Pappardelle al ragù di faraona per Natale 2015

In cerca di idee su cosa portare in tavola a Natale? Un primo a mio parere particolarmente indicato è rappresentato dalle pappardelle al ragù di faraona. Ottime per il pranzo di Natale, le pappardelle così preparate sono gustose, fanno un’ottima figura in tavola ma non sono così difficili da realizzare. Una volta impastata la sfoglia non vi resterà altro da fare che dedicarvi al ragù di faraona, un condimento a base di carne in bianco, accompagnato da qualche fetta di guanciale arrostito in forno.

Pappardelle ragù faraona Natale 2015

Cannelloni ripieni per Natale

Un primo piatto da proporre in occasione del pranzo di Natale 2015 sono i cannelloni ripieni di salmone affumicato. Si tratta di una ricetta irresistibile testata già diverse volte e perfetta per fare colpo sui propri commensali. Non si tratta altro che di cannelloni di sfoglia all’uovo farciti con una crema di salmone tritato misto a mascarpone e ricotta, il tutto insaporito con l’aggiunta di poco aneto, che, mixati in un composto tanto semplice regalano al piatto un sapore unico.

Cannelloni ripieni Natale

Menu di Natale a km 0

Approfittiamo della Cop21, la Conferenza sul clima delle Nazioni Unite che si sta svolgendo a Parigi, per proporvi un menu di Natale a km 0 che sia rispettoso della tradizione e che ci permetta di fare la nostra piccola parte per tutelare il pianeta e la sua salute. Scegliere uno stile di vita più responsabile ed eliminare ingredienti fuori stagione o che provengono da molto lontano, limiterebbe di molto l’emissione di anidride carbonica e lo spreco di carburante. Con un menu di Natale a km 0 anche noi possiamo contribuire al raggiugimento dello scopo della conferenza sul clima di Parigi: limitare il riscaldamento climatico per evitare una catastrofe ambientale che presto potrebbe diventare irreversibile.

menu natale km 0

Frittelle di broccoli alla siciliana, antipasto per le feste di Natale

frittelle broccoli siciliana antipasto feste natale

Frittelle di broccoli alla siciliana, un antipasto perfetto per il pranzo di Natale o per il cenone di Capodanno. Quando arriva il fatidico momento di pensare al menù per i vai pranzi e cene dei giorni di festa si entra nel panico e non si sa mai che cosa cucinare. Inizia a giocare un po’ d’anticipo e cominciamo a selezionare delle ricette per le feste. Oggi vi propongo le frittelle di broccoli alla siciliana, antipasto, o se volete anche contorno, perfetto per mettere tutti d’accordo in tavola. Le frittelle di broccoli alla siciliana sono semplici e nello stesso tempo molto stuzzicanti.

Le Polpette di Natale, secondo piatto per il pranzo di Natale 2011

polpette natale secondo piatto pranzo natale 2011

A casa si sta già iniziando a parlare dei fantomatici e spietati menù natalizi … ed ancora siamo solo agli inizi, il bello arriverà per il cenone di Capodanno! Spietati come sempre, perché alla fine diventa quasi una gara di resistenza. Nelle famiglie più numerose accade non di rado che ogni ospite porti una portata, così che alla fine la tavola viene imbandita con ogni bendiddio. Un tripudio, in genere per gli occhi e per lo stomaco. Per quest’anno, la portata che si è deciso di cucinare in casa mia è un secondo. Un secondo piatto di carne, un po’ particolare ed a tema: le Polpette di Natale.

Antipasti natalizi: crostini di fegatini

crostini fegatini

Potremmo dedicare un intero capitolo agli antipasti natalizi. Per come la vivo io solitamente gli antipasti hanno un valore e un modo di essere consumati che si differenzia tra il cenone del 24 e il pranzo del 25, ma forse queste differenze ci sono solo nella mia famiglia, in fondo credo che a parte qualche tradizione e qualche ricetta regionale che si può ritrovare in tutte la case, ognuno abbia le proprie tradizioni familiari, che vanno dai menù, al momento in cui si aprono i regali, ai giorni in cui si festeggia (in Toscana ad esempio ho scoperto che alcune famiglie festeggiano il Natale solo il 25 dicembre, mentre io sono sempre stata abituata, da buona napoletana, a godermi entrambi i tre giorni di festa: 24, 25 e 26 dicembre!).

Tornando agli antipasti. Il 24 si consumano a tavola, spesso sono a base di pesce, e che siano crostini, piccole fritture, particolarità anche con verdure, solitamente si consumano già tutti seduti a tavola e ciò che ci si concede prima del pasto sono magari un aperitivo veloce, alcolico o analcolico, con qualche oliva e qualche crostino. Il 25 invece è diverso. Siamo a pranzo, quindi siamo tutti più attivi e forse anche più affamati, mentre si aspetta che il primo piatto sia pronto si beve un aperitivo e si tappa il buco allo stomaco con gli antipasti più diversi. Visto che comunque quello che ci aspetta è un pranzo bello sostanzioso gli antipasti non sono molto elaborati, e la soluzione migliore per accontentare tutti è quella di preparare dei crostini. Quelli con i fegatini di pollo sono un classico intramontabile.

Tacchino di Natale alle castagne

 

Certe cose non si possono modificare, devono restare immutabili anno dopo anno a rischio di passare feste natalizie coi musi lughi. Nella mia famiglia la cena di Natale deve assolutamente includere il Tacchino ai Marroni, essere preceduto da Foie Gras e seguito da una Mousse al Cioccolato al Gran Marnier. Impossibile cambiare menu e, se posso al limite fare innovazioni nei piattini di contorni, stuzzichini ed insalatine varie, guai a sostituire uno dei tre elementi principali del menu di Natale!