Ravioli ripieni di fonduta di formaggio

Ultimamente ho riscoperto la passione per la pasta fresca ripiena, ecco perchè ho deciso di provare i ravioli ripieni di fonduta di formaggio visti recentemente durante una puntata della Prova del Cuoco. Ricetta tutto sommato semplice ed anche delicata, ottima da servire pure a cena insomma, non una di quelle pietanze troppo ricche o elaborate che non lascino spazio per altro. I ravioli ripieni di fonduta prevedono un cuore essenziale ma estremamente gustoso: una vera e propria fonduta di burro e fontina addensata con poca farina ed un condimento abbastanza originale con uova (o meglio tuorli) e cavoletti di Bruxelles. Insomma direi proprio che lasciarsi sfuggire l’occasione di gustarli sarebbe un vero e proprio peccato.

Ravioli di fonduta della Prova del Cuoco

 

Ravioli di patate e mortadella di Alessandra Spisni

Ravioli di patate e mortadella di Alessandra Spisni

Se siete in cerca della ricetta di un primo piatto saporito, fatto con ingredienti semplici che ben si sposano tra di loro, adatto anche al pranzo della domenica, in occasione del quale la pasta fresca ripiena non può non essere bene accetta, vi suggerisco i ravioli di patate e mortadella. Si tratta di una preparazione non velocissima, ma che merita di essere realizzata e che una volta portata in tavola, ma soprattutto assaporata, non può che soddisfare chi abbia la fortuna di assaggiarla.

Zuppa estiva di verdure con ravioli freschi

zuppa estiva di verdure

Una zuppa estiva di verdure con ravioli è un piatto buonissimo che va benissimo anche per le giornate più calde. Se è vero che il minestrone è un piatto tipicamente invernale, è anche vero che moltissime zuppe possono diventare piatti estivi perfetti se cucinati, e soprattutto serviti, nel modo giusto. Moltissime verdure in estate sono al massimo del loro sapore e al minimo del loro prezzo e quindi diventano perfette per creare piatti leggeri ma molto nutrienti, gustosi e completi. Il minestrone freddo che vi propongo oggi è accompagnato dai ravioli freschi, che potete scegliere con il ripieno che preferite.

4 primi piatti con le fave FOTO

Tra gli ortaggi di stagione non possiamo non annoverare anche le fave. Apparentemente forse non particolarmente allettanti, eppure, se abbinate agli ingredienti giusti, possono essere utilizzate per la preparazione di pietanze indimenticabili, proprio come quelle che vi propongo oggi. Tra gli abbinamenti indiscussi quello con il pecorino, che ne esalta alla grande il sapore, o con la pancetta, per la quale vale lo stesso discorso. Ecco di seguito 4 primi piatti con le fave con annesse foto, scopriteli tutti.

Ravioli al vapore, ricetta bimby

Ravioli  vapore ricetta bimby

Conoscete tutti i ravioli al vapore? Se siete amanti della cucina cinese o frequentatori dei relativi ristoranti li avrete già sicuramente assaggiati. Questa è la ricetta dei ravioli al vapore cinesi con il bimby, ancora più facili da preparare. Questi piccoli scrigni di pasta, cotti in maniera insolita, racchiudono al loro interno un ripieno leggero a base di carne di maiale, carote, verza ( o cavolo cinese) e porri. Risultano particolarmente leggeri e molto saporiti soprattutto perchè vanno irrorati con della salsa di soia.

Ravioli turchi, ovvero i manti

Ravioli turchi manti

Oggi vorrei parlarvi di una mia recente scoperta, i manti, ovvero i ravioli turchi. Più che ravioli, dovendo trovare una somiglianza tra i prodotti della nostra gastronomia, credo si avvicinino molto di più ai tortellini. A questi assomigliano oltre che nella forma anche nel ripieno, a base di carne e spezie, anche se il condimento fa la differenza: niente ragù o salvia e burro ma una salsa a base di yogurt e aglio, il tutto sormontato da burro fuso insieme a del peperoncino.

