Cous cous con polpettine di carne al pomodoro

Amo i piatti unici come il cous cous con polpettine di carne al pomodoro. Mi piacciono per tanti motivi: Sono pratici, abbastanza scenografici, e fanno risparmiare anche tanto tempo e denaro perchè si tratta di piatti molto economici che con una sola portata risolvono il problema di una intera cena. Con il cous cous, ma anche con altri cereali come l’orzo, il riso o l’avena, si possono preparare tantissime ricette diverse.

cous cous con polpettine al pomodoro

Lasagne di Carnevale alla napoletana

Lasagne Carnevale napoletana

Buon Carnevale a tutti! Per chi ha la fortuna di avere delle condizioni metereologiche favorevoli oggi la giornata sarà dedicata a maschere e carri in sfilata. Gli altri invece potranno godersi un buon pranzo ricco e sfizioso come vuole la tradizione. Piatto immancabile sulle tavole oggi è la lasagna di Carnevale alla napoletana, ma in generale tipica di alcune zone del sud Italia. Vi avverto subito, non è la solita lasagna, questa è piena zeppa di ingredienti sfiziosi, a cominciare dalle polpette.

Lenticchie con polpettine, una ricetta di Benedetta Parodi

lenticchie polpettine ricetta benedetta parodi

I legumi sono sempre un’ottima soluzione quando si vuole proporre alla famiglia un piatto unico, o comunque sia un pasto che possa soddisfare e far contenti tutti. Infatti sia abbinandoli alla pasta che alla carne riusciamo sempre a proporre un piatto molto buono, ricco e soprattutto che sazia fino al pasto successivo (o che ci manda a letto senza languorino di mezzanotte!). Sicuramente a questo ci avrà pensato anche Benedetta Parodi, infatti questa ricetta fa parte della puntata de I Menu di Benedetta dedicata ai piatti unici e le lenticchie con polpettine ne sono una perfetta interpretazione.

Le Polpettine all’arancia, un antipasto sfizioso

polpettine arancia antipasto sfizioso

Per prepararle non occorre molto tempo. Si possono preparare in un primo momento e poi cuocere poco prima di servirle. Sono simpatiche e dal gusto e dall’aspetto sfizioso. Risvegliano in noi l’animo di quando eravamo fanciulli. Ecco servite le Polpettine all’arancia! Una ricetta per un antipasto un po’ atipico, leggermente sostanzioso, ma se ben calibrato nelle quantità ottimo per iniziare una cena o un pranzo. Per la loro forma ed il loro aspetto, piccole e tondeggianti, mettono già di buon umore. Il loro sapore, poi, vi convincerà del tutto. Il profumo ed il gusto delicato dell’arancia si sposa perfettamente con la carne. ed ora non resta che passare in cucina per preparare le Polpettine all’arancia.

Zuppa cinese di carne, un piatto caldo all’orientale

Zuppa cinese di carne

Oggi, percosso da brividi di freddo, vi propongo una bella zuppa calda e brodosa, un bel piatto fumante per riscaldare corpo e spirito: la Zuppa cinese di carne. Perdonatemi, se vi coinvolgo nei miei desideri culinari, ma il clima mi ha ispirato e vi rendo partecipi di quello che andrò a preparare per pranzo. Quindi Zuppa cinese di carne, un piatto molto leggero e con dei lievi sentori di spezie.

In verità non so se è proprio una vera e propria ricetta della cucina cinese, ma la Zuppa cinese di carne è un ottimo piatto caldo. Come vuole la tradizione di quei posti, però, è tanto liquida e le parti consistenti sono poche e galleggiano isolate in un mare di brodo saporito e profumato. All’aspetto, la Zuppa cinese di carne, fa pensare molto alla zuppa di verdure con tagliolini della cucina indonesiana. In verità vedere e poi gustare quelle polpettine di carne che sguazzano allegre nel brodo è una piacevolissima sorpresa che riserva solo la Zuppa cinese di carne!

