Antipasti natalizi: crostini di fegatini

di Claudia 1



crostini fegatini

Potremmo dedicare un intero capitolo agli antipasti natalizi. Per come la vivo io solitamente gli antipasti hanno un valore e un modo di essere consumati che si differenzia tra il cenone del 24 e il pranzo del 25, ma forse queste differenze ci sono solo nella mia famiglia, in fondo credo che a parte qualche tradizione e qualche ricetta regionale che si può ritrovare in tutte la case, ognuno abbia le proprie tradizioni familiari, che vanno dai menù, al momento in cui si aprono i regali, ai giorni in cui si festeggia (in Toscana ad esempio ho scoperto che alcune famiglie festeggiano il Natale solo il 25 dicembre, mentre io sono sempre stata abituata, da buona napoletana, a godermi entrambi i tre giorni di festa: 24, 25 e 26 dicembre!).

Tornando agli antipasti. Il 24 si consumano a tavola, spesso sono a base di pesce, e che siano crostini, piccole fritture, particolarità anche con verdure, solitamente si consumano già tutti seduti a tavola e ciò che ci si concede prima del pasto sono magari un aperitivo veloce, alcolico o analcolico, con qualche oliva e qualche crostino. Il 25 invece è diverso. Siamo a pranzo, quindi siamo tutti più attivi e forse anche più affamati, mentre si aspetta che il primo piatto sia pronto si beve un aperitivo e si tappa il buco allo stomaco con gli antipasti più diversi. Visto che comunque quello che ci aspetta è un pranzo bello sostanzioso gli antipasti non sono molto elaborati, e la soluzione migliore per accontentare tutti è quella di preparare dei crostini. Quelli con i fegatini di pollo sono un classico intramontabile.

Crostini di fegatini


Ingredienti

250 gr. fegatini di pollo | 50 gr. pancetta | 2 cipolline novelle | 1 costa di sedano | 1 carota | 30 gr. burro | 1 cucchiaio funghi secchi | 1 cucchiaio prezzemolo tritato | 1 tazza brodo | 1 sfilatino di pane | succo di limone | sale e pepe

Preparazione

  Pulire le cipolline, il sedano e la carota. Preparare un trito finissimo con le verdure e la pancetta e farlo rosolare con il burro in un tegame, possibilmente di coccio.

  Nel frattempo lavare e far rinvenire in acqua i funghi secchi e lavare anche i fegatini. Quando il soffritto è appassito aggiungere nel tegame i funghi e i fegatini, salare, pepare, e lasciare insaporire per 15 minuti prima di aggiungere il brodo caldo.

  Una volta aggiunto il brodo far cuocere a fuoco lento, mescolando spesso, e nel frattempo tagliare il filoncino di pane ricavando tanti dischetti. Quando i fegatini saranno pronti scolarli insieme ai funghi e tritarli prima di rimetterli nel sugo di cottura, insieme al succo di limone e al prezzemolo.

  Mescolare e una volta pronto spalmare il composto sulle fettine di pane, così al naturale o tostate.

Potete decidere se sistemare a tavola, o su un tavolino apposta per l’antipasto, i crostini, di varie forme e dimensioni, e poi abbinare ad essi delle ciotoline con varie salse, oppure se preparare prima i crostini e servirli direttamente già pronti. Vanno benissimo entrambe le soluzioni, decidete voi se i vostri ospiti saranno più felici di prepararsi le tartine da soli, scegliendo dimensioni, qualità e quantità delle salse o se prepararli già voi, e saranno più contenti se dovranno solo mangiarli!