Polpette di tacchino con le prugne secche

La frutta secca in cucina è sorprendente e offre non poche possibilità per poter preparare i piatti e preparare piatti appetitosi dal sapore un po’ agrodolce.

polpette prugne

Ecco la ricetta delle polpette di tacchino con ripieno di prugne secche, facile facile fa preparare ma senza dubbio abbastanza innovativa rispetto alle classiche polpette.

Baccalà in umido con prugne secche

Tra tutti i pesci il baccalà, che forse un po’ troppo spesso sottovalutiamo preferendogli il merluzzo, le sarde, il tonno o il salmone, rappresenta uno dei più versatili. Oggi lo vediamo protagonista di una ricettina semplice ma sfiziosa, insieme a verdure, pomodori, patate e prugne secche, le quali regalano decisamente una marcia in più alla pietanza. Avete del baccalà in casa e volete preparare qualcosa di diverso rispetto al solito baccalà alla vicentina? Allora non perdete l’occasione di portare in tavola questo secondo, che piacerà a tutti.

Baccalà in umido con prugne secche

Involtini di tacchino alla frutta secca

Gli involtini di tacchino alla frutta secca costituiscono un secondo piatto super sfizioso. Merito, sicuramente, degli ingredienti utilizzati per il ripieno: della frutta secca di diverso tipo tra mandorle, noci e prugne che vengono accompagnati da una fettina di prosciutto crudo: cosa volere di più? Come al solito, Antonella Clerici, sua la ricetta, ci regala delle preziose preparazioni caratterizzate da esecuzione facile e massima resa.

Involtini tacchino frutta secca

Frutta secca, proprietà e valori nutrizionali

Frutta secca proprietà  valori nutrizionali

Mangiare ogni giorno una piccola quantità di frutta secca risulta utile per la nostra salute. Prima di passare alle proprietà ed ai valori nutrizionali è opportuno fare una distinzione tra frutta secca glucidica, ricca di zuccheri e povera di grassi, la prima che tratteremo, e quella lipidica contenente al contrario una maggiore concentrazione di grassi rispetto agli zuccheri. Facendo un paragone con la frutta fresca, quella secca glucidica è ricca di fibre e sali minerali ma di contro contiene un’alta percentuale di zuccheri, ecco perchè è bene andarci piano, specie se si è a dieta. Ancora questo tipo di frutta secca è particolarmente consigliato da consumare a colazione, per trarne la giusta dose di energia necessaria per affrontare la giornata.

Carne e frutta, parte seconda: il coniglio alle prugne

carne frutta parte seconda coniglio prugne

Eccoci alla seconda puntata della serie di ricette dedicate al binomio carne e frutta. La ricetta di oggi è sicuramente all’altezza del pollo con le albicocche anche se i sapori sono assolutamente diversi, che di più non si potrebbe: il coniglio con le prugne. E’ stato un piatto che mi ha stupito, e non solo me a dir la verità, anche in famiglia è piaciuto, tanto che mi è stato “gentilmente consigliato” di riprepararlo al più presto. Non sarà un grande sforzo perchè il risultato è valso la pena della lunga cottura, unica pecca di questa preparazione.

Ricette senza glutine, frutta cotta

Quella di oggi è una ricetta che ha il sapore del passato. Prepareremo per voi e insieme a voi della frutta cotta. Un piatto che potrà essere servito alla fine del vostro pranzo: in sostituzione della frutta fresca ma magari anche di dolci troppo pesanti che in questo periodo mangiamo spesso. La ricette non contiene il glutine basandosi essenzialmente sull’utilizzo di frutta. Siamo in inverno e non è difficile immaginare quale sia la frutta che può essere maggiormente reperibile: noi utilizzeremo pere, mele e prugne secche. Ovviamente poi gli ingredienti possono variare in base ai vostri gusti personali. Scegliete quello che maggiormente vi piace. Vi posso consigliare però di badare al fatto che abbiano raggiunto una buona maturazione perché altrimenti durante la cottura potrebbero facilmente disfarsi.

