Un secondo a base di pesce: baccalà in umido con prugne secche

di liulai 5

TEMPO: 40 minuti circa | COSTO: elevato | DIFFICOLTA’: bassa

VEGETARIANA: NO | PICCANTE: NO | GLUTINE: NO | BAMBINI: SI

Tra vigilie e feste varie impazzano sulle tavole degli italiani menù a base di pesce. Noi a Roma usiamo preparare il baccalà (comunemente chiamato anche merluzzo sottosale) in vari modi: in umido, con il pomodoro e fritto. Quest’oggi tuttavia vi voglio suggerire un modo alternativo per cucinare il baccalà: in umido con le prugne. Molti i piatti della tradizione rivisitati e accostati con la frutta; già in passato avevamo proposto l’arrosto di maiale con le prugne oppure il tacchino ripieno ai marroni. Oggi invece l’accostamento sarà con il pesce!


Baccalà in umido con prugne secche

Ingredienti per 6 persone:

600gr di baccalà bagnato|2 coste di sedano |1 carota |2 cipolle |500 g di pomodori maturi |600 g di patate | 250 g di prugne secche snocciolate|3 mazzetti di prezzemolo |4 cucchiai di olio extravergine di oliva | sale e pepe q.b.

LA PREPARAZIONE:

  1. Tagliare il baccalà a piccole losanghe. Tritare il sedano, la carota e le cipolle. Pelare i pomodori e tagliarli a cubetti. Tagliare le patate a spicchi di media grandezza.

  2. Soffriggere le verdure a fuoco basso nell’olio per qualche minuto quindi unire il pomodoro, il baccalà
    e successivamente le patate.

  3. Lasciare sul fuoco per 15 minuti circa, finché le patate sono cotte.

  4. Aggiungere le prugne, precedentemente ammorbidite in acqua calda e snocciolate.

  5. A fine cottura unire il prezzemolo tritato.