Pollo alle mandorle della cucina cinese

di Anna Maria Cantarella 0



Quando si tratta di mangiare il pollo, io sono sempre molto sospettosa. Non è così quando si tratta di una ricetta come il pollo alle mandorle, ricetta tipica della cucina cinese e divenuta molto comune anche da noi. Quella che vi propongo oggi è ovviamente la rivisitazione occidentale del piatto cinese. Dico rivisitazione – senza pretendere di essere in possesso della ricetta originale – perchè nella cucina orientale non si tratta solo di trovare gli ingredienti originali o simili, ma di ripetere tutta una serie di rituali di cottura e preparazione degli alimenti a cui noi non siamo abituati e che non fanno parte delle nostra tradizioni culinarie. Detto questo, resta il fatto che seguendo questa ricetta otterrete un pollo alle mandorle degno – se non della cucina cinese – almeno dei comuni ristoranti cinesi in Italia.

pollo alle mandorle


Ingredienti

400 gr. petto di pollo | 100 gr. mandorle pelate | mezza cipolla | due fettine di zenzero fresco (oppure zenzero in polvere quanto basta) | 4 cucchiaio salsa di soia scura | 1 cucchiaio aceto di riso | 3 cucchiaio maizena | uno spicchio d'aglio | 4 cucchiaio olio di semi di soia | mezzo cucchiaino di sale

Preparazione

  Mescolate la salsa di soia, l'aceto di riso e il sale. Tagliate a dadini i petti di pollo e fateli marinare nel composto per circa 20 minuti.

  Trascorso questo tempo, scolate il pollo e infarinatelo nella maizna. Conservate quello che resta della salsa.

  In un wok (o in una padella capiente) scaldate a fiamma viva un cucchiaio di olio di semi, aggiungete le mandorle per farle diventare dorate. Mettetele da parte.

  Tritate l'aglio, la cipolla e lo zenzero fresco. Scaldate nel wok 4 cucchiai di olio di semi e aggiungete il trito: cuocete fino a quando la cipolla si sarà imbiondita.

  Aggiungete i tocchetti di pollo infarinati e cuocete per 10-15 minuti, mescolando bene. Aggiungete la marinata in cui avevate messo il pollo e mezzo bicchiere d'acqua in cui avrete sciolto mezzo cucchiaino di maizena, che servirà per fare addensare la salsa. Cuocete ancora fino a quando la salsa sarà diventata abbastanza densa.

  Aggiungete le mandorle, cuocete ancora per un minuto e poi servite ben caldo.

Il pollo alle mandorle cinese si mangia accompagnato da una porzione di riso in bianco, che per i cinesi è l’accompagnamento comune di ogni pietanza, un po’ come per noi potrebbe essere il pane. Se volete un sapore e un profumo speziato, potete scegliere il riso basmati, da cuocere in una pentola con l’acqua che lo ricopre, senza mescolare fino a quando l’acqua non si sarà assorbita. In alternativa, potete utilizzare il riso ribe italiano, facendo attenzione a non scuocerlo: ricordate sempre che i cinesi prendono i chicchi di riso, ben separati, con le bacchette! Infine se non riuscite a trovare le mandorle già pelate, portate ad ebollizione una pentolina con l’acqua. Quando vedrete le bolle immergete le mandorle per un solo minuto. Poi scolatele e togliete la buccia, che andra via senza problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>