Tarte tatin primaverile con pomodori

Facile e velocissima da preparare: la tarte tatin con i pomodori è una pietanza che può essere preparata in pochissimo tempo.

tarte tatin, pomodori, Insalata di pomodori all’indiana

Si tratta di una torta rovesciata (di provenienza francese), ma salata arricchita dalla presenza dei pomodori freschi e dei pomodori secchi per creare un connubio abbastanza inedito. 

Tarte tatin con i finocchi e le arance

Facilissima da preparare, la tarte tatin con i finocchi è un piatto veloce e facile da preparare perfetto da servire come antipasto, come primo o come piatto unico per la cena.

È una delle molteplici varianti salate della classica tarte tatin, la torta creata per sbaglio da Stephanie e Caroline Tatin, due sorelle francesi.

finocchi, sformato di finocchi

Per errore, le due sorelle dimenticarono di coprire la tortiera con la pasta brisè e si ritrovarono a dover provvedere alla preparazione di un dolce rimediando con una torta rovesciata e rimessa in forno.

Tarte tatin con le zucchine

Quando pensiamo alla tarte tatin generalmente viene immediatamente in mente una ricetta dolce, la famosa torta rovesciata nata per un pasticcio in cucina.

La tarte tatin è diventata invece un piccolo grande classico della cucina, perfetta anche se declinata nella versione salata. Oggi proponiamo la ricetta della tarte tatin con le zucchine.

Torta tatin salata di pere di Anna Moroni

La torta tatin salata di pere è una rivisitazione del classico ed inimitabile dolce di origine francese. Adatta ad essere servita come antipasto, risulta sfiziosa ed alquanto ricercata così da potere essere riservata anche alle occasioni formali. La ricetta è di Anna Moroni e risulta essere di semplice esecuzione, nonostante preveda due step di cottura. E’ composta da uno strato di pasta sfoglia coperta da pere caramellate e spolverate con abbondante pepe nero e parmigiano grattugiato.

Torta tatin salata pere Anna Moroni

Tarte tatin salata alle nocciole

tarte tatin salata

La tarte tatin salata alle nocciole è la rivisitazione in chiave mediterranea di un dolce tipico della cucina francese. La tradizione racconta che la classica tarte tatin sia nata all’inizio del secolo, a causa di un errore di una albergatrice – di cognome Tatin appunto –  che era solita preparare una eccellente torta di mele. Oggi prendiamo ispirazione dalla ricetta  del famoso dolce francese per proporvi invece una versione salata della tarte tatin a base di funghi e nocciole. Non è una quiche perchè la base non è di pasta brisèe e non è una focaccia, però potrete utilizzare questa tarte tatin salata alle nocciole come piatto unico oppure come come antipasto. Si prepara in poco tempo ed è abbastanza semplice. Risultato: ottimo!

La Tarte Tatin direttamente da “Cotto e Mangiato”

Eccola. La Tarte Tatin. Sono un’appassionata delle torte di mele e delle crostate di mele, dell’American Pie direbbero gli statunitensi e una nonna papera del Tennessee ne preparerebbe una e la metterebbe a raffreddare sul davanzale. Proprio in questi ultimi tempi ho scoperto la Tarte Tatin più buona che io abbia mai mangiato. Così come mi piace preparare dolci devo anche dire che li mangio con piacere ma non sono una golosa, e soprattutto non datemi creme e panna a volontà, niente millefoglie farcita, niente creme che te le ricordi per una settimana, ma ci sono quei due o tre dolci per cui potrei fare una strage. La Tarte Tatin, buona, ben fatta, calda e con il gelato alla crema e una di questi! E cosa, succede, proprio mentre sono sotto l’effetto di questa torta in questo periodo, guardo Cotto e Mangiato e mi ritrovo la ricetta, semplicissima. Non potevo non proporvela!

La Tarte Tatin di Albicocche, un dolce di frutta leggero e gustoso


Spesso la Tarte Tatin si prepara in autunno utilizzando le pere appena mature. Ma vi assicuro che di recente l’ho anche gustata di albicocche é davvero eccellente. Le albicocche infatti in cottura perdono buona parte dello zucchero ed acquistano un forte sapore aspro che in contrasto con il caramello donerà a questa torta un sapore ancora più gradevole e particolare del solito. E visto che questa é la stagione perché non provate? volendo potete anche spolverare la superficie della tatin con delle scaglie di mandorle una volta tirata fuori dal forno. La preparazione poi é quella consueta della torta francese per cui con la base di pasta frolla e con lo zucchero e il burro per far caramella la frutta. Io apprezzo particolarmente questo dolce accompagnato da una palla di gelato alla vaniglia servita accanto ad una bella fetta di torta appena tiepida.

Tarte Tatin, la torta di mele francese

Tarte Tatin, la torta di mele francese
Immaginate il Nord della Francia, la Normandia, lungo le coste bagnate da un mare che anche quando è calmo mantiene un colore minaccioso, lunghe spiagge di sabbia che sembrano mangiare il mare a bassa marea, per poi scomparire quasi del tutto prima di sera. A tratti, un bagnasciuga fatto di prati regolarmente bagnati dal mare; qui si allevano le pecore che daranno nascita ai prelibatissimi agnelli ‘dei prati salati’.
Dall’altro lato della strada, che scorre come un nastro lungo la costa, un paesaggio totalmente diverso: immense pianure verdeggianti, disseminate da meli e gruppi di mucche a chiazze bianche e nere che formano un quadro bucolico ed estemporaneo. Siamo nella patria delle mele e, ovviamente, del sidro e del Calvados, un’acquavite potentissima ricavata dalla loro fermentazione.
Questa è pure la patria della Tarte Tatin, un’invenzione, si dice, fatta per sbaglio da una delle sorelle Tatin nel loro alberghetto. Sembrerebbe che, avendo ‘dimenticato’ di foderare la teglia di frolla mentre faceva la sua crostata di mele, questa decise di “aggiustare il guaio” posando la frolla sopra le mele e rovesciandola poi nel piatto di portata una volta cotta.
Il risultato è spettacolare e, con questo in mente, vorrei indirizzarmi particolarmente a coloro che ‘non favoreggiano’ la crostata di mele, o la torta di mele, tanto sono convinta che la Tarte Tatin li convertirà ad amare pure le “mele cotte” !