Cotto e Mangiato, una ricetta facile: quiche di cipolle

di Claudia 0



La quiche è una torta salata di origini francesi e Benedetta Parodi con il suo Cotto e Mangiato ci propone una versione di questa torta che farà leccare i baffi a tutti coloro che adorano le cipolle! Questa quiche di cipolle oltretutto può anche servire a sfatare il mito della cipolla indigesta e pesante, mentre per il discorso dell’alito cattivo dopo aver gustato piatti a base di cipolla non possiamo fare molto, solo fare attenzione a lavare bene i denti e rinfrescare la bocca, anche se siamo a cena fuori!

 

Quiche di cipolle


Ingredienti

3 cipolle | olio extravergine di oliva | 300 gr. ricotta | 150 gr. grana grattugiato | 2 uova | noce moscata | 1 confezione pasta sfoglia già pronta | sale e pepe

Preparazione

  Dopo aver tritato nel mixer le cipolle lasciarle soffriggere con poco olio, quindi aggiungere un po' d'acqua, per farle stufare, badando bene a non bruciarle. Solo a fine cottura lasciar asciugare l'acqua, in modo che si caramellino.

  Mettere in una ciotola la ricotta, aggiungere le cipolle, le uova, il grana, la noce moscata e il pepe e mescolare con cura.

  Su una teglia ricoperta di carta forno stendere la pasta sfoglia, fare il bordo e bucherellare il fondo con una forchetta, quindi versarvi all'interno il composto di ricotta e cipolle.

  Cuocere la quiche in forno, a 180°, per 40-45 minuti. Servirla tiepida o anche fredda.

Le cipolle, se stufate con cura, in acqua, fino a farle diventare morbide e cremose, perdono il loro sapore forte e caratterizzante, diventano più dolci e delicate, andando anche a scongiurare il rischio di risultare indigeste. Provate questa ricetta, assicurandovi magari che i vostri ospiti gradiscano le cipolle tanto da mangiare una quiche che le utilizza come ingrediente principale! Il risultato sarà davvero buonissimo, anche perchè la presenza della ricotta garantisce sempre la perfetta riuscita delle torte salate.

Potete preparare questa quiche anche per una cena casalinga, per variare un po’ magari, io amo molto cucinare ogni tanto una torta salata anche senza occasioni particolari, per gustarla per cena, accompagnata magari da un secondo. In questo caso potete preparare della carne al piatto, portare tutto in tavola e poi servirvi con fette di quiche e parti di carne, fino a non lasciare nemmeno più una briciola nei piatti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>