La Tarte Tatin di Albicocche, un dolce di frutta leggero e gustoso

di Germana 0




Spesso la Tarte Tatin si prepara in autunno utilizzando le pere appena mature. Ma vi assicuro che di recente l’ho anche gustata di albicocche é davvero eccellente. Le albicocche infatti in cottura perdono buona parte dello zucchero ed acquistano un forte sapore aspro che in contrasto con il caramello donerà a questa torta un sapore ancora più gradevole e particolare del solito. E visto che questa é la stagione perché non provate? volendo potete anche spolverare la superficie della tatin con delle scaglie di mandorle una volta tirata fuori dal forno. La preparazione poi é quella consueta della torta francese per cui con la base di pasta frolla e con lo zucchero e il burro per far caramella la frutta. Io apprezzo particolarmente questo dolce accompagnato da una palla di gelato alla vaniglia servita accanto ad una bella fetta di torta appena tiepida.

Tatin di Albicocche


Ingredienti

800 gr. pasta frolla | 1,5 gr. albicocche | 200 gr. zucchero zefiro | 200 gr. burro non salato

Preparazione

  Per prima cosa sbucciate le albicocche e riducetele a fettine. Poi tirate fuori la pasta frolla dal frigorifero. Se non avete tempo di farla potete acquistare quella Buitoni in panetto.

  In un padellino poi fate caramellare lo zucchero con un cucchiaio di acqua. Poi aggiungete il burro a pezzetti e fate finire di caramellare fino a quando si sarà raggiunto un colore appena brunito.

  Versate il caramello in uno stampo a tortiera (28 cm) e immergetevi le fette di albicocche. Stendete la pasta e mettetela sopra la frutta, rimboccando bene i bordi.

  Cuocete in forno caldo a 200 gradi per 40 minuti circa, quindi sfornatela e solo quando sarà tiepida potrete capovolgerla su un piatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>