Da Cotto e Mangiato una cena completa: orata e spaghettini all’acqua pazza

di Claudia 1



Mettete alla prova la vostra abilità non solo da cuoche ma anche da provette padrone di casa, preparando una cena a base di pesce seguendo questa ricetta di Cotto e Mangiato, da due in uno, per preparare orata e spaghettini all’acqua pazza. Ecco che allora la soddisfazione che può darvi la preparazione di una buonissima cena facendo non doppia ma unica fatica sarà davvero grandissima, il sugo per il primo sarà pronto insieme all’orata e quel punto potrete divertirvi nella preparazione di un bel dolce, estivo, un semifreddo, un dessert al cucchiaio, del gelato fatto in casa o un sorbetto, per concludere al meglio questa cenetta deliziosa!

E inoltre, oltre che per una cena di sicura riuscita tra amici potete pensare a questa combinazione anche per una romantica cenetta a due, dimezzando gli ingredienti e godendovi l’ottimo sapore del pesce e del sughetto brindando con bel bicchiere di vino bianco.

Orata e spaghettini all'acqua pazza


Ingredienti

2 orate | 300 gr. spaghettini | 4 spicchi aglio | olio extravergine di oliva | prezzemolo | 300 gr. pomodori ciliegini | 1 bicchiere vino | 1/2 litro acqua | peperoncino | sale e pepe

Preparazione

  In una pentola larga e dai bordi alti mettere le orate ben pulite, lavate ed eviscerate, aggiungere l'olio, il sale, il pepe, l'aglio, i pomodori tagliati a metà, il vino e l'acqua, e far cuocere per una ventina di minuti (la polpa delle orate, una volta cotte, si staccherà incidendole con un coltello).

  Trasferire quindi le orate su un piatto da portate e condirle con un po' di fondo di cottura e di pomodorini. Eliminare l'aglio dal resto del sugo e frullarlo, meglio se c'è anche qualche pezzetto di orata rimasto nella pentola.

  Cuocere la pasta nel frattempo e scolarla poi al dente, saltarla nel sughetto frullato, utilizzando anche la stessa pentola delle orate.

  A piacere aggiungere del peperoncino e subito prima di servire una spolverata di prezzemolo tritato e un filo d'olio.

Volendo potete utilizzare anche un altro pesce per realizzare questa ricetta. Sarà ottimo il branzino, che come sappiamo è buono proprio quanto l’orata se preparato all’acqua pazza, ma nessuno vi impedisce di utilizzare anche un pesce spada ad esempio. Inoltre, visto che questa ricetta è buonissima se un po’ piccante, nel caso in cui alla vostra tavola di fossero bambini portate in tavola del peperoncino che i grandi potranno spolverizzare o tagliuzzare (se fresco) per insaporire sia gli spaghetti che l’orata.

Commenti (1)

  1. Kalsifer ha detto… E intanto, fuori dal Parlamento, acacde che un uomo, da olre due mesi, sta portando avanti uno sciopero della Fame contro i Privilegi dei Parlamentari:..Sono in programma tante manifestazioni, ciascuna delle quali ha un singolo comitato promotore. Un giorno e dopo tutti a casa.Immaginiamo se saputo di quest’ uomo del suo coraggio, altri si ponessero al suo fianco…immagino Dario Fo e l’ immancabile Franca Rame, D’Arcais, Travaglio..Beppe Grillo. Ed immaginiamo che altri si ponessero al loro fianco,i Bianchi,i Rossi ecc..e questo per giorni senza discontinuite0 temporale.Allora si potremmo dire uno, nessuno, centomila…un milioneipocriti e falsi, buoni a tirar la vostra sgangherata carretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>