Ravioli al vapore, ricetta bimby

di Ishtar 0



Conoscete tutti i ravioli al vapore? Se siete amanti della cucina cinese o frequentatori dei relativi ristoranti li avrete già sicuramente assaggiati. Questa è la ricetta dei ravioli al vapore cinesi con il bimby, ancora più facili da preparare. Questi piccoli scrigni di pasta, cotti in maniera insolita, racchiudono al loro interno un ripieno leggero a base di carne di maiale, carote, verza ( o cavolo cinese) e porri. Risultano particolarmente leggeri e molto saporiti soprattutto perchè vanno irrorati con della salsa di soia.

Ravioli al vapore


Ingredienti

400 gr. farina | 200 gr. acqua | 1 cucchiaio olio | 1 pizzico sale | 400 gr. carne di maiale macinata | 6 foglie di verza | 1 carota | 1 porro | zenzero | salsa di soia | 1 pizzico sale

Preparazione

  Preparare l'impasto versando nel boccale farina, acqua, olio e sale: 20 secondi a velocità 5. Creare una palla e fare riposare al coperto.

  Nel frattempo preparare il ripieno: tritare porro e carota a pezzi per 10 secondi a velocità 5. Unire quindi poco olio evo e cuocere 5 minuti a velocità 2 a 100°C. Impostare adesso la cottura per 20 minuti a velocità 2 antiorario temperatura Varoma e introdurre dal foro la carne trita mentre le lame sono in movimento.

  Dopo i primi 10 minuti unire della salsa di soia e regolare di sale. Raccogliere gli ingredienti sul fondo con la spatola. Prelevare e fare raffreddare in una ciotola.

  Stendere la pasta molto sottilmente e ricavare dei dischetti di 8 cm di diametro. Farcirli con 1 cucchiaino di composto e chiuderli sui bordi creando dei sacchettini.

  Cuocerli a vapore per 20 minuti circa e servirli con della salsa di soia.

Una variante è rappresentata dalla ricetta dei ravioli di gamberi al vapore, che personalmente non ho ancora provato ma che credo siano altrettanto gustosi. Potete servire i ravioli al vapore cinesi sia, come accennato prima, con della semplice salsa di soia (che personalmente preferisco), sia con una salsina agrodolce irresistibile preparata con acqua aceto zucchero e salsa di pomodoro, fatta addensare con poca maizena. In qualunque maniera decidiate di condirli vi assicuro: rappresentano una portata deliziosa. Potreste inserirli all’interno di una cena etnica, insieme agli involtini primavera, ottimi anche nella variante all’italiana con la pasta fillo, al pollo alle mandorle, ai gamberi fritti, altro fiore all’occhiello della cucina orientale, e al gelato fritto, per chiudere in tutta dolcezza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>