Menù Natale 2012 a base di pesce

Menù natale 2012 base pesce

E rieccoci quì pronti per aspettare un nuovo Natale. Come ogni anno, cerchiamo di darvi qualche suggerimento e spunto utile per la preparazione di un ottimo menù da servire nei giorni di festa. L’intento è quello di lasciarvi una serie di idee dalla quali attingere per creare da un lato un menù perfetto che risponda alle vostre esigenze ed ai vostri gusti e dall’altro che vi permetta di cucinare dei piatti succulenti con il minino sforzo, e, perchè no, con il minimo dispendio economico. Ecco un menù per il Natale 2012 a base di pesce.

Pasta fatta in casa: i ravioli

pasta fatta casa ravioli

La pasta fatta in casa è la mia fissazione del momento. Sarà che sono un po’ più libera dagli impegni e ho più tempo da dedicare alla cucina, ma i miei esperimenti culinari sono quasi giornalieri. Oggi mi sono dedicata a preparare i ravioli, ricetta tipica della pasta fatta in casa, un po’ difficile nell’esecuzione perchè bisogna tagliare e farcire la pasta, aggiungere il ripieno e, cosa per me più complicata, richiudere il raviolo senza che in cottura si apra facendo uscire fuori tutto il ripieno. Insomma, è necessaria un po’ di attenzione in più e una buona dose di pazienza ma siccome il risultato è a dir poco eccellente, direi che ne vale la pena. E poi non c’è soddisfazione più grande di portare in tavola un piatto di pasta squisito fatto con le nostre manine…

Ravioli filanti con le olive verdi: un primo facile e buonissimo!

ravioli filanti olive verdi primo facile buonissimo

Certe volte non è necessario cucinare tanto tempo e preparare con fatica, basta saper trasvestire le preparazioni! Cosa intendo? In cucina bisogna mentire a volte, ma bisogna saperlo fare bene! Quella di oggi è una ricetta che io utilizzo quando ho pochissimo tempo ma non voglio rinunciare ad un primo piatto saporito e d’effetto: i ravioli filanti con le olive verdi! In sostanza si tratta di preparare una salsa di pomodoro aromatizzata al timo, a cui poi aggiungere le olive verdi. Il resto è semplice, basta solo condire i ravioli cotti con la salsa di pomodoro e l’emmentaler grattugiato. Gratinare in forno e il gioco è fatto!

Zuppa di ravioli Won Ton alla verza

Zuppa ravioli WonTon verza

Lo Zen e l’arte di preparare un raviolo. Impastare non è una semplice azione meccanica ma è un modo per rilassarsi, per trovare il proprio equilibrio.  Bisogna sentire l’impasto tra le mani, aspettare che riposi o che lieviti e attendere il momento giusto per la cottura. Quando l’impasto non lievita allora  il momento necessita di tutta la serenità interiore che disponiamo. La stessa cosa potrebbe succedere se siamo per la prima volta alle prese con la pasta fatta in casa o con un piatto di una cucina straniera come questa zuppa di ravioli Won Ton alla verza, piatto originario della cucina cinese.

Minestre veloci: la Minestra di ravioli

Rientrare a casa tardi, infreddoliti e con poco appetito, ma con un’enorme desiderio di qualcosa di caldo, che scivoli lentamente nella gola e via via espanda il calore in tutto il corpo. Una buona minestra, per intenderci. Una minestra, che non sia quella semplice ed insapore, tipo ospedaliera, con tanta acqua-brodo e della pastina. Una gustosa ed appetitosa minestra calda!

Siete stanchi, quindi niente ricette di zuppe o creme, ci vuole un po’ di tempo per prepararle. Una minestra tipo la minestra di zucchine e fagioli, richiede anche lei troppo tempo. Ed allora eccovi la mia proposta: la Minestra di ravioli. In poco tempo avrete la vostra Minestra di ravioli, calda, fumante e molto invitante. Trattasi di cucina vegetariana … quindi, la Minestra di ravioli, va bene anche per voi amici vegetariani!