Happy Hour, ricette casalinghe

Già ieri abbiamo parlati di happy hour casalinghi e continuiamo oggi con qualche altro piccolo suggerimento per accogliere i vostri ospiti all’ora dell’aperitivo, ma anche a ora di cena. L’aperitivo a casa può tranquillamente essere interpretato come una cena in piedi, visto che nelle grandi metropoli l’happy hour è diventato proprio questo. Pagando solo una consumazione (e si va dai 5€ ai 10€, miglior rapporto qualità prezzo l’ho trovato a Torino  intorno ai 7€, cibo a volontà ed ottimi cocktail!) si cena praticamente, visto che i buffet spaziano dalle creme, ai primi piatti, ai secondi, passano per le verdure e le pizze, si assaggiano formaggi e fritture e a volte ci sono anche dei dolci!

Potete pensare a un happy hour magari per festeggiare un compleanno. Preparate tutte queste cose appena citate, aggiungete stuzzichini vari e infine dite ai vostri ospiti che potranno presentarsi per fare gli auguri e per mangiare qualcosa insieme dalle 19 alle 22. Ognuno arriverà all’orario che gli è più comodo, uscendo da lavoro o passando prima a casa, o anche arrivando sul tardi e potrà solo spiluccare qualcosa o cenare, visto che avrete preparato anche dei primi piatti e sicuramente tutta una serie di piccole cose che sazieranno! E’ un’idea da non sottovalutare, pratica e vi permetterà di sbizzarrirvi in tutta la vostra abilità culinaria!

Antipasti estivi: le Tapas di carne

tapas-5

Iniziamo il nostro viaggio nella preparazione delle tapas, e partiamo dalla carne. Bocconcini di maiale e di agnello, polpettine speziate, dadini di chorizo (la squisita salsiccia spagnola), sono tantissime le variati e le varietà delle piccole delizie da preparare e disporre tutte insieme sulla tavola, accompagnate da vino rosso o sherry.

Nel nostro brevissimo excursus proveremo a toccare con la punta delle dita questi piccoli piatti tipici della Spagna, una terra vicina e allo stesso tempo esotica, dove i sapori tradizionali occidentali, che anche noi conosciamo bene, si mescolano con gli aromi di Africa e Oriente, dando vita a una cucina elaborata e a tratti arabeggiante.

Le tapas: un viaggio tra origini e tradizioni

tapas-4

Iniziamo il nostro viaggio alla scoperta delle tapas. Si pensa che sia l’Andalusia, regione famosa per i suoi vini, la terra d’origine delle tapas. La leggenda vuole che siano nate a Siviglia, verso le metà dell’Ottocento, per accompagnare il vino o lo sherry. Un’altra storia tramandata nei secoli vuole che le tapas siano state preparate per la prima volta nel XIII secolo per Alfonso X el Sabio (il saggio), re di Castiglia. Il sovrano, durante una malattia, era costretto ad assumere porzioni di cibo e vino, molto limitate, tra i pasti principali, e pare che, una volta guarito, avesse deciso che gli fosse sempre servito del cibo, accompagnato dal vino, tra il pranzo e la cena. Insomma, qualsiasi sia l’orgine, molto velocemente si espanse in tutta la Francia la tradizione delle tapas.

La parola tapas deriva dal verbo tapar, ovvero coprire. Questo perchè nelle locande andaluse il boccale di vino veniva servito tapado, quindi coperto, da una fetta di pane, di prosciutto, formaggio o salame, o anche da un piattino che conteneva qualcosa da mangiare. Tutto questo per evitare che dentro vi cadessero insetti. Insomma, vino coperto da cibo, anche l’etimologia porta sempre a questa tradizione della bevuta, accompagnata da piccole quantità di cibo, basti pensare, che proprio in Andalusia, le tapas ancora oggi vengono servite con questo spirito di accompagnamento, e quindi sono gratuite, comprese nella bevuta!