Polpo in insalata

di Camilla Salaorni 0

Il polpo vive a cento metri di profondità marina, nascosto tra le rocce, da dove tende agguati a piccoli pesci e crostacei, ai quali rompe col piccolo becco il carapace.
E’ uno dei più grandi molluschi cefalopodi: può arrivare a misurare tre metri di lunghezza.
Di colore grigio-rosato, ha otto tentacoli ognuno con due file di ventose e una carne gustosa dalla consistenza compatta.

La qualità di polpo ritenuta la migliore è quella di scoglio, soprattutto se il polpo non è di grandi dimensioni.
La sua carne è adatta anche a chi segue regimi dietetici poichè 100 gr apportano solo 57 calorie.

Spesso confondiamo i piccoli polpi con i moscardini, i quali però si distinguono poichè hanno colore più chiaro e una sola fila di ventose… non fatevi ingannare!!

Ogni regione ha assegnato al polpo un nome nel proprio dialetto….in alcuni casi l’effetto è davvero divertente: in Abruzzo lo chiamano Fulbo o Fulpo, in Calabria Purpu verace, in Campania Purpo verace o Purpo `e scoglio, nel Lazio Porpo di scoglio, nelle Marche Folpo, in Puglia Vurpe o Vurpo, in Sardegna Pruppuéru o Pruppu-i-terra, in Sicilia Purpu, in Toscana Polpo di scoglio, in VenetoFolpo-toto, …

Quando è fresco, e dovrebbe esserlo sempre, il miglior modo di gustare il polpo è in insalata.

POLPO IN INSALATA
Ricetta per 2 persone;

  • 1 polpo di medie dimensioni
  • due patate
  • mezzo limone
  • olio extra vergine d’oliva
  • un ciuffo di prezzemolo
  • uno spicchio d’aglio
  • sale e pepe q.b.

Lessare separatamente il polpo e le patate. Una volta scolati tagliarli a pezzetti in una ciotola e unirvi il succo del limone, il prezzemolo e l’aglio tritati, l’olio d’oliva e sale e pepe secondo gusto. E’ un piatto da gustare freddo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>