Un secondo a base di pesce: baccalà in umido con prugne secche

TEMPO: 40 minuti circa | COSTO: elevato | DIFFICOLTA’: bassa

VEGETARIANA: NO | PICCANTE: NO | GLUTINE: NO | BAMBINI: SI

Tra vigilie e feste varie impazzano sulle tavole degli italiani menù a base di pesce. Noi a Roma usiamo preparare il baccalà (comunemente chiamato anche merluzzo sottosale) in vari modi: in umido, con il pomodoro e fritto. Quest’oggi tuttavia vi voglio suggerire un modo alternativo per cucinare il baccalà: in umido con le prugne. Molti i piatti della tradizione rivisitati e accostati con la frutta; già in passato avevamo proposto l’arrosto di maiale con le prugne oppure il tacchino ripieno ai marroni. Oggi invece l’accostamento sarà con il pesce!


Baccalà in umido con prugne secche

Ingredienti per 6 persone:

600gr di baccalà bagnato|2 coste di sedano |1 carota |2 cipolle |500 g di pomodori maturi |600 g di patate | 250 g di prugne secche snocciolate|3 mazzetti di prezzemolo |4 cucchiai di olio extravergine di oliva | sale e pepe q.b.

Quattro mosse per una cena veloce e gustosa / IV parte (sorbetto melone e kiwi)

La cena sta per giungere al termine, abbiamo preparato sino ad ora pietanze semplici e di stagione, adesso non si può che concludere con un pò di frutta fresca.

D’estate tutti vorremmo cercare di evitare di magiare molti gelati, che per quanto rinfrescanti, tendono a far aumentare la pancia, soprattutto quando sono a base di creme. E allora perchè non sostituire quella bella sensazione di fresco con qualcosa di simile ma un pò più salutare?

Uno dei frutti che meglio accompagnano la tavola durante l’estate è il melone, mangiato da solo o con il prosciutto come piatto unico è sempre un alimento sano e gustoso. Naturalmente ricco di potassio, è anche fonte di vitamine preziose che in questo periodo, con il gran caldo che inizia ad allietare le giornate, sono fondamentali. Perchè sia davvero buono quando lo comprate ricordate che deve emanare un odore dolce e intenso, la scorza deve essere intatta e se picchiettata con le nocche della mano non deve dare alcun suono.

Un sorbetto di melone e kiwi, mi sembra quindi un giusto modo per completare la nostra cena e gustare il fresco dell’estate con tutte le vitamine della frutta.

Arrosto di maiale con le prugne

Del maiale, si diceva una volta, non si butta via niente. Ed è vero: dalle setole per fare spazzole al grasso per fare lo strutto tutto l’animale è utilizzabile. Così esistono centinaia di ricette, regionali, per preparare salami, coppe, salsicce, aromatizzate di volta in volta con i profumi del luogo: abbiamo salsicce e coppe all’aglio, al finocchio, al peperoncino, al pistacchio, preparate con carne cotta, marinata o cruda.

Si riscontrano differenze ancora più marcate se si prendono in considerazione le tradizioni gastronomiche di aree geografiche più lontane; in Oriente, ad esempio, l’aggiunta di soia, miele e ananas conferisce alla carne di maiale un sapore particolare che vale la pena di scoprire. In Occidente, nei paesi di tradizione gastronomica tedesca (come l’Alto Adige ed il Trentino in Italia), si usa cucinare il maiale con l’aggiunta di frutta. La ricetta che segue ne è un esempio:
Arrosto di maiale con le prugne (Ingredienti per 4 persone)
  • 600gr circa di lombo di maiale
  • 200gr di prugne secche
  • 2dl di sidro
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 50gr di burro
  • 2 chiodi di garofano
  • 2dl di brodo (meglio se di carne)
  • timo
  • alloro, sale e pepe