Piatti freddi: l’insalata estiva di polpo e patate

di Ishtar Commenta



Tornare  a casa a pranzo dopo una mattinata di lavoro infernale condita da temperature non confortanti e da gente che pretende l’assurdo e trovare in tavola l’insalata di polpo e patate è una gran bella consolazione.  L’insalata di polpo e patate è un piatto che su di me esercita un potere tranquillizzante. La sua preparazione non è proprio veloce, devo ammetterlo, soprattutto per quanto riguarda la pulizia del polpo e la sua cottura, ma tutto il lavoro svolto vale la pena e vi ripagherà di tutti gli sforzi  già al primo assaggio.

insalata di polpo e patate


Ingredienti

1 kg. polpo | 4 patate | 1 mazzetto prezzemolo | q q.b. olio | 2 foglie alloro | 1 cipolla | 1 gambo sedano | 1 carota | 1 cucchiaio aceto | sale e pepe

Preparazione

  Portare ad ebollizione abbondante acqua con la foglia di alloro, le verdure ed un cucchiaio di aceto. Rovesciare la sacca del polpo ed eliminare le interiora.

  Rigirarla, togliere gli occhi e, con un coltellino, eliminare il becco.Lavarlo bene sotto l'acqua corrente. Batterlo ripetutamente su un piano per sfibrare la carne.

  Quando l'acqua bolle, tenendo il polpo per il corpo, immergere i tentacoli nell'acqua e sollevarli. Ripetere l'operazione 4 o 5 volte. Così facendo i tentacoli si arricceranno e, una volta cotto, risulterà più morbido.

  Immergere il polpo nell'acqua e abbassare il fuoco al minimo, non deve bollire forte ma solo fremere. Coprire e cuocere per 40 minuti, la carne dovrà essere tenera. Attenzione a non prolungare la cottura oltre il dovuto per evitare che la carne indurisca. Toglierlo dall'acqua, spellare il corpo ed i tentacoli e tagliare tutto a tocchi.

  Mentre il polpo cuoce, lessare le patate ben spazzolate e pulite per circa 30 - 35 minuti a seconda della grossezza. Basterà pungerle per verificarne la cottura. Scolarle, spellarle e tagliarle a fette e poi a grossi pezzi.

  In una grande ciotola, riunite il polpo e le patate, spolverare generosamente con prezzemolo fresco tritato, salare e irrotare con un ottimo olio extra vergine. Servire tiepido o freddo a piacere con l'aggiunta di succo di limone.

Una piccola curiosità: sapevate che il polpo ha tre cuori ed è capace di cambiare colore molto velocemente per mimetizzarsi nell’ambiente in cui si trova? Per quanto riguarda la cottura del polpo vi consiglio di seguire l’operazione di immergere i tentacoli del polpo tenendo il pesce per il corpo 4 o 5 volte non appena l’acqua bolle. Questa operazione farà in modo che il polpo risulti morbido a fine cottura.