Rotolo di frittata con ricotta e olive nere con gli avanzi

di Ishtar 2



Buongiorno, passato bene il Natale? Avete mangiato in abbondanza, avete assaporato ogni singolo piatto portato in tavola? Io si, difatti oggi di cucinare non se ne parla, tanto oggi, si sa, è notorimente il giorno degli avanzi. Dovrebbero farne proprio una giornata nazionale secondo me. Dopo i bagordi di ieri non credo che in molti abbiamo voglia di fare il bis o peggio di rimettersi ai fornelli. Allora vediamo cosa è rimasto del pranzo di ieri ed impieghiamolo per improvvisare un pranzo senza troppe pretese. Ovviamente adattate il ripieno a ciò che avete in casa. Nel mio caso per esempio tra gli antipasti serviti c’erano delle olive nere, ed è rimasta pure della ricotta che avevamo acquistato per farne il ripieno di un paio di torte salate. Allora vi suggerisco un rotolo a base di uova, un modo diverso per presentare la solita frittata, l’effetto scenografico è assicurato ed il gusto pure. Si tratta del rotolo di frittata con ricotta e olive nere, un secondo che, tagliato a fettine può essere servito come antipasto.

Rotolo di frittata alla ricotta e olive nere


Ingredienti

3 uova sbattute | 3 cucchiaio panna | 1 cucchiaio burro fuso | 1 cucchiaio prezzemolo tritato | noce moscata in polvere | pepe | sale | 150 gr. ricotta | 150 gr. olive nere tritate

Preparazione

  Sbattete le uova con la panna, il burro fuso, il prezzemolo, la noce moscata e il pepe. Sciogliete mezzo cucchiaino di burro sulla padella (24 cm) e versate metà del composto.

  Cuocete finché la frittata è dorata e rappresa su entrambi i lati (5 minuti in totale).

  Passate la frittata sulla carta da cucina per asciugarla e ripetete l'operazione con l'altra metà di composto.

  Lasciate raffreddare e nel frattempo preparate il ripieno mescolando ricotta e olive, sale e pepe.

  Spalmatelo sulle due frittate fino a 1 cm dal bordo e arrotolatele per formare due rotoli che avvolgerete nella pellicola girando le estremità a caramella per chiudere bene.

  Mettete in frigorifero per 1 ora poi, con un coltello seghettato, eliminate le estremità e ricavate da ogni rotolo 10 fette. Eliminate la pellicola e servite freddo o a temperatura ambiente.

Il contrasto tra i colori della frittata e del ripieno assicurano un effetto visivo che non passa inosservato. Il rotolo di frittata costituisce un piatto da non sottovalutare, se non avete idea di quale antipasto servire durante una cena tra amici,  fa sicuramente al caso vostro. Inoltre è un piatto vegetariano che potrebbe tornarvi utile durante quelle cene durante le quali sono presenti dei commensali che non mangiano nè carne e nè pesce. Senza scervellarvi troppo accontenterete anche loro senza cadere nel banale o nel già visto e rivisto. Potete servire il rotolo di frittata ripieno di ricotta e olive nere accompagnandolo ad una ricca insalata mista, per non appensantire troppo il pasto. Bene, augurandovi di passare una buona giornata ed un buon Santo Stefano (a proposito, auguri a tutti gli Stefano e le Stefanie), vi lascio questa ricettina “con gli avanzi”.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>