Una coccola d’autunno, la zuppa di patate e salmone

di Ishtar 0



Proprio nel momento in cui scrivo questo articolo sta iniziando a piovere, credo proprio che ormai lo scenario a cui siamo destinati per i prossimi mesi sarà questo. Ormai l’esigenza di piatti caldi, di zuppe, di minestre inizia a farsi sentire.

Ieri, non avendo voglia di preparare una delle solite zuppe, ho deciso di sperimentarne una nuova: la zuppa di patate e salmone. La zuppa di patate e salmone è, come dicevo sopra, diversa dal solito. Abbiamo avuto modo di provare altre volte quì su ginger l’abbinamento tra salmone e patate ed io trovo che sia un incontro perfetto.

Il sapore forte e deciso del salmone infatti viene mitigato dalle patate e dalla loro delicatezza.  Inoltre la presenza dello yogurt  greco regala quella nota acidula che ben si fonde con il resto degli ingredienti.

Zuppa di patate e salmone


Ingredienti

300 gr. patate | 2 porri | 100 gr. salmone affumicato | 1 manciata prezzemolo | 150 gr. yogurt greco denso | qualche ciuffetto erba cipollina | 8 dl brodo di pesce | 1 cucchiaio olio di oliva | 1 spicchio aglio | sale e pepe

Preparazione

  Lavate le patate con la buccia, spellatele, lavatele di nuovo e tagliatele a dadini. Mondate i porri e tagliate il bianco a rondelle fini.

  Mettete patate e porri in una casseruola, coperti di acqua calda; unite l'aglio tritato. Fate cuocere a fuoco moderato per 20 minuti.

  Alzate la fiamma, unite l'olio, l'erba cipollina tagliuzzata, il prezzemolo tritato e il brodo di pesce caldo. Mescolate, fate cuocere 10 minuti, quindi aggiungete il salmone tagliato a pezzetti e cuocete per altri 5 minuti.

  Togliete dal fuoco, unite metà dello yogurt, salate e pepate. Distribuite la zuppa nelle fondine e accompagnatela con lo yogurt rimasto servito a parte e le fette di pane.

Per quanto rigurarda la preparazione della zuppa di patate e salmone, poco differisce da quella delle zuppe in genere: consiste nel bollire le patate ed i porri, ed una volta che saranno cotte, aggiungere gli altri ingredienti tra i quali il brodo, e solo dopo una decina di minuti, il salmone. Solo dopo aver tolto la zuppa dal fuoco andremo ad aggiungere metà dello yogurt, l’altra servirà per decorare la superficie della zuppa al momento di servirla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>