Involtini primavera direttamente dalla cucina cinese

di Ishtar 8



spring rolls

Sicuramente nelle cene consumate presso i  ristoranti cinesi gli involtini primavera sono molto gettonati, forse costituiscono una delle preparazioni più conosciute, insieme ai ravioli al vapore, alle nuvolette di gamberi, al pollo alle mandorle e non continuo più perchè la salivazione comincia ad aumentare. Io li trovo buonissimi e dopo averli gustati un paio di volte al ristorante ho deciso che non avrei potuto più aspettare di recarmici ogni qual volta ne avevo voglia, li avrei preparati in casa.  Allora ho iniziato la mia solita ricerca su internet; di ricette ce ne sono a bizzeffa, ma la maggior parte prevedeva l’utilizzo della pasta phillo che io non ho ancora trovato in giro. Certo, avrei potuto prepararla da me, ma avevo deciso che di sperimentazioni ne bastava già una, quella appunto degli involtini primavera. Altre ancora suggerivano di utilizzare la carta di riso, di cui non avevo mai sentito parlare e che non ho ancora visto dal vivo, quindi scartata anche questa ipotesi.

Involtini primavera


Ingredienti

300 gr. farina 00 | 300 gr. acqua | 1 pizzico sale | 100 gr. di carote tagliate a julienne | 100 gr. fagiolini | 100 gr. germogli di soia | 200 gr. cavolo | 1 cipolla piccola | 2 spicchi di aglio | salsa di soia

Preparazione

  Impastare la farina con l'acqua e ½ cucchiaino di sale, deve essere solida, mettere in una ciotola e coprirla di acqua, lasciare tutta una notte in frigo.

  Scolare l'acqua in eccesso e prendere la pasta in mano e passarla velocemente su di una padella antiaderente ben calda, formare delle crepes molto sottili.

  Tagliare le carote e il cavolo cinese, saltarlo velocemente in padella con olio cipolla e aglio, unire i germogli di soia e i fagiolini lessati insaporire il tutto e condire con soia e peperoncino.

  Mettere su ogni crepe una cucchiaiata di impasto e chiudere ad involtino.

  Friggere in abbondante olio di arachide. Servire con soia o salsa in agrodolce oppure salsa piccante

Dunque mi sono affidata alla ricetta che vi propongo oggi in questo articolo che è facilissima e di buona resa, gli involtini risultano uguali agli originali. Potete accompagnare gli involtini primavera con quella fantastica salsina agrodolce per la quale vado matta. Vi spiego velocissimamente come prepararla: prendete un cucchiaio di salsa Ketchup“, un cucchiaio di salsa di soia, un cucchiaio di aceto bianco, un cucchiaio di Sake’ (se non lo trovate non fa niente, io l’ho sostituito con dello Sherry), un cucchiaio di zucchero, una spolverata di fecola di patate. Dopo aver preparato tutti gli ingredienti, mescolate in un tegamino il Ketchup, la salsa  di soia, l’aceto, il Sake’ (o lo Sherry) e lo zucchero. Aggiungete  un cucchiaio scarso di fecola di patate  sciolta in ½ bicchiere d’acqua. Fate bollire ma a fuoco molto basso mescolando continuamente, quindi togliete dal fuoco e lasciate raffreddare completamente.