Piatti di mezzo per Natale: torta di sfoglia alle bietole

di Claudia 3



A Napoli mangiamo la pizza di scarole. Che mi riprometto molto presto di illustrare. Comunque sia durante il pasto Natalizio, e mi riferisco proprio al pranzo del 25 dicembre più che alla cena della Vigilia, è bello e caratteristico avere una portata che riesce a spezzare e ad accompagnare il pranzo. Certo, se parliamo di spezzare è chiaro che è più adatto il classico sorbetto al limone che veniva una volta servito ai matrimoni tra la portata di carne e quella di pesce (a proposito, ma si fa ancora questa cosa?!), però il senso di una torta salata alle verdure durante il pranzo natalizio è ben diverso.

Innanzi tutto può fare da pane. Visto che vengono spesso serviti più contorni avere un pezzetto di pizza o torta salata nel piatto può essere un accompagnamento farcito che limiterà anche il nostro consumo di pane (che altrimenti ci si gonfia più del dovuto è invece a Natale è concesso mangiare tanto e bene, è festa, è un giorno gioioso, le famiglie si riuniscono e si dovrebbero scacciare anche i problemi e le avversità, almeno per quel giorno). Aggiungiamo poi proprio il suo significato di “spezza-pasto“. Servita dopo il primo, magari mentre il secondo e il contorno sono in forno o sul fuoco a scaldarsi, segna definitivamente lo stacco tra la prima parte del pranzo e la seconda. Quando si mangianoi gli antipasti e i primi, visto che siamo anche a inizio pasto, tutti mangiano tutto, dal secondo in poi invece diventa più una selezione a seconda dell’ampiezza dello stomaco (!!), dei gusti, dei sapori, delle selezioni da effettuare e dall’intenzione o meno di mangiare qualcosa per cena! La torta di sfoglia alle bietole, così come quella di scarole prepara la nostra testa a voltare pagina e a iniziare una nuova fase di festosa nutrizione!

Torta di sfoglia alle bietole


Ingredienti

150 gr. farina | 100 gr. farina integrale | 600 gr. bietole | 80 gr. quagliata (formaggio fresco) | 150 gr. parmigiano grattugiato | 7 cucchiaio olio extravergine di oliva | 2 uova | sale

Preparazione

  Preparare la base della torta impastando le 2 farine con un pizzico di sale, 1 cucchiaio d'olio e un po' d'acqua fredda, fino a formare un impasto liscio ed elastico. Dividere l'impasto in 6 panetti, di cui 3 più grandi, e lasciarli riposare.

  Mondare le bietole, lavarle, lessarle in acqua salata per 20 minuti, quindi scolarle, asciugarle e tritarle. Sbattere le uova in una terrina, e in un'altra ciotola unire alle bietole, il parmigiano e la quagliata. Dopo aver mescolato unire tutto alle uova sbattute.

  Stendere i panetti in sfoglie sottilissime. Ungere una teglia e stendere sul fondo le tre sfoglie più grandi, spennellando l'olio tra una sfoglia e l'altra. Quindi distribuire il ripieno, condire con poco olio e ricoprire con le sfoglie più piccole, spennellando sempre l'olio tra una sfoglia e l'altra.

  Siggillare i bordi, spennellare la superficie con l'olio rimasto e infornare a 180° per 40 minuti. Servire tiepido o freddo.

Soprattutto per chi quasi tutti gli anni prepara il pranzo di Natale per amici e parenti trovare sempre nuove ricette può essere difficile, pensare di variare sui rustici vi permette di spaziare e di allontanarvi anche dai primi o secondi classici che non possono mai mancare!

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>