Zuppa di pomodoro e basilico al forno

di Anna Maria Cantarella 0



La zuppa di pomodoro e basilico al forno è una mia recente scoperta. A voi non sembrerà niente di speciale, in realtà la differenza con una comune vellutata di pomodoro o ricette simili è abissale. I pomodori cotti al forno infatti acquisiscono un sapore unico, quel leggero sentore di arrostito dona alla zuppa di pomodoro un carattere che nessun pomodoro pelato potrà mai avere. Insomma, io ho già intessuto fin troppo le lodi di questa delicatezza culinaria. Voi provatela e poi fateci sapere come è venuta!

zuppa di pomodoro al forno e basilico


Ingredienti

2 cl. pomodori maturi | una cipolla | due spicchi d'aglio | 2 cucchiaio pesto di basilico | 250 gr. panna da cucina | peperoncino rosso | sale | foglie di basilico

Preparazione

  Tagliate i pomodori in fette spesse almeno un centimetro. Adagiatele su una placca da forno rivestita di carta forno. Salate e irrorate con n pizzico di olio e poi cuocete a 200° per circa 40 minuti, fino a quando i pomodori sono ben abbrustoliti.

  Preparate un soffritto di cipolla e aglio. Eliminate la buccia dai pomodori e aggiungeteli al soffritto. Frullate tutto con un frullatore a immersione e cuocete la zuppa a fuoco medio per circa 10 minuti.

  Verso la fine, quando la consistenza sarà densa, aggiungete la panna, il pesto e il peperoncino. Regolate di sale e pepe. Amalgamate e servite calda, con foglioline di basilico per guarnire.

La zuppa di pomodoro e basilico al fornoio la preparo spesso anche in estate. Infatti non è necessario mangiarla bollente; si può anche assaporare tiepida o addirittura fresca come un gazpacho spagnolo. L’accompagnamento che preferisco sono i crostini di pane tostati in padella con un filo di olio d’oliva. Anche una spolverata di formaggio grattuggiato, tipo parmigiano, potrebbe starci bene. Per aumentare il sapore del basilico, oltre alle foglioline aggiungo anche uno o due cucchiai di pesto di basilico, che ho sempre in riserva nel freezer di casa.

La cremosità della zuppa è dovuta alla cottura lenta a fuoco basso, e per aumentarne la morbidezza io aggiungo panna da cucina, oppure creme fraiche quando riesco a reperirla, ma c’è anche chi utilizza i formaggi morbidi come la Philadelphia. Ci sarebbe anche una versione della zuppa di pomodoro in cui anche l’aglio viene cotto in forno e poi schiacciato all’interno del composto. Secondo me, in questo modo il gusto dell’aglio potrebbe essere troppo invadente ma tentare non nuoce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>