Un primo per la vigilia di Natale, i ravioli di branzino

E continuando a proporvi idee e ricette per i giorni di festa, oggi ci buttiamo sul pesce, in particolare su un primo perfetto da inserire nel menù della vigilia di natale: i ravioli di branzino. Cosa c’è di meglio che preparare e gustare un buon piatto di pasta fresca con un ripieno di pesce ed una salsina di accompagnamento che è la fine del mondo?

Il branzino (o spigola) è un pesce molto conosciuto ed apprezzato in cucina, la sua pulizia consta di due operazioni: innanzitutto la tagliatura delle pinne e poi la desquamatura, che dovrà essere effettuata con delicatezza affinché la pelle non si rovini. I ravioli di branzino si preparano così: dopo aver preparato la pasta all’uovo in casa, si passa al ripieno: si trita la  polpa di branzino al mixer con i tuorli, la noce moscata, la maggiorana, la mollica di pane, il parmigiano, sale e pepe. Si ottiene così un composto compatto che andrà disposto a mucchietti sulla pasta. Con la pasta si ricaveranno tanti ravioli della forma prescelta.

Un primo per la vigilia di Natale, i ravioli di pesce

Dopo aver iniziato la nostra avventura alla scoperta dei piatti di Natale, continuo parlandovi della sera della vigilia, durante la quale spesso si mangia il pesce. Bene, per non venire meno a questa tradizione, ho pensato di proporvi i ravioli di pesce. Un pò più insoliti rispetto a quelli a base di carne, i ravioli di pesce costituiscono un primo adatto alle feste, sono delicati ma allo stesso tempo gustosi e sapranno essere degni di una vigilia di Natale di tutto rispetto.

Per la preparazione dei ravioli di pesce vi servirà del filetto di cernia e della ricotta: questi gli ingredienti principali del nostro ripieno. Il filetto di cernia dovrà essere saltato in padella con l’aglio, poi, una volta cotto, si dovrà unire lo stesso peso di ricotta e lavorare bene insieme a pecorino e cerfoglio. Per quanto riguarda il condimento, io ho scelto di utilizzare del solo burro fuso con l’aggiunta di prezzemolo, ma la ricetta originale, che credo provenga dalla Prova del Cuoco, prevede due condimenti a scelta per i ravioli.

Ravioli di pesciolini innamorati

La pasta fresca fatta in casa. Ecco una ricetta semplice e veloce, sulla scia di questo San Valentino che è appena passato, visto che questi ravioli fatti in casa andanno poi ritagliati a forma di pesciolini… innamorati, come suggerisce il titolo della ricetta!

Preparare la pasta fatta in casa è sempre una piccola impresa, non tanto per la difficoltà, anche perchè quando si hanno delle buone ricette e si prende la mano, l’operazione diventa piuttosto semplice, ma la magia di questa preparazione riguarda proprio i rituali. Proprio come in questo caso il sugo da preparare è molto semplice, e la caratteristica sta proprio nel momento della lavorazione della pasta e nel ripieno, molto particolare, composto da nasello e mascarpone. La pasta fatta in casa è uno dei comfort food per eccellenza, ricorda le feste, le nonne, anche le mamme, ricette antiche tramandate di madre in figlia. Insomma, i ravioli, i tortellini, i tortelli, gli gnocchi, preparati con le nostre mani, inevitabilmente ci portano in un mondo un po’ antico, che non conosce la frenesia dei tempi moderni, che in una cucina soleggiata di una domenica mattina ci mostra, prima in dettaglio e poi allargando l’inquadratura, una giovane donna che impasta. Si, lo so, sono andata un po’ oltre con la fantasia e mi sono calata in un mondo cinematografico in bianco e nero, però non posso negarlo, questa ricetta così semplice e al tempo stesso ricercata, mi suscita emozioni d’altri tempi!

E comunque, infine, buon appetito.