Un secondo di carne per Natale 2010, la faraona ripiena

di Ishtar 0



Dopo il tacchino ripieno è la volta di un altro volatile: la faraona. Restando in tema di carne, quella di faraona è piuttosto magra e ricca di proteine, rispetto al pollo ha un gusto più aromatico, e si presta a numerose preparazioni. C’è anche da dire che dal punto di vista nutrizionale i valori quasi si equivalgono. La faraona ripiena potrebbe essere definita “il piatto di natale” dato che non vedo molte altre occasioni in cui potrebbe essere preparata (ferme restando, ovviamente, le abitudini alimentari e non, di ogni famiglia).

Costituisce un secondo piatto molto ricco e calorico. Il suo ripieno vede la presenza di salsiccia, carne di vitello macinata, castagne secche, uvetta, parmigiano, uova tutti mescolati fino a formare un ripieno appetitoso. La cottura in forno invece è accompagnata da qualche spruzzata di marsala e di brodo vegetale. Un suggerimento sulla cottura: vi consiglio di girare e rigirare la faraona diverse volte durante la cottura in forno per fare in modo che sia uniforme e non rimangano parti più crude di altre. Potete accompagnare la faraona ripiena con un contorno di castagne al burro.

Faraona ripiena


Ingredienti

30 gr. uva passa | 80 gr. castagne secche | olioevo | brodo vegetale | una faraona | 150 gr. carne di vitello macinata | 50 gr. salsiccia | 1 uovo | parmigiano grattugiato | 50 ml marsala | sale e pepe

Preparazione

  Prendere le castagne secche e porle in una pentola con acqua. Cuocerle per circa 40 minuti. Una volta cotte, sbucciarle, togliere la pellicina e tagliarle in piccoli pezzi. Nel frattempo mettere l'uvetta a bagno per 10 minuti.

  Versare in una ciotola la salsiccia sbriciolata e la carne macinata. Aggiungere l’uovo, l’uva passa strizzata ed il formaggio. Salare e pepare.

  Aggiungere le castagne ed un po’ di marsala. Lavorare bene il composto e mettere qualche minuto da parte.

  Riempite la faraona con il ripieno di carne e trasferirla su una teglia da forno unta di olio. Salarla e peparla e farla cuocere a fiamma bassa per circa 90 minuti. (170-180 C°)

  Durante la cottura girarla spesso per ottenere una cottura uniforme ed inumiditela ogni tanto con il marsala e con il brodo vegetale.

  Non gettare via il sugo di cottura ma raccoglietelo, filtratelo ed utilizzatelo per bagnare la faraona.

Della faraona ripiena esistono diverse varianti anche in funzione delle tradizioni familiari di ognuno di noi. Si passa da versioni più leggere a versioni più ricche, ma in ogni caso portare in tavola una trionfante faraona ripiena fa fare sempre una gran bella figura, quindi vi consiglio vivamente di inserirla nel menù del prossimo natale 2010!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>