlio, potrete essere concordi con me nel pensare che finire nelle scatolette industriali non è una fine così nobile per un pesce dalla carne così pregiata!

Il cruento rito delle mattanza, l’antico metodo di pesca del tonno, era un glorificazione del tonno, che si immolava in un bagno di sangue per finire sulle nostre tavole, ben differente dalla pesca attuale, che coinvolge altri tipi di pesce che per “errore” finiscono nelle reti dei pescherecci.

Un contorno semplice e veloce, i Fagiolini alla portoghese

Vi siete mai domandati perche i fagiolini si chiamano in questo modo? Apparentemente hanno ben poco in comune con i fagioli, eppure il nome è lo stesso. Beh, la specie botanica di appartenenza è uguale, ma la differenza consiste nel fatto che il fagiolino viene raccolto e consumato quando è ancora immaturo, quando, cioè, i semi che vi sono all’interno del baccello non sono ancora pienamente sviluppati.

Ecco perché si utilizza il diminutivo fagiolino, si tratta, infatti, di fagioli allo stato iniziale della crescita. Oltre che con il nome di fagiolino questo tipo di verdura, in alcune regioni italiane, è conosciuto con il singolare nome di cornetto, a causa della sua forma ricurva che lo fa rassomigliare appunto ad un piccolo corno.

Esistono differenti tipi di fagiolini, che si distinguono per colore, con gradazioni che vanno dal giallo al verde pallido e dal verde al bruno, e per forma, da quelli più o meno curvi e quelli con sezione rotonda o schiacciata, meglio conosciuti come fagioli del Papa o taccole.

Cucinare i fagiolini è molto semplice, basta sbollentarli per qualche minuto in acqua bollente e scolarli leggermente al dente per ottenere un ottimo ingrediente per insalate o da usare come semplice contorno. Ma a noi piace sempre sperimentare ed oggi vi proponiamo i Fagiolini alla portoghese.

Insalata o Contorno … ma che comunque sia “alla paesana”

Anche se il nome che hanno dato a questo piatto fa pensare ad un contorno, per me assomiglia di più ad una buna insalata completa e molto colorata, composta da pochi ingredienti, ma molto nutrienti.

Non può di certo esser paragonata ad una normale insalata, composta per lo più da verdure crude, ma dove sta scritto che un’insalata non possa esser fatta anche di verdure cotte? Io, personalmente, amo molto comporre delle ricche insalate aggiungendo molto spesso delle patate bollite o dei fagiolini al vapore.

Certo, anche, l’insalata è un contorno, giusto! Ma se ci limitiamo a chiamarlo contorno resta sempre l’idea che si tratta di un piatto che serve semplicemente ad accompagnarne un altro, e non di una pietanza che possa avere una propria identità! E che quindi, di per sé, possa essere un piatto vero e proprio, che possa sostituire un secondo, ad esempio.

Comunque, è inutile perdersi in discussioni, prima di sederci a tavola, quindi passiamo alla preparazione del: Contorno alla paesana.

La Cina in cucina: tagliatelle dei dieci tesori

In Cina esistono tre tipi principali di pasta: alla farina di frumento -con o senza uova-, al riso ed alla soia. Queste tagliatelle dei dieci tesori, per la sapiente combinazione dei differenti sapori, sono un esempio di quella ricerca dell’equilibrio e dell’armonia attraverso i contrasti, tipici della gastronomia cinese.

Per preparare questa ricetta in cui la carne viene cotta molto velocemente, è preferibile scegliere dei tagli molto teneri e non fibrosi, come il filetto oppure il roast beef. Per avere un sapore più ricco possiamo inoltre sostituire il manzo con la carne d’agnello. Per i fagiolini, essendo fuori stagione, è preferibile usare quelli surgelati, oppure altre verdure, come zucchine, cimette di cavolfiore o broccoletti.

Questo piatto, nominalmente considerato un primo, rappresenta in realtà un perfetto piatto unico, adatto ad un pasto di mezzogiorno o ad una cena leggera, e può anche costituire un’originale alternativa alla spaghettata di mezzanotte!