Per il pranzo di Capodanno: ravioli di ricotta con radicchio e speck

di Claudia 3



ravioli radicchio

Il radicchio ci permette di donare una colorazione particolare a tutti i piatti e anche per le feste, non più strettamente natalizie ma che vanno verso i festeggiamenti per la fine dell’anno vecchio e l’inizio dell’anno nuovo, può rivelarsi un ingrediente che dona un tocco in più.

Il radicchio rosso, detto di Treviso per la sua provenienza veneta, è un tipo di cicoria, caratterizzato dal colore rosso intenso, molto scuro, tendente al viola, e da striature bianche, che si accompagnano a una consistenza piuttosto croccante e un gusto decisamente amarognolo. Proprio questo suo gusto particolare è in grado di donare, insieme al caratteristico colore, un tocco in più ad ogni piatto, e questi ravioli con radicchio e speck saranno davvero un primo piatto speciale per il pranzo di Capodanno.

Ravioli di ricotta con radicchio e speck


Ingredienti

80 gr. speck in un'unica fetta | 1 confezione ravioli di ricotta ed erbette | 1 cespo radicchio trevigiano | 80 gr. panna | parmigiano grattugiato | olio extravergine di oliva | sale

Preparazione

  Tagliare lo speck a julienne e il radicchio a striscioline. Grattugiare il parmigiano.

  Mettere poco olio in una padella e aggiungere lo speck con il radicchio, lasciar cuocere con poca acqua, a fiamma bassa, finchè il radicchio non risulterà morbido. Regolare di sale.

  Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata, scolarli al dente e farli saltare nella padella con radicchio e speck, aggiungendo anche la panna e mescolando bene.

  Dare una spolverata di parmigiano prima di servire in tavola.

Volendo potete creare delle monoporzioni, dei piccoli tortini, in modo molto semplice. Foderate degli stampini individuali con dello speck e dentro poi sistematevi i ravioli pronti e conditi. Passate i tortini in forno e poi rovesciateli sui piatti da portata. Decorate ogni piatto con delle foglie di radicchio crudo.