Ricette Cotto e Mangiato, primi piatti: gli spaghetti cacio e pepe

di Claudia 0



Devo essere sincera, io sono un’amante delle ricette un po’ complesse … Capita molto spesso invece che Cotto e Mangiato ci proponga dei piatti semplici e veloci da realizzare, cosa che inizialmente mi faceva un po’ storcere il naso. Ecco che oggi ci troviamo di fronte a degli spaghetti cacio e pepe e possiamo aprire una piccola parentesi sulla cucina rapida e veloce, su quella complessa, su quella da chef domestici! Se viene qualcuno a cena non sono una che propone la pasta al pomodoro, sarà perchè ne approfitto anche per provare nuove ricette che mi stuzzicano o perchè visto che mi piace essere salutista sto sempre attenta ai soffritti, ai grassi e a tutto il resto e quindi quando ci sono amici a cena mi piace un po’ strafare e viziare me e chi si siede alla mia tavola.

Ultimamente ho riscoperto invece il piacere dei sapori semplici, un piatto come la pasta cacio e uovo o cacio e pepe, che oltretutto da bambina mi faceva andare matta e che piace a tutti e che fa leccare i baffi a tutti! Inoltre, proprio scrivendo di ricette ho scoperto quanto proprio sul web, e quindi anche per programmi come Cotto e Mangiato, la richiesta sia quelle di sapori semplici, ricette anche di una volta, gustose e facili da realizzare.

Insomma, se vi piace la cucina briosa e artistica fate pure e sperimentate, ma una volta ogni tanto proponete agli amici gli spaghetti col pomodorino fresco, vi chiederanno più di un bis!

Spaghetti cacio e pepe


Ingredienti

200 gr. spaghetti | olio extravergine di oliva | 2 cucchiaini pepe in grani | 100 gr. pecorino romano grattugiato

Preparazione

  Mettere la pasta a cuocere. In una padella far soffriggere il pepe schiacciato (non macinato) e aggiungere un paio di mestoli d'acqua di cottura, facendola evaporare e addensare. Tenere da parte un bicchiere con l'acqua di cottura, nel caso servisse.

  Scolare la pasta, metterla in un'ampia ciotola e versarvi sopra il sughetto al pepe di condimento. Mescolare.

  Unire un po' alla volta il pecorino grattugiato e altra acqua di cottura, se necessario e senza esagerare. Mescolare ancora per qualche minuto, un po' alla volta si formerà una cremina buonissima.

Fate molta attenzione quando versate i mestoli d’acqua nell’olio bollente, schizza tutto! Anche questa difficoltà in realtà mi fa riflettere: un piatto semplice come questi spaghetti cacio e pepe richiede comunque attenzione e bravura, come per un primo piatto di quelli complicati e ricchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>