Il tacchino ripieno di castagne direttamente dal cucchiaio d’argento

di Ishtar 7



turkey

Direttamente dal libro “Il cucchiaio d’argento” vi suggerisco la ricetta del tacchino ripieno. Se non aveste ancora deciso cosa portare in tavola il giorno di Natale, il tacchino ripieno è un’ottima idea, costituirà il piatto di punta del vostro pranzo festivo. Certo, la sua preparazione è lunga e leggermente laboriosa, ma il risultato vi ripagherà di tutto il tempo “perso” dietro al volatile. La ricetta in questione è super valida in quanto proveniente dal libro” il cucchiaio d’argento“. Chi non ne ha mai sentito parlare? Chi ce l’ha lo definisce una piccola enciclopedia della cucina, un libro completo, di facile consultazione, indispensabile in cucina. Insomma il libro perfetto, quello da cui attingere di volta in volta idee e spunti per il pranzo, per portare in tavola qualcosa di sfizioso e mai scontato. Unica pecca, poche foto, a mio avviso non farebbero altro che arricchire questa piccola bibbia della cucina, ma si può anche sorvolare, considerata la validità delle ricette.

Tacchino ripieno di castagne


Ingredienti

1 tacchino di circa 3 kg | 250 gr. castagne sbucciate | 150 gr. olive verdi snocciolate | 300 gr. salsiccia | 100 gr. pancetta | olio di oliva | sale | pepe

Preparazione

  Lessate le castagne sbucciate. Quando sono cotte, togliete la pellicina e schiacciatele. Unite il composto alla salsiccia sminuzzata e alle olive verdi tritate. Salate e pepate

  Amalgamate bene il tutto e farcite con questo impasto il tacchino. Cucite l’apertura. Ricoprite il petto con le fette di pancetta e fermatelo con diversi giri di spago bianco da cucina.

  Salate e pepate. Spennellate d’olio un tegame, adagiatevi il tacchino, ponete in forno preriscaldato a 180° per un’ora e mezzo. Controllate la cottura e bagnatelo di tanto in tanto con il suo sugo.

  Dopo questo tempo togliete le fette di pancetta e tenete il tacchino in forno ancora per mezz’ora in modo che la carne colorisca bene.

  Sistemate il tacchino sul piatto da portata e contornatelo con larghe foglie di lattuga cappuccio.

Il tacchino ripieno di castagne, che molti di voi conosceranno perchè se ne parla spesso in associazione al giorno del Ringraziamento americano, e che io ho sempre sognato di portare in tavola in tutta la sua maestosità dopo averlo visto in diversi film e telefilm americani, può essere accompagnato da diverse salse. Spesso l’ho visto servito con la salsa di mirtilli, oggi quì vi segnalo quella di ribes di Palma d’Onofrio, una variazione sul tema.

Salsa di ribes
250 gr di ribes rosso
180 gr di zucchero
cannella, anice stellato
1/2 bicchiere di acqua
Raccogliere l’acqua, lo zucchero, la cannella, un anice stellato; far sciogliere lo zucchero a fiamma bassa, aggiungere il ribes sgranato e cuocere per 15 minuti fino a che la salsa non sarà densa come sciroppo.

Vi consiglio, durante la cottura, ogni 20 minuti circa, di punzecchiare la carne del tacchino in modo da favorire una cottura più uniforme e completa.