Un secondo leggero: orata agli agrumi con finocchi

di Ishtar 6

 

TEMPO: 1 ora| COSTO: medio| DIFFICOLTA’: medio-bassa

VEGETARIANA:SI | PICCANTE:NO | GLUTINE: NO | BAMBINI: SI


Se accostiamo un’orata ai finocchi, alle arance ed ai pompelmi rosa, otterremo un secondo appetitoso e leggero. Gli agrumi conferiscono un gusto ed un aroma particolari, donando una freschezza unica. E possiamo così gustare un piatto fresco e leggero che ci allieta il palato. Ad essere sincera non amo particolarmente questo tipo di pesce, ma cucinato così ne mangerei a quintali, altro che bis. Tra  le qualità dell’orata oltre il ridotto contenuto di calorie, poco più di 100 per 100gr, ricordiamo la ricchezza di sali minerali ed il ridotto apporto di grassi, che la rendono adatta ad una dieta ipocalorica.

Di conseguenza capiterete il perchè la mangio senza fare troppe storie e la propongo soprattutto durante le serate con le amiche, quando si vuole stare in compagnia e non farsi mancare niente a tavola pur mantenendosi leggeri. Il contorno che consiglio è costituito da patate al forno con erbe aromatiche, un’accoppiata ideale.

Orata agli agrumi con finocchi

Ingredienti per 4 persone:

1 orata di almeno 1kg. Già pulita | 1 finocchio | 2 scalogni | 1 pompelmo rosa | 2 arance | vino bianco secco | olio extra vergine di oliva | sale e pepe | ingredientegr.

LA PREPARAZIONE:

  1. Disporre l’orata su più fogli di carta da cucina. Afferrarla per la coda aiutandosi con un telo e fare scorrere il pelapatate, premendo con delicatezza, dalla coda alla testa: così le squame non schizzeranno. Sciacquarla ancora sotto acqua fredda corrente . Asciugarla, salarla e peparla.

  2. Privare il finocchio della base e della parte esterna più dura e tagliarlo a spicchi sottili. Spellare gli scalogni e ridurli a rondelle. Spremere il succo di 1 arancia. Eliminare le calotte degli agrumi rimasti, mantenerli in verticale e tagliare la buccia in profondità con un coltellino arrivare alla polpa viva. Infilare la lama del coltellino fra la polpa e la pellicina di ciascuno spicchio e spingendo verso l’alto staccarlo dalla membrana che lo riveste.

  3. Foderare la placca con un doppio foglio di carta da forno. Mettere l’orata al centro e disporre al suo interno qualche rondella di scalogno e due tre spicchi di finocchio. Posiszionare le verdure rimaste e gli agrumi spellati a vivi sopra il pesce ed intorno ad esso ed irrorare con 2-3 cucchiai di vino ed un filo di olio.

  4. Spolverizzare con sale e pepe . Ripiegare la carta da forno in modo da formare dei cartocci e chiudere con qualche punto di graffettatrice. Cuocere in forno a 200C° per 30-35 minuti.

[photo courtesy of jaycross]

[Cerchi ricette a base di pesce? Leggi: dalla Spagna ancora antipasti d’estate: le tapas di pesce, filetto di salmone in insalata di riso, risotto giallo con scampi e melanzane croccanti ]

Commenti (6)

  1. non condivido l’indicazione di usare la graffettatrice nella chiusura del cartoccio per l’orata, visto il pericolo di mescolare le graffette con il cibo!
    personalmente non voglio vengano usati tali metodi di chiusura con qualsiasi tipo di alimento!La prudenza non è mai troppa!

  2. @ gabriella:
    Ciao Gabriella, in linea di massima non la utilizzo neanch’io. In questo caso sono stata molto attenta che le graffette non andassero assolutamente a contatto con il cibo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>