Rubrica #2 ricette in 10 minuti MINESTRE E PRIMI PIATTI: Le creme

Torna la rubrica mensile delle ricette in 10minuti. Questa volta il secondo appuntamento è dedicato a piatti consumabili come primi piatti. Parliamo di creme, le famose minestre vellutate con queste due ricette da leccare i baffi.

Crema D’avocado al Salmone Affumicato

Crema di avocado e salmone: la ricetta per preparare la crema di avocado e  salmone

 

Ingredienti per 4 persone:

  • Spremuta di 2 grossi limoni
  • 2 grossi avocado
  • 49g di salmone affumicato (1 fettina solitamente)
  • Acqua
  • sale q.b.

La preparazione è la seguente:

  1. spremete i limoni
  2. pelate gli avocato come fareste con un qualsiasi altro frutto od ortaggio. Tagliateli a grossi pezzi dopo aver rimosso il nocciolo.
  3. Frullateli insieme alla spremuta di limoni e mezzo litro d’acqua, aggiungendo sale quanto basta.
  4. Tagliate il salmone sottilmente, a filetti.
  5. Servite la crema come meglio credete, si consiglia l’utilizzo di piatti fondi o zuppiere individuali, dopodiché adagiate sopra i filetti di salmone.

Come si cucina a bagnomaria

Come cucina bagnomaria

Chi sia solito cucinare si sarà sicuramente imbattuto almeno una volta in una ricetta che prevedesse la cottura a bagnomaria. Ma in cosa consiste nello specifico? Si tratta di un metodo di cottura indiretto, ovvero che non avviene a diretto contatto con la fonte di calore, destinato soprattutto a determinati tipi di pietanze, che per la loro delicatezza o per la loro natura necessitino di una cottura meno “aggresiva” rispetto quella sul fornello o al forno. Si basa sull’immersione del composto da cuocere all’interno di un contenitore di dimensioni maggiori che lo racchiuda completamente riempito con poca acqua. Una volta effettuata questa operazione il tutto sarà pronto per essere trasferito in forno o posto sul fornello.

Dolci al cucchiaio: Crema ai frutti di bosco con cialde

dolci cucchiaio crema frutti bosco cialde

Non so bene cosa ne pensate voi a riguardo, ma in certi pomeriggi o sere fredde e piovose, quando sono assalito da quell’irrefrenabile voglia di dolciumi e roba zuccherina, cerco sempre qualche ricetta di dolci per cucinare qualcosa di caldo da poter gustare al cucchiaio. Una crema dolce, in questi casi è l’ideale. Comodamente seduti in poltrona, fianco a fianco con il proprio partner con in mano una coppa piena di una deliziosa crema da mangiare pian piano cucchiaino dopo cucchiaino. Bene, se la pensate come me, non potrete fare a meno di gradire la Crema ai frutti di bosco con cialde. Ricetta un po’ lavorata, ma non eccessivamente, che vi permetterà di preparare un dolce facilmente. La Crema ai frutti di bosco con cialde, per me va gustata calda, ma si può mangiare anche fredda.

Buona e calda: la Vellutata di patate

Aria di Natale, voglia di stare in casa con i propri familiari ed affetti, voglia di qualcosa di caldo sia per spezzare il pomeriggio che per ristorarsi la sera! Per il pomeriggio si può scegliere tra una consistente tazzona di cioccolata calda o un delicato o, magari, un bel caffè lungo stile americano. La sera, quando sta per giungere il momento di andare a tavola, la scelta diventa un po’ più complessa. Tra zuppe, creme, minestre e vellutatedecidersi diventa un po’ più difficile!

Zuppa di lenticchie, crema di carciofi, minestra di ceci e sparacelli o vellutata di zucca e porri … e questi sono solo dei singoli esempi per ogni tipo di portata calda che possiamo preparare! Come possiamo procedere alla scelta? Individuando, prima di tutto, l’ingrediente principale che abbiamo voglia di assaporare e poi scegliendo la ricetta. In questo modo, proprio l’altra sera, in un cospicuo gruppo di persone, siamo riusciti a metterci d’accordo. La decisione finale? La Vellutata di patate.

Torte, le immagini più deliziose

Il primo pensiero che voglio condividere, per introdurre questa meravigliosa galleria di immagini, riguarda la mia più che scarsa abilità nei lavori manuali. Non sono mai stata brava a scuola con i “lavoretti”, quelli per la festa della mamma e per il Natale, non so disegnare nemmeno le casette e gli alberi, in modo che non sembrino realizzate da una bambina in età prescolare, mi cimento in riparazioni domestiche sempre con il rischio di farmi più male del possibile e non parliamo del cucito (un rattoppo anche piccolissimo fatto da me si vede lontano mille miglia!). E’ per questo che quando mi sono resa conto di saper cucinare piuttosto bene e di essere anche molto brava nei dolci, che solitamente presuppongono anche una presentazione invitante, sono rimasta colpita da me stessa! Tutto questo per dire che se una come me si cimenta nelle decorazioni possiamo davvero farlo tutti!

Le foto che vi propongo possono mettere un po’ paura, ma il mio invito è proprio quello di scoprire come possa in realtà essere semplice usare la sacca da pasticciere, dopo qualche tentativo fallimentare magari, o come sia semplice stendere la crema su una torta, aiutandosi con la spatola, il giusto movimento rende tutto delicato e preciso; o anche come i disegni con il caramello siano facili ormai, visto che possiamo trovare “pennini” o top pronti all’uso e infine non sarà mai troppo complicato, servire una fetta di torta, con la frutta e qualche foglia di menta a formare un bellissimo motivo decorativo.

Un’altra ricetta per cucinare la Crema di ceci

Cosa cucinare per una fredda sera piovosa? O con che cosa si possono ammorbidire delle polpette di patate e zucchine o delle polpette di zucchine all’orientale? Perché non provare una buona Crema di ceci! La crema di ceci ricorda un po’ la ricetta dell’humus, di cui la nostra amica Germana ha scritto la ricetta dell’hummus e le sue varianti. Ma un piatto esotico può essere italianizzato e così l’hummus può diventare una Crema di ceci.

In realtà la ricetta della Crema di ceci che sto per darvi ha ben poco in comune con l’hummus, se non l’ingrediente base: i ceci. Anche la collega Ishtar, non tanto tempo fa, ha parlato di crostini con crema di ceci, dandovi una ricetta molto semplice per preparare questo tipo di crema. La ricetta della Crema di ceci che vi propongo io oggi è leggermente più elaborata, ma comunque deliziosa!