Una ricetta di pesce da Cotto e Mangiato: la zuppetta di fagioli con gamberoni

di Claudia 0



In questa ricetta parliamo di zuppe, in una versione davvero molto delicata ed elegante, andando a scovare una combinazione di ingredienti quasi da chef. Ecco che troviamo la zuppa, buonissime quelle di pesce, di moscardini o quella classica di cozze, e anche le zuppe di legumi, soprattutto nelle regioni in cui queste preparazioni sono tipiche, a volte sono una specialità della casa. E poi la stessa combinazione legumi, in questo caso fagioli, con il pesce, è davvero perfetta, e in qualche modo anche raffinata.

Trovo che questa proposta di Cotto e Mangiato sia davvero molto riuscita e ad esempio il suggerimento di frullare una parte di zuppa per renderla più cremosa è uno di quei passaggi molto semplici e che non possono nemmeno essere definiti geniali, solo che come dicevo anche la scorsa settimana c’è sempre bisogno di qualcuno che anche in cucina ci dà i suggerimenti più basilari, quelle cose che noi, per preparare un piatto speciale, nuovo, elegante, complesso ci dimentichiamo o non pensiamo proprio di applicare!

Indipendentemente dalla bontà della ricetta infatti terrò a mente questo consiglio per ogni tipo di zuppa!

Zuppetta di fagioli con gamberoni


Ingredienti

1 barattolo fagioli cannellini | 2 cucchiaio misto di verdure surgelato per soffritto | 1 spicchio aglio | 1 rametto rosmarino | 1/2 dado di pesce o vegetale | 1 noce burro | 4 code di gamberi fresche o surgelate | peperoncino macinato | sale e pepe

Preparazione

   In un tegame rosolare con poco olio il misto di verdure e l'aglio, quindi unire i fagioli e il rosmarino e diluire con circa 3 dl d'acqua. Aggiungere anche il dado e aggiustare di sale e pepe, quindi lasciar cuocere per una quindicina di minuti, fino a quando la zuppa si sarà ristretta.

   Togliere il rametto di rosmarino e l'aglio, prelevare una piccola quantità delle zuppa e frullarla, quindi inserirla di nuovo nel tegame, questo renderà la zuppa più cremosa. Lasciare che intiepidisca.

   Nel frattempo far sciogliere la noce di burro in una padella e saltare le code di gamberi, condendoli con il peperoncino.

   Servire la zuppa in due coppette, adagiare 2 gamberoni in ogni coppa e terminare con un filo d'olio a crudo e una macinata di pepe.

Direttamente da Benedetta Parodi un utilissimo consiglio: se volete potete preparare la zuppa con molto anticipo, vi basterà poi solo scaldarla mentre saltate in padella i gamberoni e il gioco è fatto. Inoltre, questa zuppa, come tutte le zuppe, è meglio non servirla in porzioni molto abbondanti, utilizzate delle coppette carine e non molto grandi, fate una prima porzione e se il piatto sarà gradito vedrete che saranno i vostri familiari o i vostro ospiti a chiedervi il bis! A questo proposito magari tenete da parte qualche gamberone in più, per decorare il bis di zuppa di fagioli e per non farvi trovare impreparate se tutta la tavolata, che siate in quattro, in sei o in otto, dovesse chiedervi se è rimasta ancora un altro po’ di zuppa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>